Frascati Scherma, Garozzo e la Vecchi vincono a Bastia

Frascati Scherma: il campione olimpico Daniele Garozzo e Irene Vecchi vincono a Bastia, Guilherme Toldo quinto ai mondiali militari in Cina

0
91
vecchi_aquili
Irene Vecchi e Andrea Aquili

Sono tornati in pedana i big della scherma nazionale e all’appello non potevano mancare i tanti campioni del Frascati Scherma. Nello scorso fine settimana si è disputata la prima prova Open di qualificazione nazionale nella cittadina umbra di Bastia e gli atleti del club tuscolano sono stati subito protagonisti. Nel fioretto maschile Daniele Garozzo ha sbaragliato la concorrenza: il campione olimpico in carica ha faticato tanto contro il giovane compagno di società Guillaume Bianchi (ottimo quinto alla fine), battuto all’ultima stoccata 15-14 nei quarti di finale. In semifinale altra battaglia col compagno di Nazionale Alessio Foconi, sconfitto sempre in extremis per 15-14 e infine nell’ultimo atto è arrivato il successo per 15-10 su Edoardo Luperi delle Fiamme Oro. Tra le donne, ha solo sfiorato il successo Alice Volpi, battuta in finale dall’altra azzurra Elisa Di Francisca col punteggio di 15-6. In semifinale la fiorettista aveva avuto la meglio su Martina Favaretto delle Fiamme Oro, sconfitta per 15-8. Nella stessa arma quinto posto per Arianna Errigo, frenata ai quarti di finale proprio dalla Volpi, e sesto posto per Camilla Mancini, sconfitta nello stesso turno da Martina Batini col punteggio di 15-9. Nella sciabola, è arrivato un beneagurante successo nella prima prova stagionale anche per Irene Vecchi: l’atleta toscana ha sconfitto in finale Martina Criscio (Esercito) col punteggio di 15-10, mentre in semifinale aveva avuto la meglio della sua ex compagna di società Loreta Gulotta con un tirato 15-13. Nei quarti, invece, la Vecchi si era sbarazzata di Benedetta Taricco (Aeronautica) col punteggio di 15-8. Ottavo posto conclusivo, invece, per Rossella Gregorio, uscita a testa alta sempre nei quarti di finale per mano della stessa Criscio col punteggio di 15-13. Ai mondiali militari di scena a Wuhan (in Cina) ha sfiorato la medaglia il fiorettista brasiliano Guilherme Toldo che si è fermato al quinto posto e ai quarti di finale per “colpa” della sconfitta per 15-11 rimediata dal francese Pauty, poi argento iridato. Si era fermata agli ottavi, invece, la corsa di Valerio Aspromonte e Damiano Rosatelli. Infine nel torneo satellite di Zagabria (in Croazia) è arrivato un altro buon risultato per il fiorettista spagnolo Carlos Llavador, piazzatosi al secondo posto.

Print Friendly, PDF & Email