Folco Cappello risponde alle polemiche sulla qualità dell’aria di Ciampino

L'assessore all'Ambiente Folco Cappello risponde alle dichiarazioni degli esponenti delle opposizioni di Ciampino sulla qualità dell'aria

0
133
comune_ciampino
Comune di Ciampino

In merito a quanto dichiarato dalle opposizioni di Ciampino sulla qualità dell’aria, l’Assessore all’Ambiente, Avv. Folco Cappello, ha dichiarato:

“In questi ultimi giorni si sono susseguite numerose dichiarazioni da parte delle opposizioni sul tema della qualità dell’aria. Questa continua ricerca della polemica e di una risibile visibilità, non fa che testimoniare, se ancora ve ne fosse stato bisogno, il basso livello raggiunto dalle opposizioni della nostra città. A inizio anno mi sembrava doveroso commentare e rendere pubblica una statistica relativa alla qualità dell’aria della nostra città basata su ben sedici anni di dati. Sedici anni in cui, a livello di sforamenti, nel 2018 e nel 2019 si sono raggiunti i risultati migliori di sempre a coronamento di un trend di miglioramento che non può essere smentito in alcun modo. Al netto di questo dato incontrovertibile, appare evidente che condizioni climatiche particolari, come quelle di questi ultimi giorni, non solo a Ciampino, ma in tutto il Lazio e in tutta Italia, possano portare ad un ripetuto sforamento dei limiti di Pm10, condizione straordinaria che ovviamente porta all’adozione di misure straordinarie ed urgenti di contrasto del fenomeno, studiate con i nostri uffici, che ringrazio per la loro competenza e massima disponibilità, e pienamente condivise dalla nostra Amministrazione e poi attuate con relativa Ordinanza Sindacale. Sono sinceramente dispiaciuto nel dover rispondere a continui e strumentali attacchi che pur di ingenerare paura nelle persone al fine di racimolare consenso politico, vorrebbero mettere a confronto statistiche più che decennali confrontandole con dieci giorni di condizioni meteorologiche estremamente specifiche, andando contro ogni forma di buonsenso scientifico. Come se non bastasse, per cercare di dare credito a dichiarazioni così fragili, si sono ricercate motivazioni ben lontane dalle realtà di un’amministrazione locale, che tirano in ballo le stesse normative nazionali e internazionali e tutto il sistema di raccolta dei dati, a riprova della totale mancanza di praticità di questi pseudo pontificatori. Appare ormai evidente che la paura sia uno dei pochissimi strumenti rimasti in mano a coloro che hanno perso l’amministrazione di questa città dopo 25 anni e che sembrano ancora non riuscire a farsene una ragione. Trovo altrettanto risibile che proprio le persone che per tanti anni hanno governato Ciampino e che ci hanno lasciato i problemi che tutti i cittadini ben conoscono, possano oggi pensare di attaccare la nostra Amministrazione impegnata a rimediare ai loro trentennali errori. Il tema della salute dei cittadini, non occorre ripeterlo, è per noi di primaria importanza. Quello relativo alla qualità dell’aria è un tema articolato, che non è semplice come qualcuno vorrebbe far credere e si affronta, come già dichiarato, con un’azione integrata che riguarda tutti gli aspetti del vivere quotidiano. Aspetti che vanno dal riscaldamento degli ambienti di vita e di lavoro, alla mobilità, all’adozione di corrette abitudini sempre più orientate verso una piena e matura sostenibilità ambientale”.

Print Friendly, PDF & Email