Frascati Scherma protagonista alle Universiadi

Quattro medaglie sono il bottino che il Frascati Scherma ha conquistato alle Universiadi organizzate dalla Regione Campania

0
118
universiadi
Rosatelli, Bianchi e Lucarini insieme a Battiston

E’ un bottino ricchissimo quello del Frascati Scherma alle Universiadi che si sono disputate a Napoli (anche se in realtà le prove in pedana si sono tenute tutte al palazzetto di Baronissi, in provincia di Salerno). Nelle prove individuali il club tuscolano ha applaudito ben quattro medaglie: nel fioretto maschile, addirittura, c’è stata la finale “in famiglia” tra Damiano Rosatelli, che poi ha vinto l’oro, e Guillaume Bianchi, che si è dovuto “accontentare” dell’argento. Nel confronto conclusivo il primo ha avuto la meglio col punteggio di 15-10, dopo che Bianchi era stato in vantaggio fino al 9-6. La rimonta di Rosatelli è stata inesorabile e ha spalancato l’oro all’atleta nato a Genzano. Sempre nel fioretto, ma al femminile, va segnalato anche l’ottimo bronzo di Camilla Mancini, capace di arrivare alle porte della finale per poi arrendersi alla francese Patru che si è imposta per 15-13. Molto brava anche la sciabolatrice Lucia Lucarini, umbra d’origine ma ormai da tempo a Frascati: dopo aver combattuto nei turni precedenti, è arrivato il k.o. nell’atto conclusivo al cospetto della transalpina Balzer che l’ha spuntata per 15-9. Ma le soddisfazioni per il Frascati Scherma non si sono limitate alle prove individuali: dalle competizioni a squadre sono arrivati addirittura tre ori. La prima a salire sul gradino più alto del podio (in ordine di tempo) è stata Camilla Mancini che ha trionfato assieme ad Erica Cipressa e a Martina Sinigalia. Il percorso delle azzurre non ha avuto alcuna esitazione e, dopo i netti successi con gli Usa (ai quarti) e con la Cina (in semifinale), è arrivata la combattuta vittoria in finale contro la Russia che si è inchinata col punteggio di 45-38. Ancor più netto il successo del fioretto maschile con Damiano Rosatelli e Guillaume Bianchi che, assieme a Francesco Ingargiola, hanno travolto ai quarti la Cina, in semifinale la Russia e nell’ultimo atto la Corea con un imbarazzante 45-22. Splendido oro anche dalla squadra di sciabola femminile dove con Lucia Lucarini c’erano anche Michela Battiston e Rebecca Gargano. Le azzurre hanno sconfitto la Gran Bretagna ai quarti, la Russia in semifinale e la Francia (con un combattuto 45-41) nella finalissima.
Ora l’obiettivo è puntato sui prossimi mondiali di Budapest in programma dal 15 al 23 luglio: a difendere i colori del Frascati Scherma ci saranno i fiorettisti Daniele Garozzo, Arianna Errigo, Alice Volpi e Francesca Palumbo e le sciabolatrici Rossella Gregorio e Irene Vecchi, ma della spedizione faranno parte anche i maestri Fabio Galli (fioretto), Lucio Landi e Andrea Aquili (sciabola).

Print Friendly, PDF & Email