Fdi “Dl Rilancio Alitalia, ultima possibilità”

Le dichiarazioni del senatore Massimo Ruspandini Responsabile Dipartimento Nazionale Trasporti Fratelli d’Italia su Alitalia e Dl Rilancio

0
164
Alitalia
Alitalia

“FDI su DL RILANCIO ALITALIA: “ULTIMA POSSIBILITA’”

Nel decreto Rilancio art. 206 si da il via alla costituzione di una nuova società con lo stanziamento di 3 miliardi per Alitalia, riteniamo che sia una base solida per rilanciare definitivamente la nostra compagnia ma coscienti che questa è l’ultima possibilità. Il Senatore Massimo Ruspandini Responsabile Dipartimento Nazionale Trasporti Fratelli d’Italia: “se accogliamo con favore la nazionalizzazione di Alitalia continuiamo ad essere preoccupati per l’atteggiamento del management e le sue reali capacità e per la mancanza di chiarezza da parte del Governo sul futuro industriale della compagnia. La nuova compagnia non può passare per uno spacchettamento dell’azienda noi di Fratelli d’Italia non lo consentiremo, gli asset preziosi dell’azienda devono essere valorizzati tramite un modello di business innovativo e lungimirante”. Nel corso dell’ultima audizione alla Commissione Trasporti del Senato il commissario Leogrande e il  direttore generale Zeni, circa il quale sono anche stati sollevati dubbi di opportunità e di conflitto di interessi, non hanno dato nessun cenno sul futuro della compagnia di bandiera. Viene da sè che senza alcun piano di investimenti, senza lo sviluppo di un modello industriale e di business, senza alcuna notizia circa l’alleanza transoceanica non è possibile fare una reale valutazione eppure si dichiara che l’handling rimane fuori dalla nuovo perimetro aziendale. Quali sono le vere intenzioni per Alitalia? Il popolo Italiano lo deve sapere. I lavoratori oggi quasi settemila in cassa integrazione hanno diritto di sapere quale sarà il loro futuro professionale. Auspichiamo che il governo prenda in seria considerazione la questione “Alitalia”non sprecando i soldi degli italiani. Accogliamo positivamente l’introduzione dell’obbligatorietà per tutti i vettori che operano nel nostro territorio nazionale dell’applicazione del Contratto Collettivo Nazionale Art.207″. Lo rende noto il dipartimento trasporti di Fdi.

Print Friendly, PDF & Email