Fidene, maltrattamenti in famiglia

Fidene. Maltrattamenti in famiglia: divieto di avvicinamento notificato dalla Polizia di Stato del Commissariato locale all’ex fidanzato.

0
77
Polizia di Stato
Polizia di Stato

Nella giornata di ieri (mercoledì 12 settembre ndr), gli uomini del Commissariato Fidene Serpentare, diretto da Giuseppe Rubino hanno dato esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento emessa dal Tribunale di Roma nei confronti di F.F. 42 enne romano.

Sottoponeva la ex a continue vessazioni fisiche e psicologiche, controllandone ossessivamente tutti gli spostamenti e arrivando persino ad impedirle di uscire di casa. È così che F.F. pretendeva di gestire la propria storia d’amore, ricorrendo anche a calci e pugni quando la fidanzata cercava di ribellarsi. Situazione che è precipitata quando la donna ha deciso di porre fine alla loro relazione. L’uomo, infatti, ha continuato per mesi a terrorizzare la ex compagna, che dopo l’ennesima violenta aggressione, ha trovato il coraggio di denunciare tutto. Il giudice considerato il pericolo di reiterazione dei reati perpetrati nonché la spiccata pericolosità sociale dello stesso ha emesso un divieto di avvicinamento a tutti i luoghi frequentati dalla donna, notificato ed eseguito dalla Polizia di Stato.

Print Friendly