Frascati Scherma sul podio agli Europei

I rappresentanti del Frascati Scherma protagonisti agli Europei: Garozzo vice campione europeo nel fioretto, la Volpi medaglia di bronzo

0
73
garozzo_galli
Garozzo e Galli

E’ mancato l’acuto più alto, ma è comunque buono il bottino del Frascati Scherma ai campionati europei che si sono svolti a Dusseldorf (in Germania). La società tuscolana ha applaudito a livello individuale una doppia medaglia nel fioretto: quella d’argento di Daniele Garozzo, già campione olimpico a Rio 2016 e autore del medesimo risultato agli europei di Novi Sad dello scorso anno, e quella di bronzo di Alice Volpi. Il primo (nella foto di Augusto Bizzi assieme al suo maestro Fabio Galli) è arrivato a un passo dall’alloro continentale, ma in finale non è riuscito mai a trovare il ritmo giusto contro il connazionale Alessio Foconi (campione del mondo in carica) che si è imposto col punteggio di 15-4. In precedenza il campione siciliano che da tempo si allena a Frascati aveva eliminato in semifinale per 15-8 il francese Enzo Lefort, mentre ai quarti di finale aveva battuto per 15-10 il polacco Andrzey Rzadkowski. Bronzo con “retrogusto” polemico per Alice Volpi che è stata stoppata in semifinale dalla russa Inna Deriglazova col punteggio di 15-11: la forte fiorettista senese che si allena a Frascati ha sportivamente preso le sue responsabilità ed ha incassato comunque un terzo posto europeo di tutto rispetto. I due fiorettisti hanno “bissato” nelle rispettive prove a squadre: Garozzo (assieme ai compagni di nazionale Alessio Foconi, Giorgio Avola ed Andrea Cassarà) ha superato all’esordio l’Ucraina col punteggio di 45-28 nel match dei quarti di finale, poi in semifinale è giunta la battuta d’arresto, col punteggio di 45-40, contro i padroni di casa della Germania, prima della “finalina” per il bronzo vinta contro la Russia per 45-36. Per la Volpi, che nella gara a squadre ha affiancato le compagne di società Arianna Errigo e Francesca Palumbo oltre che Elisa Di Francisca, si è preso un altro bronzo vincendo la finale per il terzo posto contro la Germania per 45-36, dopo l’eliminazione in semifinale per mano della Russia. Tornando alla prova individuale di fioretto femminile, vanno segnalati anche il nono e decimo posto di Arianna Errigo e Francesca Palumbo, fermate agli ottavi di finale rispettivamente dalla russa Ivanova e dalla tedesca Ebert. Nella sciabola, è arrivata a un passo dalla medaglia individuale Irene Vecchi che è stata fermata ai quarti di finale dall’ungherese Marton e che ha concluso al quinto posto. Si è arenata al turno precedente la corsa di Rossella Gregorio, battuta agli ottavi dalla russa Nikitina per 15-10 e nona alla fine. Le due compagne di società al Frascati Scherma hanno incassato un amaro quarto posto nella prova a squadre assieme alle altre due azzurre Martina Criscio e Sofia Ciaraglia: l’Italia, dopo il k.o. in semifinale contro la Russia, si è inchinata anche alla Francia nella finale per il bronzo. Della spedizione continentale hanno fatto parte anche i maestri del Frascati Scherma Fabio Galli (per il fioretto), Lucio Landi e Andrea Aquili (per la sciabola). Ora l’obiettivo per tutti sarà dare il massimo ai prossimi mondiali di Budapest in programma dal 15 al 23 luglio.

Print Friendly, PDF & Email