Fontana, “In Forza Italia più meritocrazia e primarie ad ogni livello”

0
638
fontana
Giampiero Fontana alla manifestazione di Forza Italia a Marino
fontana
Giampiero Fontana alla manifestazione di Forza Italia a Marino

Il Sindaco Giampiero FONTANA ha preso parte al Meeting di Forza Italia “Ricominciamo da Noi, La piazza del dibattito: ascolto, confronto, partecipazione, proposta”, promosso da Club Forza Silvio, Centro Studi Imago, Oltre ed Insieme per l’Italia, svoltosi sabato scorso a Marino, coordinato dal Sen. Francesco ARACRI e dal Consigliere regionale Adriano PALOZZI.

L’incontro ha visto la presenza, tra gli altri, dell’On. Raffaele FITTO, del Vice Presidente del Senato, Sen. Maurizio Gasparri, del Presidente del Gruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, On. Renato BRUNETTA, dell’ex Sindaco di Roma Gianni ALEMANNO e dell’ex Ministro per le Politiche Comunitarie Andrea RONCHI.

Il Meeting è stato suddiviso in due fasi. Nella prima, il Direttore de “Il Tempo,” Gian Marco CHIOCCI, ha coordinato una tavola rotonda dal titolo “Il Lazio al centro”, ponendo una serie di domande ai predetti Onorevoli, Senatori ed ex incaricati, su tematiche di attualità, come la questione del riconoscimento delle unioni civili, oltre a chiedere ai singoli intervenuti come rimettere in cammino il Centrodestra e su quali basi programmatiche e valoriali. In questa fase è intervenuto in collegamento telefonico anche il Vice Presidente del Parlamento europeo, l’On. Antonio TAJANI.

Conclusa la prima fase, si è aperto il dibattito sulla politica locale, introdotto dagli interventi del Sindaco di Marino, Fabio SILVAGNI e del Consigliere regionale e Coordinatore dei Circoli di Forza Italia della Provincia di Roma, Adriano PALOZZI. Hanno portato il loro saluto anche il neo-eletto Consigliere dell’Area metropolitana di Roma, Massimiliano GIORDANI ed il Responsabile dei Circoli romani di Forza Italia Davide BORDONI.

Filo conduttore della prima, quanto della seconda fase, la riorganizzazione del Partito, a tutti i livelli ma, soprattutto, l’imprescindibile necessità di riaffermare i riferimenti valoriali e programmatici di Forza Italia.

Molti dei presenti hanno sottolineato l’importanza di un ritorno della Politica tra la gente, accompagnato da una forte ed incisiva azione di Opposizione al Governo Renzi, senza la quale il Movimento rischia di perdersi tra i mille rivoli del qualunquismo.

Gli oltre 8 milioni di elettori persi dal Centrodestra tra il 2001 ed il 2013 dimostrano che occorre “smetterla di assecondare le finzioni di Renzi”, rivendicando la difesa di quelle tematiche che nel tempo sono state via via abbandonate, a partire dalla Famiglia e dal suo ruolo fondamentale nell’adozione di politiche nazionali.

Il Sindaco FONTANA ha incentrato il proprio intervento sulla Meritocrazia, invitando i referenti di Forza Italia ad aprire, quanto prima, al riconoscimento del merito ed al rispetto delle regole (condivise e non imposte da pochi).

FONTANA ha posto l’accento sul bisogno crescente di democrazia diretta (svolgimento di congressi veri, con spinta dal basso, ed elezioni primarie, vere, ad ogni livello), unica strada per riavvicinare le persone alla Politica, ascoltandole e comprendendone le esigenze per poi decidere.

“Questa la strada da percorrere, evitando retorica o demagogia, nella consapevolezza che è l’unica in grado di dare un futuro all’Italia ed ai Nostri figli” ha detto.

Il Sindaco di Grottaferrata ha evidenziato il nuovo metodo di Governo della Città, introdotto dal Centrodestra lo scorso 10 giugno dopo il successo al ballottaggio, confermando che “i primi positivi risultati, sebbene a pochi mesi di distanza dalle elezioni, comincino ad intravedersi”.

In particolare, e data la circostanza, FONTANA ha esaltato le peculiarità del Gruppo grottaferratese di Forza Italia di cui egli stesso è espressione, insieme a due Assessori e quattro Consiglieri comunali. “Un Gruppo che è innanzitutto umano, dove merito e talento non vengono stoppati bensì incentivati a crescere per stimolare la crescita dell’intero Gruppo”.

