Formalba pronta a recepire finanziamenti per la formazione duale

0
3101
valicenti
Giuseppe Valicenti - Direttore Commerciale e Sviluppo Formalba
valicenti
Giuseppe Valicenti – Direttore Commerciale e Sviluppo Formalba

In vista del Seminario sulla Formazione Duale promosso dall’Istituto di Formazione Formalba, che si terrà ad Albano Laziale il prossimo 10 Marzo, sul sito di Italia Lavoro sono state già pubblicate le graduatorie dei centri di formazione professionale ammessi alla sperimentazione del nuovo Sistema duale voluto dal Ministero della Pubblica Istruzione all’interno del disegno di riforma del sistema formativo nazionale. A tal proposito chiediamo al Direttore commerciale e sviluppo di Formalba, Pino Valicenti, cosa cambia per Formalba l’avvento del Sistema Duale?

“Con l’avvio della Sperimentazione del Sistema duale, grazie alla delibera della Giunta Regionale del Lazio N. 1 del 12 gennaio 2016 e con la pubblicazione della graduatoria dei centri di formazione professionale ammessi ai contributi per la realizzazione di azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale, nella quale il nostro organismo di formazione è stato ammesso a contributo e si è visto accreditare le sedi operative di Albano, Pomezia, Velletri, Cecchina, Colleferro e Marino, innanzitutto aumentano le responsabilità di Formalba nei confronti dei giovani, dai 15 ai 29 anni, che sono alla ricerca di un posto di lavoro e per cui, grazie a questo nuovo filone di finanziamento, è chiamata ad offrire risposte concrete sia per coprire il gap esistente nel passaggio dalla fine del periodo scolastico all’inizio dell’attività lavorativa e sia come mezzo per contrastare la dispersione scolastica”.

Che cos’è il sistema duale?

“Con il termine “Formazione duale” si intende la formazione professionale alternata fra scuola e lavoro che vede gli istituti professionali e i datori di lavoro fianco a fianco nel processo formativo, per aumentare le possibilità di ridurre la disoccupazione giovanile che, secondo i dati Istat, in Italia si è impietosamente attestata oltre il 40%, mentre in Germania anzitutto e poi Austria, Svizzera e Olanda, che adottano questo sistema integrato tra scuole professionali e aziende, la disoccupazione giovanile è attestata intorno all’8%”.

Come intende applicare il Sistema duale Formalba?

“Formalba, attraverso la sperimentazione del Sistema duale consentirà ai nuovi primi anni, spero già dal 16 settembre 2016, di seguire un percorso di apprendimento in impresa tramite un contratto di apprendistato di primo livello, mentre i frequentanti i secondi e i terzi anni dei percorsi ordinari di Istruzione e Formazione Professionale potranno utilizzare un sistema di alternanza rafforzata di 400 ore annue, prioritariamente attraverso l’utilizzo del citato contratto di apprendistato. Attraverso queste due azioni ai nostri ragazzi sarà offerta la possibilità di conseguire gli stessi titoli di studio acquisibili nei percorsi ordinari a tempo pieno come la qualifica, il diploma professionale e il diploma di istruzione secondaria superiore. Inoltre, saranno attivati i percorsi formativi di quarto anno per il conseguimento del diploma professionale, allargando l’offerta dei percorsi IeFP nel suo sviluppo verticale, prioritariamente attraverso l’utilizzo del contratto di apprendistato di cui all’art.43 del Decreto Legislativo 81/2015 e, infine, saranno attivati percorsi formativi modulari per la qualificazione e riqualificazione di giovani Neet aderenti al programma Garanzia Giovani, attraverso il servizio di validazione delle competenze acquisite in contesti formali e non formali, al fine di definire la metodologia e determinare la durata di ogni singolo percorso”.

Si tratta di un cambiamento rivoluzionario?

“In realtà noi cerchiamo solo di raccogliere i primi frutti destinati alla Formazione professionale dal ricco albero del Jobs act. Frutti finalizzati a promuovere l’alternanza scuola-lavoro e a favorire l’occupabilità dei giovani”.

Da qui al 16 settembre 2016 che iniziative saranno prese da Formalba?

“Innanzitutto è opportuno ricordare che per l’anno formativo 2016/17, sono aperte le iscrizioni ai primi anni per tutti quei ragazzi che hanno terminato la terza media o che hanno trovato difficoltà ai primi, secondi e terzi anni negli altri Istituti. In particolare mi riferisco a quei giovani che vorrebbero studiare lavorando ed intendono imparare facendo. Inoltre, sono aperte le iscrizioni ai PFI (Percorsi Formativi Individualizzati) che già fanno piena alternanza lavoro e che sono rivolti a giovani diversamente abili.

Per quanto concerne il sistema duale, abbiamo organizzato per il 10 marzo 2016 presso la Sala Nobile del Comune di Albano Laziale, un Seminario dal titolo: “Sistema duale: alleanza scuola-lavoro per ridurre la disoccupazione giovanile”, che si propone di aprire un ampio dibattito sul rapporto scuola/lavoro e punta a coinvolgere i nostri docenti e i possibili stakeholder territoriali, per creare una rete che miri ad applicare il Sistema duale sul nostro territorio, così come richiesto dal Ministero del Lavoro (che ne vuole studiare l’applicazione nel nostro Paese) e dall’Unione europea che spinge per la sua generalizzazione negli stati che hanno sistemi differenti. Sono state invitate a relazionare personalità di eccellente spessore conoscitivo e con una sensibilità spiccata verso la soluzione del problema che attanaglia le giovani generazioni, il lavoro”.

Print Friendly, PDF & Email