Evento su Sicurezza e Quota 100 della Lega a Velletri

Velletri, il 21 marzo all’Artemisio l’incontro promosso dalla Lega Salvini Premier su “Sicurezza” e “Quota 100”: presente il sottosegretario Durigon

0
134
quota100sicurezzalegavelletri
Quota 100 sicurezza Lega Velletri

Sarà il Teatro Artemisio di Velletri, nel pomeriggio di giovedì 21 marzo, ad ospitare l’atteso convegno organizzato dal gruppo consiliare veliterno della Lega Salvini Premier, trainato dal capogruppo Giorgio Greci e dai consiglieri Andrea D’Agapiti e Faliero Comandini, con la regia organizzativa di Tony Bruognolo, Giovanni Cascella e Giulio Frasi, coordinatori leghisti a Velletri, Albano e Castel Gandolfo.

“Quota 100” e il “Decreto Sicurezza” saranno i due macro temi che verranno sviscerati nello storico teatro veliterno, allorché interverranno il Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Claudio Durigon, e il Segretario Regionale del SAP, Francesco Paolo Russo, che andrà ad approfondire le tematiche legate alla Sicurezza.

Nell’incontro moderato dal giornalista di RaiNews 24, Pierfrancesco Pensosi, interverranno anche l’onorevole Francesco Zicchieri, coordinatore regionale della Lega, Piero Faletti, delegato alla sicurezza della Lega per Roma e Provincia, il capogruppo della Lega a Velletri, il dottor Giorgio Greci e, in rappresentanza del territorio, la consigliera comunale Ilaria Neri.

In queste ore non é mancato l’appello di Giorgio Greci, che ha invitato i suoi concittadini a non mancare l’occasione di saperne di più su due dei capisaldi delle politiche dell’attuale governo nazionale: “Invito tutti al Teatro Artemisio – ha dichiarato -, nella certezza che potrà essere un’occasione importante per andare ad affrontare in maniera costruttiva due tematiche importanti per la vita di tutti i giorni, valutando l’impatto e i benefici che possono avere e stanno già avendo sugli italiani”.

VELLETRI – LEGA SALVINI, TEATRO GREMITO PER DISCUTERE DI DECRETO SICUREZZA E QUOTA 100

teatroartemisiolega
teatro artemisio lega 21 marzo

23 Marzo h.15:45 – Un Teatro Artemisio al limite della capienza (all’incirca 350 i presenti) ha ospitato nel pomeriggio di giovedì 21 marzo, a Velletri, l’attesissimo convegno organizzato dalla Lega Salvini Premier, con l’obiettivo di andare a confrontarsi coi cittadini sui temi del “Decreto Sicurezza” e di “Quota 100”, due dei provvedimenti che più hanno lasciato il segno da parte dell’attuale Governo. Ampia partecipazione popolare, quindi, per l’evento organizzato dal gruppo consiliare veliterno della Lega Salvini Premier, trainato dal capogruppo Giorgio Greci e dai consiglieri Andrea D’Agapiti e Faliero Comandini, con la regia organizzativa di Tony Bruognolo, Giovanni Cascella e Giulio Frasi, coordinatori leghisti a Velletri, Albano e Castel Gandolfo. Di fronte ad una platea particolarmente attenta i lavori si sono aperti col minuto di silenzio in ricordo di Daniele Picarazzi, “un amico venuto a mancare troppo presto”, così come evidenziato da Giorgio Greci, il capogruppo cittadino della Lega, il primo a prendere la parola. Proprio Greci ha ricordato i meriti del Decreto Sicurezza, rammentando come il suo programma elettorale vertesse proprio sul potenziamento della videosorveglianza, in aggiunta al quale aveva ideato la creazione di un assessorato alla sicurezza, capace di interfacciarsi in maniera diretta con le forze dell’ordine.  “E’ sotto gli occhi di tutti – ha detto – il lavoro portato avanti per stroncare l’indiscriminato sbarco di migranti, aspetto che ha permesso anche di abbattere drasticamente i decessi nel Mar Mediterraneo”. 