Il Sindaco FONTANA ha concluso auspicando un pronto ritorno all’unità politica del Centrodestra, a tutti i livelli, confermando che il locale Gruppo di Forza Italia continuerà ad operare come sinora avvenuto, nell’aspettativa che tutto il Partito vorrà orientarsi in tal senso.

L’INTERVENTO INTEGRALE DEL SINDACO DI GROTTAFERRATA GIAMPIERO FONTANA:

“In Italia c’è qualcosa che non funziona, nelle aziende, negli enti pubblici, nelle scuole ma anche e soprattutto in politica si parla tanto di meritocrazia, ossia quella forma di premio sociale, se così possiamo definirlo, riconosciuto alle persone più meritevoli e talentuose.

Numerose e lodevoli sono le iniziative per sventolare questa bandiera ma alla fine salgono sul podio le persone di dubbia capacità, mentre chi realmente dovrebbe stare lì non riesce ad emergere e ad affermarsi e, spesso, si allontana od è costretto ad andare via.

Di questo passo l’Italia è destinata a fallire, proprio perché la meritocrazia per ragioni sociali non riesce a nascere.

Il Nostro, infatti, è un paese basato sulle raccomandazioni, una piaga sociale che incide sull’economia. Ed un paese in cui prevalgono individui il più delle volte disonesti, incapaci, irresponsabili, è destinato al declino.

Un paese dove vanno avanti i cosiddetti furbi non può avere futuro. E tutto ciò avviene perché manca quella cultura della sana competizione ed il rispetto delle regole, senza la quale la meritocrazia può nascere.

E’ un po’ come parlare di due aziende, una onesta che rispetta tutte le regole, l’altra disonesta, che non rispetta le regole, alla fine quella onesta dovrà chiudere per l’impossibilità di competere.

Stessa cosa in politica. I politici eccellenti sono sempre meno, e giustamente rimangono delusi dalle aspettative che un modello basato sulle raccomandazioni può dare loro.

Sanno già che hanno perso in partenza, in quanto non verranno pesati e valutati giustamente. E ciò indipendentemente dai voti conquistati. Anzi, se si ottiene un successo, basato sul merito e sul consenso schietto delle persone, è arduo emergere in una giungla di nominati.

E allora Forza Italia apra, finalmente, alla meritocrazia ed alla capacità del rispetto delle regole.

Regole che devono essere individuate e riconosciute da TUTTI, non solo da pochi (spesso neanche “eletti” ma nominati…).

Non si chiede la luna, ma semplicemente un tesseramento reale ed a costi in linea con la situazione socio-economica.

E poi lo svolgimento di congressi, veri e con la spinta dal basso, che premino chi merita di rappresentare il Partito, a tutti i livelli, anziché produrre i soliti mediocri o non meritevoli, frutto di accordi tra i soliti noti che finiscono, inevitabilmente, per tagliare le ali ai tanti potenziali talenti.

Infine le Primarie per l’individuazione dei candidati (Sindaci, Consiglieri dell’Area Metropolitana, Presidenti di Regione, Parlamentari nazionali ed europei), anche queste vere e non taroccate, regolamentate affinché votino solo elettori di Centrodestra e non come accade nel PD in cui si può recare a votare praticamente chiunque…

La gente può riavvicinarsi alla Politica solo se la Politica dimostra di saper ascoltare, comprendere e poi decidere sulla base delle reali esigenze delle persone. Ma a decidere devono essere i meritevoli riconosciuti tali da chi li ha eletti.

Non è retorica o demagogia, ma solo la consapevolezza che se si vuole dare un futuro all’Italia ed ai Nostri figli, questa è la strada.

A Grottaferrata stiamo provando a muoverci in questa prospettiva ed i risultati, anche se a pochi mesi di distanza dalla Nostra elezione, si vedono, e come se si vedono.

Il Gruppo di Forza Italia che esprime il sottoscritto, due Assessori e quattro Consiglieri comunali è, innanzitutto, un Gruppo umano, dove chi ha merito e talento non viene stoppato bensì incentivato a crescere e, in tal modo, a stimolare anche gli altri alla crescita, favorendo così la crescita del singolo talento ma, contemporaneamente, dell’intero Gruppo.

Andiamo avanti così e ci aspettiamo che anche il Partito si orienti in tal senso.

Il resto verrà di conseguenza, incluso il Nostro ritorno al Governo, a tutti i livelli”.

Print Friendly, PDF & Email