Frascati, Amici a 4 zampe e giornata del microchip gratuito il 13 settembre

0
1112
emanuela musettti
Emanuela Musetti, Presidente dell'associazione Tendi La Zampa
emanuela musettti
Emanuela Musetti, Presidente dell’associazione Tendi La Zampa

In programma per il prossimo 13 settembre una domenica all’insegna della solidarietà.

Il Parco di Villa Sciarra di Frascati ospiterà “AMICI A 4 ZAMPE”, manifestazione ideata dall’associazione animalista e di tutela ambientale Tendi la Zampa, patrocinata dal Comune di Frascati, con picnic al sacco nel parco.

Durante l’evento, organizzato per contrastare il fenomeno del randagismo e per sensibilizzare la popolazione al rispetto degli animali, la Onlus Tendi La Zampa, grazie alla collaborazione della ASL Veterinaria Roma H,  darà la possibilità, per quanti ancora non in regola, di usufruire gratuitamente della microchippatura, attraverso una prenotazione che sarà rilasciata ai partecipanti interessati durante la mattinata e che consentirà di chippare gratuitamente il proprio cane presso l’ambulatorio veterinario sanitario indicato.

Nel corso della manifestazione, che inizierà alle ore 10.00, numerose attrazioni: esibizioni di Agility dog e Obedience a cura di Sky Jumper Team, con possibilità di provare le discipline in compagnia dei pets, “Sfilata di beneficienza” dei cani adottati con premiazione, “Campus informativo” con le consulenze gratuite sul benessere e la salute degli animali delmedico veterinario dott.ssa Lucia Donati e della dott.ssa Roberta Bucci, educatrice e rieducatrice cinofila Apnec, “Picnic al sacco nel parco”.

“Il lavoro fatto  con i randagi del territorio – spiega Emanuela Musetti, Presidente di Tendi La Zampa Onlus –  è stato tanto. Nel corso di questi ultimi anni abbiamo recuperato e fatto adottare centinaia di senza famiglia, ma non basta. Purtroppo le emergenze sono infinite, soprattutto perché ancora esiste l’errata convinzione che sterilizzare sia “contro natura”. A quanti mi rispondono questo – prosegue la Musetti – dico che è invece contro natura una vita dietro le sbarre o per le strade.

In quest’ ultimo anno abbiamo recuperato tantissimi cuccioli di cane abbandonati  nei cartoni in strade secondarie, e decine di gattini chiusi nei sacchetti di plastica o gettati nei cassonetti, tutti condannati ad un atroce destino, una morte lenta e crudele. La mia speranza è che, con queste iniziative e con il lavoro che stiamo portando avanti da qualche anno nelle scuole sui più giovani con il progetto “Il mio amico a 4 zampe”, si possa riuscire, nel nostro piccolo, a  sensibilizzare il nostro territorio ad una educazione civica ormai inesistente e ad un rispetto per tutti gli  esseri senzienti, colpevoli soltanto di amare l’uomo e fidarsi di lui”.

 

Print Friendly, PDF & Email