Fdi presenta il nuovo circolo di Pavona

Il nuovo Circolo di Fdi sarà presentato giovedì 12 dicembre in una manifestazione a Villa Altieri alla presenza degli onorevoli Marco Silvestroni e Francesco Lollobrigida

0
418
fdi_albano
Fdi Albano
Giornata di festa quella di giovedì 12 dicembre per Fratelli d’Italia di Albano Laziale. Sarà infatti inaugurato alle ore 18,30 presso l’Hotel Villa Altieri, Via Appia Nuova 1, il nuovo circolo territoriale intitolato a Jan Palach, giovanissimo patriota cecoslovacco divenuto simbolo della resistenza anti-sovietica del suo Paese. Saranno presenti, oltre ai consiglieri comunali Federica Nobilio, capogruppo, Massimo Ferrarini ed Edmondo Segrella, i deputati di FDI Marco Silvestroni, coordinatore provinciale, e Francesco Lollobrigida, presidente del gruppo parlamentare. A fare gli onori di casa il coordinatore comunale Roberto Cuccioletta: “Una giornata cui teniamo in modo particolare. Il Partito sta crescendo molto a livello nazionale e locale e l’inaugurazione del nuovo circolo è una testimonianza di come FDI sia strutturato per accogliere i tanti cittadini che si stanno avvicinando alle nostre idee ed alle nostre battaglie. Il nuovo circolo di Pavona, capitanato dal portavoce Raffaele Cascone, cui va il nostro in bocca al lupo, va a rendere ancora più capillare la nostra presenza sul territorio, rafforzando i circoli del centro storico “Territorio e Partecipazione” e di Cecchina “Paolo Borsellino”. Si è appena chiusa, infatti, la campagna tesseramento e le adesioni a Fratelli d’Italia continuano ad aumentate in modo significativo. Dopo diverse riunioni organizzative, avute assieme ai vari referenti, iscritti e simpatizzanti, siamo riusciti a creare ben tre circoli di FDI. Siamo una realtà che ancora mantiene una reale organizzazione di base e di confronto sui temi caldi della politica locale e nazionale. Saremo pronti a dare battaglia per vincere le amministrative del 2020. La scelta di intitolarlo a Jan Palach, inoltre, mi colpisce profondamente in quanto il giovane cecoslovacco è un simbolo importante per i giovani di tutta Europa. Come ha spesso ricordato il nostro presidente Giorgia Meloni, la sua storia contribuisce a dare un’identità comune ai giovani europei. Il suo sacrificio è, ancora oggi dopo 40 anni, simbolo di amore per la libertà, di amore per la propria gente, ed è anche la testimonianza di come i giovani possano segnare il corso della storia  a volte anche sacrificando la propria vita in nome di un ideale”. Promotore dell’inaugurazione e dell’evento il consigliere comunale Massimo Ferrarini: “Quello di giovedì 12 dicembre è per noi un traguardo davvero importante che deve essere preso come un punto di partenza e non di arrivo, per far crescere ancora Fratelli d’Italia nel territorio albanense. Ringrazio i miei amici che hanno contribuito al raggiungimento di questo obiettivo. Ringrazio innanzitutto il portavoce del circolo “Jan Palach” Raffaele Cascone, ma non posso non ringraziare Roberto Di Lauro, Elisa Fortini, Ermanno Nava, Maurizio Fabri, Fabio Belardi, Francesco Di Vito, Massimo Russo, Paolo Monderna, Claudio Cecchinelli e Marco Gambucci che hanno contribuito alla nascita del nuovo circolo. Non posso non rilevare come il percorso sia stato reso ancora più semplice grazie al contributo degli altri due circoli, circostanza che dimostra come il partito ad Albano presenta una compattezza, una unità di intenti, assenza di correnti e di divisioni al suo interno, che ne caratterizzano la sua unicità. Ci aspettano sei mesi importanti che ci porteranno ad affrontare una campagna elettorale significativa con l’obiettivo di ritornare a governare la nostra città. Un traguardo raggiungibile sicuramente con tutto il Centrodestra unito e compatto. Chi ha a cuore il bene della nostra città deve considerare prioritario cercare di costruire l’unità delle forze politiche del centrodestra e di tutte le esperienze civiche radicate nel nostro comune, alternative al governo fallimentare di centrosinistra, che con coerenza e unità di intenti possono proporsi in modo costruttivo all’elettorato”.
Print Friendly, PDF & Email