Ilaria Neri ha evidenziato l’importanza di tali incontri per conoscere in prima persona cosa sta cambiando nel Paese e cosa ancora cambierà. Neri che ha speso diverse parole su un Decreto sicurezza che, a suo dire, ridona “dignità ai cittadini e restituisce la legalità. Un decreto rivoluzionario, che restituisce potere alle forze dell’ordine, andando contro chi vuole delinquere, combattendo anche la piaga del business dell’immigrazione clandestina. Basta col finto buonismo cui abbiamo assistito in questi anni, in cui nessuno ha messo la sicurezza, l’incolumità dei cittadini e il decoro urbano ai primi posti. Via libera ad una linea politica all’insegna del rigore, serietà e rispetto delle leggi. Quanto alla Quota 100 ha superato, per fortuna, la Riforma Fornero. L’imperativo é quello di ridare dignità economica e legislativa agli stati nazionali, evitando di soccombere sotto il peso di un’Europa piena di contraddizioni e di burocrati che la governano. La forza di un leader come Matteo Salvini – ha concluso Ilaria Neri – sta nella vicinanza ai bisogni reali e concreti degli italiani, che vengono prima di tutto, con una visione chiara di come dovrebbe essere il nostro Paese, senza alcuna sudditanza”. 

“Il primo decreto messo in campo da Salvini, ad ottobre, é stato proprio il decreto Sicurezza e i benefici sono sotto gli occhi di tutti. Con noi nessuna promessa, solo fatti!” ha dichiarato Piero Faletti, delegato della Lega sulla sicurezza per Roma e Provincia, prima di aggiungere: “Dalla rotta del Mediterraneo, senza alcun controllo, sbarcavano centinaia di migliaia di migranti. Oggi non è più così e l’immigrazione indiscriminata, incentivata da chi ci faceva business sopra quella povera gente, ora non esiste più”. Proprio Faletti ha ricordato come grazie al Decreto sono stati e verranno stanziati milioni di euro per l’assunzione di nuovi agenti di polizia, “oltre che per dare mezzi e strumenti alle forze dell’ordine, che in passato non avevano neppure la benzina per fare uscire le macchine. Provvedimenti – ha concluso – che vanno a garanzia della legalità”. Concetti ripresi ed ampliati, nel dettaglio, da Francesco Paolo Russo, Segretario Regionale del SAP: “Trovo assurdo che in un territorio come quello di Velletri e Lariano, con oltre 70mila abitanti, abbiamo un Commissariato, peraltro pieno di barriere architettoniche, con appena 50 operatori. Per questo chiederemo un incremento di personale, visto che a tutto questo ci si é arrivati grazie ai tagli scriteriati dei Governi che si sono alternati sino ad oggi”. 

Ha badato al sodo Francesco Zicchieri, coordinatore regionale della Lega: “Stiamo facendo quello per il quale ci eravamo impegnati in campagna elettorale, quando avevamo detto che la Legge Fornero era disgustosa. Coerentemente con quanto promesso l’abbiamo smontata, pezzo per pezzo, restituendo speranza, sorriso e dignità a uomini e donne che ad un certo punto della propria età hanno il diritto di poter andare in pensione e fare i nonni”. “La Lega é questo – ha aggiunto Zicchieri -, uomini e donne che si impegnano allo stremo, sposando il progetto, rispettando il territorio, lavorando quotidianamente accanto alla gente. Militanza, dedizione quotidiana e amore per costruire insieme l’Italia del futuro”. 

La palla é poi passata all’atteso ed applaudito intervento di Claudio Durigon, Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, che ha evidenziato tutti i benefici della riforma previdenziale, non mancando di soffermarsi nel rispondere alle domande dei cittadini presenti in platea. “Il nostro Paese ha estrema urgenza di uscire dal tunnel dei numeri negativi che ci mettono all’ultimo posto della classifica europea per gli occupati e Quota100 – ha dichiarato – va vista anche come elemento che sta avviando il ricambio generazionale. Ci ritroviamo con un mercato del lavoro bloccato e l’azione che abbiamo messo in campo sta dando la possibilità di lasciare il mondo del lavoro con equità finanziaria e con attenzione al passaggio delle competenze tra una generazione all’altra, consentendo a tante persone, che hanno faticato per decenni, di poter fare i nonni e godersi la pensione. Quota 100 – ha ribadito Durigon – nasce dal nostro programma e non é una marchetta elettorale come i famosi 80 euro del Governo Renzi”. 

Il convegno, moderato dal giornalista di RaiNews 24, Pierfrancesco Pensosi, si é concluso con l’intervento di Giorgio Greci, che ha invitato tutti a mettere nel mirino le imminenti elezioni Europee: “E’ un appuntamento che non dobbiamo fallire ed é fondamentale che la Lega abbia un risultato eccellente a Velletri, dove vi aspettiamo nella sede di via Lata. Il riscatto, della nostra città, dei nostri territori e della nostra nazione passa proprio per la Lega: é per questo – ha concluso Greci – che vi esorto a metterci il cuore e a supportarci”.

 

Print Friendly, PDF & Email