Fc Frascati affronta l’emergenza Coronavirus

Football Club Frascati dei presidenti Claudio Laureti e Stefano Lopapa e , sanificazioni e un decalogo per affrontare l’emergenza Coronavirus

0
93
lopapa_laureti
Lopapa e Laureti

Il Coronavirus fa paura anche al mondo dello sport e il Football Club Frascati si è subito attivato per cercare di affrontare l’emergenza e garantire la massima sicurezza ai suoi tesserati. Per questo la società dei presidenti Claudio Laureti e Stefano Lopapa si è immediatamente attivata trovando un accordo con un’azienda di sanificazione che già si è recata presso gli impianti sportivi del Football Club Frascati per una prima opera di profonda sanificazione degli spogliatoi che verrà ripetuta settimanalmente fino a quando si protrarrà la situazione di emergenza. Inoltre la stessa azienda ha lasciato al club tuscolano una serie di prodotti da utilizzare per tutelare il più possibile i frequentatori degli impianti sportivi. Fino a indicazione contraria delle istituzioni locali e nazionali, l’attività infrasettimanale proseguirà regolarmente. Oltre all’accordo con l’azienda di sanificazione degli ambienti, il Football Club Frascati ha stilato un decalogo di indicazioni da seguire e lo ha pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale, oltre a darne comunicazione in tutti i gruppi Whatsapp in cui si tengono i contatti coi genitori dei giovani tesserati. Nelle dieci indicazioni-consigli c’è quello di non bere dalla stessa bottiglietta o borraccia, di evitare di consumare cibo negli spogliatoi, di riporre oggetti e indumenti personali nelle borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi, di buttare subito negli appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati come cerotti e bende, di lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile, di non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate, di coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto o con il braccio qualora si tossisca o starnutisca. Inoltre il personale del Football Club Frascati si occuperà in oltre di arieggiare tutti i locali (spogliatoi e parti comuni) il più spesso possibile e di disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, docce e servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio. Infine la società tuscolana chiede espressamente di informare il personale del club se ci sono stati eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate dalla Cina o da altri paesi o zone a rischio o in quarantena.

Print Friendly, PDF & Email