F&D H2O, weekend tra nuoto e pallanuoto

F&D H2O, vince l’Under 15 contro lo Splash Latina.Gare di nuoto, ecco come è andata: soddisfazione per i tecnici Cianfarani e Specchi

0
407
fdh2o
F&D H2O

DERBY VELLETRI ROMA A FAVORE DELLE CAPITOLINE, VINCE LA SIS

A1 FEMMINILE, IL DERBY VA ALLA SIS ROMA: F&D H2O VELLETRI SCONFITTA

Nulla da fare nell’ultima giornata di andata per l’F&D H2O. Le ragazze di mister Danilo Di Zazzo, alla Piscina Comunale di Anzio, perdono 15-2 contro la più quotata squadra capitolina rimanendo a quota tre punti in classifica. Anche se non era questa la partita in cui fare punti a tutti i costi, resta il rammarico per non aver concretizzato alcune azioni che avrebbero potuto rendere il passivo meno netto.Pronti e via, la SIS Roma va a segno con Tori. Seguono le marcature di Fournier, Tabani e Galardi, mentre l’F&D H2O va solo vicino al bersaglio prima con il palo di Pustynnikova e poi con la traversa colpita da Centanni sul gong di fine parziale. Secondo tempo ancora con le romane avanti, segnano due volte Tabani e Chiappini in superiorità numerica. Due conclusioni fuori dallo specchio della porta, una traversa di Clementi e una di Pustynnikova non cambiano l’inerzia del match e si va a metà gara sul 7-0 per le capitoline. Nel terzo parziale passano in avanti le ragazze di Capanna con il gol di Picozzi, pareggiato da Centanni su rigore. Il nuovo vantaggio arriva con Chiappini e si chiude con una frazione equilibrata con il punteggio generale di 11-1. Da segnalare un grande intervento di Minopoli su Fournier e un palo colpito da De Vincentiis, così come un legno preso da De Cuia dopo una bella conclusione. A risultato ormai compromesso, nel quarto tempo per Velletri segna Pustynnikova, mentre Iannarelli, tre volte Galardi, Motta e Chiappini arrotondano il passivo in favore della SIS. Gara senza troppe attenuanti per l’F&D H2O Velletri, che tuttavia non ha tempo di recriminare troppo perché sabato alle 15.00 si torna in acqua, stavolta contro il Bogliasco, fra le mura amiche e sarà importante non sbagliare e tornare a fare subito punti per rafforzare lo stato d’animo del team veliterno e continuare il cammino verso la salvezza. Così, a fine partita, mister Danilo Di Zazzo: “Nei primi tre tempi ci sono stati nostri errori ma il risultato contro le vincitrici della Coppa Italia era di 8-1 e tutto sommato per noi è buono. Per i valori fatti vedere oggi un risultato più giusto sarebbe stato un 12-6, potevamo sfruttare meglio qualche nostra occasione ed essere più attenti in difesa. Loro sono forti, noi abbiamo cercato di fare il nostro e a tratti ci siamo riusciti. Detto ciò sono soddisfatto oggi dell’impegno del sacrificio visto in acqua da questo dobbiamo ripartire e cercare di fare un girone di ritorno migliore”. Un pensiero, poi, al prossimo avversario: “All’andata abbiamo perso 14-4, ora mi aspetto di vedere cose diverse da parte nostra. Sarà una guerra in acqua  e starà a noi far accadere ciò”.

F&D H2O VELLETRI – SIS ROMA 2-15

F&D H2O VELLETRI: Minopoli, De Cuia, Pustynnikova (1), De Marchis, Zenobi, Rosini, Carosi, De Vincentiis, Colletta, Clementi, Centanni (1), Bagaglini, Mastrantoni. Allenatore: Danilo Di Zazzo.

SIS ROMA: Sparano, Tabani (3), Galardi (4), Tori (1), Motta (1), Tankeeva, Picozzi (1), Sinigaglia, Iannarelli (1), Di Claudio, Chiappini (3), Fournier (1), Brandimarte. Allenatore: Marco Capanna.

