Frascati Scherma, Bianchi vince la prima prova Giovani

0
707
bianchi
Bianchi (Foto Bizzi)
bianchi
Bianchi (Foto Bizzi)

Quattro podi per il Frascati Scherma nella prima prova Giovani disputata a Ravenna nello scorso fine settimana. Il risultato più importante è arrivato dal fioretto dove Guillaume Bianchi (nella foto di Augusto Bizzi) ha sbaragliato la concorrenza e conquistato il primo posto. Tra l’altro la finale è stata un bellissimo confronto in “famiglia” con l’altro atleta del club tuscolano Alessandro Gridelli che alla fine si è arreso col punteggio di 15-13. Un primo e secondo posto che conferma l’altissima qualità del settore Giovani del fioretto dove tra l’altro va segnalato anche l’ottimo sesto posto di Andrea Funaro, eliminato ai quarti proprio da Gridelli al termine di un’autentica battaglia (15-14). Per completare il discorso del fioretto va ricordato l’ottavo posto di Serena Puglia nella prova femminile. Gli altri due podi sono arrivati dalla sciabola e sono due notevoli terzi posti: nella prova femminile Chiara Crovari si è arresa al penultimo assalto della manifestazione alla forte Eloisa Passaro (10-15) che poi è risultata la vincitrice del test in terra romagnola. In questa stessa gara Lucia Lucarini (alla sua prima gara da tesserata delle Fiamme Rosse come corpo militare) ha ottenuto un positivo settimo posto. Nella prova maschile, invece, sul gradino più basso del podio è riuscito a salire Federico Riccardi, “stoppato” in semifinale dall’atleta della Fides Livorno Gherardo Caranti che si è imposto per 15-11.
Intanto a Tokyo è andata in scena una tappa di Coppa del Mondo Assoluta di fioretto con Daniele Garozzo che ha confermato il suo buon inizio di stagione. Il campione olimpico in carica ha ceduto nella prova individuale ai quarti di finale per mano dello statunitense Chamlew-Watson che tra l’altro si è aggiudicato la prova e che ha “bruciato” Garozzo all’ultima stoccata. «Felice di essermi nuovamente confermato tra i primi al mondo, rammaricato per aver perso per la seconda volta di fila di una stoccata per accedere alla semifinale» ha commentato il fiorettista sul suo profilo Facebook. A Tokyo c’erano anche Damiano Rosatelli (29esimo) e Francesco Trani (112esimo) oltre al maestro Fabio Galli. Garozzo ha poi completato la sua trasferta nipponica conquistando il podio a squadre con l’Italia, battuta in semifinale dagli Usa e poi dominatrice della “finalina di consolazione” col Giappone padrone di casa.

Print Friendly, PDF & Email