Frascati, al Teatro Capocroce Il (caro) Prezzo del Somaro

0
894
ilprezzodelsomaro
Lo spettacolo Il Prezzo del Somaro
ilprezzodelsomaro
Lo spettacolo Il Prezzo del Somaro

Sabato 14 novembre in una serata fredda e a tratti surreale con il pensiero ai fatti di #parigi in tanti si sono radunati presso il teatro di Capocroce per assistere allo spettacolo del regista e attore Valerio De Angelis “Il Prezzo del Somaro”.

Una pièce importante, fortemente voluta dallo stesso De Angelis, come dichiarato dal regista-attore a Meta Magazine: “Sono soddisfatto della risposta del pubblico e di un lavoro in cui con le mie compagne di viaggio Silvia Faccini e Irene Trapani abbiamo messo il cuore – dichiara De Angelis – una storia che si intreccia inevitabilmente con la realtà e la tragedia di #parigi di queste ultime ore. Non era facile allestire con sole 10 prove uno spettacolo del genere che ha avuto una genesi particolare e che sono orgoglioso di aver portato in scena con Silvia ed Irene. Speriamo – conclude Valerio De Angelis – di riuscire a riproporlo già dal 2016 e magari di portarlo nelle scuole del territorio, ragione per cui è nato questo progetto e che è un sogno che non vogliamo abbandonare”.

Uno spettacolo spigoloso come il personaggio di Rosina, interpretato da Irene Trapani, che sollecitata sulla durezza del suo personaggio commenta come “sia una facciata una forma di autodifesa, testimoniata dal finale o dai finali dello spettacolo”.

Questo perché lo spettacolo si sviluppa come una commedia divertente che diventa con il passare dei minuti sempre più malinconica e tragica con la morte del caporale Emilio Fornari – interpretato dallo stesso De Angelis. Finale doppio che si compone della scoperta dell’identità del Caporale Fornari e della morte “accidentale” dello stesso per opera della malasorte e del vero convitato di pietra dello spettacolo l’asino Nicola che non appare mai in scena, ma è sempre presente e protagonista, aleggiando dell’aria come vero mattatore dello spettacolo con il peso del suo prezzo.

Brillante il personaggio di Viola, portato in scena da Silvia Faccini, un ruolo “diverso da quelli che mi è capitato spesso di interpretare – dichiara la Faccini – al fianco di Valerio in questi ultimi anni. Un personaggio che ha un distacco netto nel finale quando scopre il “tradimento” del Caporale nei confronti della terza sorella della famiglia morta incinta dello stesso Fornari. Un vero e proprio strappo dall’età dell’innocenza a quella dell’età adulta che spero sia stata apprezzato dal pubblico. Spero fortemente – conclude Silvia Faccini – di poter riproporre questo spettacolo nei prossimi mesi assieme a Irene e Valerio”.

Vendendo i volti degli spettatori – commenta con queste parole la serata il Presidente di Quintaprima Daniele Sereni – sono convinto che “Il Prezzo del Somaro” sia piaciuto e sia stato apprezzato. Per noi era importante dedicare la rappresentazione alle vittime della tragedia che ha colpito venerdì 13 novembre #parigi e tutto il mondo ed in particolare le vittime del teatro Bataclan. Mi auguro – conclude Sereni – unendomi ai pensieri e alle parole di Irene, Silvia e Valerio, di aver dato il nostro contributo a non dimenticare cos’è la guerra e purtroppo la sua attualità. Il teatro deve avere un fine pedagogico, sono convinto che come Quintaprima abbiamo dato il nostro piccolo contributo, cosa che rende orgoglioso me e chi ha contribuito alla riuscita de “Il Prezzo del Somaro””.

Print Friendly, PDF & Email