Arbitri: Valdettaro e Navarra

GARE DI NUOTO E PARTITA DELL’UNDER 15 PER L’F&D H2O VELLETRI

Gare di nuoto, ecco come è andata: soddisfazione per i tecnici Cianfarani e Specchi

Pomeriggio ricco di soddisfazioni per i ragazzi dell’F&D H2O, accompagnati alla Piscina Babel dai tecnici Roberto Cianfarani ed Emiliano Specchi. Duro banco di prova per i giovani atleti veliterni e larianesi, che hanno affrontato per la prima volta – in molti casi – gare lunghe, dandosi da fare nonostante l’emozione dell’esordio. Positivi anche gli esiti delle staffette 4 x 50 stile libero, a fine giornata: la femminile ha chiuso con un buon quinto posto e un tempo di 2’50” grazie a Fusco, Cedroni, Haxhaj e Desiato. Terzo posto per i maschi, con il tempo di 2’31”, e l’ottima prova di Zaccari, Spallotta, Carini e D’Ascenzi. Entrambi i gruppi hanno migliorato molto i loro tempi. Anche le gare singole hanno riservato tanti traguardi: Chiara Fusco ha vinto, con 39 secondi netti, la sua batteria nei 50 delfino. Flavio Spallotta con 36’5 ha ottenuto un’altra vittoria, sempre nei 50 delfino. Bene Michela Cedroni, alla sua prima nei 200 stile libero, poiché ha raggiunto un confortante terzo posto con il tempo di 3’12”. Prima volta per i 200 stile libero e ottima prova nei 100 rana per Riccardo Zaccari, così come Elisa Desiato nei 100 rana. Commento positivo da parte degli allenatori, stanchi ma felici, insieme ai loro ragazzi: “Tutti hanno gareggiato bene, dando segni tangibili del loro miglioramento. Il banco di prova era duro ma è stato ben affrontato e siamo pronti per la prossima gara, che si svolgerà nel mese di febbraio”. Domenica pomeriggio, invece, non è riuscita l’impresa per certi versi proibitiva, ma c’è grande voglia di migliorarsi e tanto margine dopo le prove offerte. Questa la sintesi dell’esperienza che Luca Tora e Alessio Borro, atleti dell’F&D H2O, hanno vissuto a Roma insieme al tecnico Roberto Cianfarani. Pur non rientrando nei tempi limite alla Piscina di Pietralata per le gare nazionali c’è stato un grandissimo miglioramento, con l’abbattimento, nel caso di Borro, di ben venti centesimi di secondo. “Sono fiducioso che già dalla prossima settimana riusciremo ad abbassare ancora di più il tempo con la gara del Trofeo SIS Roma ad Ostia. I ragazzi” – ha concluso l’allenatore Cianfarani – “sono carichi e hanno già fatto tanto, recuperare due decimi su cinquanta metri nel caso di Borro è molto, così come ha fatto bene Tora”. Nello specifico, 26”11 per Luca Tora e 25”11 per Alessio Borro. Le basi per le vittorie del futuro sono gettate…

F&D H2O, vince l’Under 15 contro lo Splash Latina

Under 15 dell’F&D H2O che batte lo Splash Latina nell’ultima gara disputata del campionato di categoria. Le ragazze allenate da Matteo Calcagni faticano e con qualche difficoltà portano a casa una vittoria importante, dopo aver giocato in equilibrio con le avversarie per tre tempi. Nei primi parziali, infatti, si procede con una battaglia punto a punto. 1-1 e 2-2 sono i risultati dei due tempi iniziali. Nel terzo quarto l’F&D H2O inizia a prendere le distanze chiudendo in vantaggio di una rete (3-2), fino all’ultima frazione dove il team di Velletri dilaga e porta a casa la vittoria (5-3). Nel complesso un 11-7 che soddisfa in parte mister Calcagni: “Non siamo riusciti a dare l’affondo finale, se non nell’ultima parte del terzo tempo e nel quarto dove si è vista la nostra freschezza e la loro stanchezza. Abbiamo sbagliato l’approccio” – ha analizzato il tecnico – “ed era una partita da chiudere prima, abbiamo fatto tanti errori e non quello che avevo chiesto in allenamento. Dobbiamo quindi lavorare moltissimo per correggere certi sbagli. Nel complesso sono soddisfatto dei tre punti”. Menzione particolare per A. Aprea, autrice di quattro gol, Falletta e Giuliano, che hanno tenuto insieme il collettivo nei momenti di maggiore difficoltà

