Pontecorvi candidato Sindaco del movimento Cuore Nuovo per Velletri

0
1305
Fabio Pontecorvi Cuore Nuovo per Velletri
Fabio Pontecorvi candidato Sindaco del movimento Cuore Nuovo per Velletri

“Solitamente nei programmi elettorali – dichiara in una nota Fabio Pontecorvi, candidato a Sindaco di Velletri per il movimento “Cuore Nuovo per Velletri” – si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte, per cercare di accattivarsi le simpatie e il consenso dell’elettore, finendo per perdere di vista la realtà.
Parlare un linguaggio semplice e rendere più chiara la volontà di ogni cittadino è uno degli obbiettivi del nostro movimento.

E’ necessario rompere gli schemi tradizionali – continua la nota – creando un nuovo quadro politico per Velletri, tagliando con l’abituale ed interminabile elenco di attività che ogni rappresentante della pubblica amministrazione svolge con poca attenzione.

Con la mia candidatura a Sindaco per Velletri – sostiene Fabio Pontecorvi – sarò voce del nuovo movimento civico “Cuore Nuovo per Velletri”. Crediamo che le proposte debbano essere fatte con coscienza e conoscenza, concentrandole sulle necessità delle persone. Gli obbiettivi già valutati e quelli futuri da raggiungere nascono da tavoli di confronto che da tempo portiamo avanti insieme ai fondatori del movimento civico Alessio D’Andrea e Gianluca Cerlini, uomini di valore ed importanza per il mio percorso civico a candidato a sindaco e con il contributo importante di tutta la squadra dei candidati. I tavoli di lavoro/aggregativi sono composti da persone di alto spessore umano, che si sono resi disponibili per il bene della città, ritagliando tempo da una vita sempre più frenetica, dal quale è nato un modo nuovo di fare politica dove la cultura è alla base di un sicuro risanamento per la nostra Velletri.

Il gruppo di lavoro – continua il candidato a Sindaco – rappresenta tutte le fasce della nostra comunità ed è fonte di crescita e scambio di competenze, da cui si è materializzato un Report di proposte e soluzioni per la nostra Velletri, riguardante tutte le tematiche che affronteremo in Campagna Elettorale. I punti che porteremo avanti saranno le Politiche Familiari con un attenzione particolare verso le fasce più deboli (disabili, famiglie numerose, anziani) la riqualificazione del Centro storico, lo sviluppo del tessuto artigianale e la cooperazione tra le piccole e medie imprese fonte di lavoro e di speranza per migliorare il nostro tenore di vita, riattivando tutto un meccanismo economico e sociale che ci consentirà un miglioramento qualitativo della nostra società. Abbiamo constatato la sensibilità e la voglia dei cittadini di attivarsi in prima persona se stimolati. Queste sono solo alcune delle proposte che porteremo avanti con il nostro movimento, auspicando che sia una Campagna Elettorale basata su piani attuativi e confronti leali tra i vari gruppi politici. Gli obbiettivi che raggiungeremo, sono sicuramente importanti per rilanciare la nostra Velletri, ricca di storia e proiettata al futuro, dobbiamo renderla più vivibile, affrontando seriamente la situazione dei parcheggi e di tutta la viabilità, vogliamo una città che sia in grado di valorizzare il lavoro di tutte le associazioni e comitati.

Da tempo ci siamo attivati – conclude Pontecorvi – nella formazione di cooperazioni tra cittadino ed ente pubblico semplificando ed ottimizzando tutte le attività della pubblica amministrazione attraverso proposte già pubblicate su diverse testate giornalistiche, passando per una ristrutturazione delle attrattive Turistiche locali con servizi, convogliando il turismo della capitale che potrà portare quel lavoro tanto auspicato per i giovani veliterni con nuove attività artistiche e artigianali.
I nostri tavoli di confronto saranno sempre aperti a tutte le persone di buona volontà, per riportare una città storica al centro dei castelli romani, una città che ha il dovere di guardare ad un futuro migliore. Vorrei concludere ringraziando tutti gli amici che in questi mesi ci sono vicini e a tutti coloro che si avvicineranno, non perché ci sarà qualcosa da prendere ma qualcosa da dare per il bene collettivo, abbiamo bisogno di tutti i cittadini che hanno a cuore la città”.

Print Friendly, PDF & Email