Frascati, Lucia Santoro polemizza con Luca Iaia

La capogruppo M5S A Palazzo Marconi Lucia Santoro risponde a Luca Iaia "il Segretario Dem pensi al suo zingaretti e al suo senatore"

0
200
piazzaporticella
Piazza della Porticella di Frascati
LUCIA SANTORO (M5S FRASCATI): IL SEGRETARIO DEM PENSI AL SUO ZINGARETTI ED AL SUO SENATORE
“Per l’ennesima volta assistiamo ad un segretario di partito che invece di dedicarsi a casa propria si mette a fare il “guardone” sui social bacchettando e moralizzando su discussioni, anche accese, di carattere politico locale. Davvero curioso il fatto che il segretario dem Luca Iaia, evidentemente poco attento, non si accorga del fatto che in queste ore il segretario nazionale del suo partito, Nicola Zingaretti, è stato accusato di aver sperperato 260 milioni di euro per il palazzo del Torrino; che ancora Zingaretti, da Presidente della Regione, ha finito col distruggere la sanità del Lazio, e che le malelingue insinuano avrebbe un titolo di studio farlocco”.
Così la consigliera 5 stelle di Frascati Lucia Santoro.
 
“Non solo, il buon segretario dem di Frascati non si accorge che il suo Senatore di riferimento è stato rinviato a giudizio: una volta con l’accusa di aver speso senza cognizione e utilità i soldi dei cittadini della Regione Lazio, e stavolta con quella di aver elargito una consulenza farlocca da oltre 80mila euro al fratello dell’ex sindaco di Frascati: fratello che in realtà lo stesso Pd voleva originariamente come candidato sindaco. Una consulenza redatta con un copia e incolla indegno”, prosegue la Santoro.
“Aggiungiamo una cosa: noi che abbiamo un profondo rispetto per la giustizia e la verità, non abbiamo alcun timore ad affrontate la realtà dei fatti, nonché a rivendicare chi siamo. Se quindi assistiamo ad una aggressione ai danni di un cittadino, la denunciamo. Quando poi ci accorgiamo che certi personaggi invece di riflettere su quanto accaduto difendono l’indifendibile, non abbiamo paura di sostenere un confronto acceso, anche sui social. Questa è la differenza tra noi e altri schieramenti che non provano pudore nel vedersi rappresentati da esponenti a dir poco criticabili, a partire dal già citato Senatore del territorio.  Senza dimenticare che, noi accusati di essere incompetenti, abbiamo per primi avuto il coraggio e la capacità di denunciare la gravissima situazione della Sts Azienda speciale, che lo stesso PD ha gestito per anni. È semplice stigmatizzare quello che accade sui social, chiudendo gli occhi di fronte ciò che di grave invece accade nei Comuni che si amministrano”, conclude la consigliera 5 stelle di Frascati. Da ultimo, è d’obbligo una precisazione: il nostro rappresentante istituzionale, quando sui social fa riferimento ai “pugni”, parla evidentemente non di aggressioni di strada che invece attengono ad altri, quanto alla sua attività prima di pugile, poi di istruttore. Se c’è qualche problema col pugilato, vernissage e cricket possono essere attività sportive meno indigeste per chi passa le proprie giornate a sbirciare sui social”conclude l’esponente dell’M5S.
Print Friendly, PDF & Email