Frascati Scherma, ok le Allieve di fioretto

Frascati Scherma, la squadra Allieve-Ragazze vice campionessa d’Italia nel fioretto. Gran risultato a Sulmona ad inizio marzo

0
61
frascatischermaallieve
Frascati Scherma allieve ragazze

L’ennesima grande soddisfazione a livello giovanile per il Frascati Scherma. Dopo il secondo posto ottenuto dalla squadra Ragazzi-Allievi a Sulmona otto giorni fa, il club tuscolano può festeggiare un altro titolo di vice campione d’Italia nella categoria Gpg (Under 14). A conquistare un altro splendido argento sono state le fiorettiste nella categoria Ragazze-Allieve: la squadra formata da Nicole Capodicasa, Alice De Belardini, Beatrice Giorgio e Rebecca D’Angelo è arrivata a un passo dal gradino più alto del podio. Un percorso che le giovani tuscolane hanno affrontato partendo dalla posizione numero 4 del “ranking”: dopo aver estromesso comodamente il Circolo della Spada di Rimini e poi con qualche difficoltà in più la compagine umbra del Circolo della Scherma di Terni (combattuto 45-39), le tuscolane si sono ritrovate di fronte in semifinale il Club Scherma Jesi, piegato con un autoritario 45-37. Nell’atto conclusivo della manifestazione la squadra del Frascati Scherma ha incrociato l’arma con il Comini Padova che si è dimostrata superiore e si è imposta col punteggio di 45-32.
Fuori dai confini italici, è andata in scena una tappa di Coppa del Mondo di sciabola Assoluta. La soddisfazione maggiore è stato il terzo posto a squadre ottenuto dall’Italia (vincitrice nella finalina di consolazione contro gli Usa per 45-42). Le atlete del Frascati Scherma Irene Vecchi, Rossella Gregorio e Loreta Gulotta, assieme alla compagna di Nazionale Martina Criscio, hanno strappato un bel bronzo riscattando delle prove individuali non brillantissime. La migliore nella prova singola è risultata Arianna Errigo (che al momento continua nel suo esperimento con la doppia arma fioretto-sciabola), battuta agli ottavi dalla francese Lembach e undicesima alla fine. Si erano fermate nel turno precedente sia la Vecchi (sconfitta dalla russa Velikaya) che la Gregorio (piegata dall’altra transalpina Brunet).

Print Friendly, PDF & Email