Fiasco e Lanzidei “grave stato di incuria alla scuola di Cocciano”

0
975
fiasco-lanzidei-scuola-cocciano
Virginia Lanzidei e Mirko Fiasco in visita alla scuola di Cocciano a Frascati
fiasco-lanzidei-scuola-cocciano
Virginia Lanzidei e Mirko Fiasco in visita alla scuola di Cocciano a Frascati

POLITICA – Il candidato sindaco Mirko Fiasco e la candidata al consiglio comunale di Frascati Virginia Lanzidei hanno effettuato un sopralluogo alla scuola materna di Cocciano, constatando la criticità della situazione nel plesso scolastico.

“Quanto si sta verificando all’interno della scuola materna di Cocciano è inammissibile – dichiara Mirko Fiasco. Stanno emergendo gravi responsabilità da parte dell’ Amministrazione Comunale sulla manutenzione della struttura scolastica. Senza parlare della muffa all’interno delle aule e dei bagni, della presenza di bacinelle nei corridoi per via dell’acqua che cade dal soffitto, del fatto che la linea telefonica sia fuori uso da più di due mesi. Dinanzi a questo stato d’incuria – continua il candidato sindaco – il centro sinistra frascatano si concentra su chi candidare alle primarie, dimenticandosi di questa struttura e dei bambini che sono all’interno. Chi ha amministrato la città in questi anni ha portato l’immagine della città di Frascati ad un declino assoluto, interessandosi solo della spartizione delle poltrone, non occupandosi dei problemi reali della gente. Ci attiveremo – conclude Fiasco – immediatamente affinché venga ripristinata la linea telefonica”.

“La mancata manutenzione di questi anni – aggiunge Virginia Lanzidei – è un pericoloso segnale per il futuro di questa struttura. Non vorrei che i danni dati dall’incuria – continua la candidata al consiglio comunale – si accumulassero portando al disfacimento del plesso scolastico. E’ inaccettabile quanto abbiamo constatato – conclude la signora Lanzidei – alla scuola materna di Cocciano assieme al candidato sindaco Mirko Fiasco e continueremo a seguire l’evolversi della situazione per il bene dei bambini e di chi lavora nell’edificio”.

Print Friendly, PDF & Email