A fondo della gran fondo, M5S Ciampino interroga sulla viabilità

0
832
Ciampino
Ciampino - Piazza della Pace
Ciampino
Ciampino – Piazza della Pace

“A seguito di numerose segnalazioni – si legge in una nota diramata dal Movimento Cinque Stelle di Ciampino – da parte dei cittadini di Ciampino sui disagi provocati dalla (dis)organizzazione della ‘’3° Edizione della Granfondo Campagnolo di Roma e Pedalata Ecologica’’ – gara ciclistica che ha interessato anche la nostra cittadina ci è sembrato doveroso, come portavoce all’opposizione, protocollare una richiesta di interrogazione urgente con risposta scritta al Sindaco Terzulli per fare chiarezza su quanto accaduto.

Attraverso i social network e la stampa locale, molti cittadini hanno lamentato un’organizzazione approssimativa di una manifestazione sportiva che avrebbe potuto, invece, regalare una giornata non solo all’insegna dello sport all’aria aperta ma anche un esempio di mobilità alternativa. Sfortunatamente le esperienze di molti cittadini e degli operatori chiamati a gestire la situazione come protezione civile e polizia municipale, raccontano tutta un’altra storia – continua la nota – di disagio, malcontento e rabbia tra difficoltà nel raggiungere il posto di lavoro fino alla disavventura (per fortuna risoltasi senza gravi conseguenze) della mamma impossibilitata a raggiungere un punto di pronto soccorso per verificare le condizioni di salute sospette del figlio.

Sembra evidente, dunque, l’inadeguatezza delle misure adottate nell’ordinanza dell’ufficio viabilità – circoscritte alla sola modifica della segnaletica stradale per permettere lo svolgimento della manifestazione – sulle quali chiediamo di fare chiarezza ma la giornata di domenica solleva o meglio rilancia diverse problematiche irrisolte del nostro territorio: quelle della viabilità e della mobilità, della sicurezza stradale (non scordiamoci che la scriteriata gestione del traffico veicolare ha messo a rischio anche i ciclisti della gara) e soprattutto quella sempre aperta e estremamente delicata della mancanza di un punto di primo soccorso sul nostro territorio comunale.

Sperando in una disamina attenta e costruttiva dell’accaduto che possa essere anche occasione per riportare all’attenzione dell’amministrazione le carenze nei servizi che (non) offriamo ai cittadini, rimaniamo in attesa – concludono i portavoce M5S – della risposta del Sindaco Terzulli alla nostra interrogazione”.

Print Friendly, PDF & Email