F&D H2O – SPLASH NUOTO LATINA 11-7 (1-1, 2-2, 3-2, 5-2)

F&D H2O: Castorina, Ducci (1), Falletta (1), Attenni (3), Mele, Cappelluti (1), Giuliano (1), Picca, Aprea G., Aprea A. (4), Di Giacomantonio, Cianfarani, Gaibisso, Iacomino. Allenatore: Matteo Calcagni.

devincentiis
Federica De Vincentiis

F&D H2O Velletri, De Vincentiis: “Dobbiamo giocare di squadra, con testa e cuore”

Al giro di boa l’F&D H2O chiude con un penultimo posto e tre punti di vantaggio sul fanalino di coda Torre del Grifo. Una situazione in parte messa in preventivo dal club del Presidente Perillo, frutto di inesperienza e anche di poca fortuna in alcuni match dove c’è stata la prestazione ma non è arrivato il risultato. Adesso, però, inizia il girone di ritorno e mandata agli archivi la partita contro la SIS Roma si riparte da quel Bogliasco che rappresentò l’avversario all’esordio assoluto in Serie A1. Le veliterne di Di Zazzo sono chiamate ad invertire la rotta sfruttando il calore del pubblico amico e le mura della Piscina Comunale di Anzio. Abbiamo fatto alcune domande a Federica De Vincentiis, attaccante classe 1998, tra le più in forma in questo girone di andata.

Federica De Vincentiis, è terminato il girone di andata con una sconfitta. Se il ruolino di marcia dell’F&D H2O non può considerarsi soddisfacente, adesso avete preso confidenza con il campionato. Contro il Bogliasco inizia un’altra stagione?

“Sì, sabato inizia “il giro di boa”, vogliamo e dobbiamo affrontare meglio tutte le partite. Dovevamo ancora metabolizzare questo campionato, siamo pronte per affrontarlo con più decisione e con la convinzione di poter fare bene”;

Sabato scorso contro la SIS Roma è arrivata una buona prova, per certi tratti: cosa è mancato per rendere meno evidente il divario tecnico fra le due squadre?

“Sabato scorso abbiamo giocato comunque contro una squadra che ha dimostrato di essere al vertice di questo campionato, vincendo la Coppa Italia. Noi potevamo fare di più, evitando molti errori nel gioco, ma di certo la voglia di fare non è mancata”;

Adesso arriva il Bogliasco, che è in una posizione di classifica tranquilla. Bisognerà dare il massimo per ottenere il risultato, quali sono le insidie di questa partita?

“Il Bogliasco è una squadra che gioca da tanti anni insieme, ha delle buone individualità. Non ci possiamo permettere cali di concentrazione, dobbiamo giocare con “testa e cuore”, e soprattutto di squadra”;

Personalmente, sei soddisfatta delle tue prestazioni individuali in acqua?

“Non ancora, posso dare di più per questa società e questa squadra”;

Quanto ha contato l’inesperienza e la gioventù del gruppo in alcune partite importanti?

“Noi sappiamo di essere un gruppo giovane, e che per la maggior parte di noi è il primo anno nella massima categoria, ma ora non conta più.Abbiamo capito di cosa si parla in questo campionato durante il girone di andata. Siamo più coscienti di chi andiamo ad incontrare, non ci sono più giustificazioni”;

Obiettivo salvezza, una domanda scontata: il gruppo è unito? Ci credete?

“Si, il gruppo è unito e ci crediamo. La vogliamo fortemente questa salvezza”.

 

Print Friendly, PDF & Email