Fratelli d’Italia attacca la giunta su Piazza Mazzini

Fratelli d'Italia attacca la giunta Marini sul progetto di Piazza Mazzini: "200 mila euro di soldi pubblici già spesi senza alcun esito"

0
410
albanolaziale
Albano Laziale - piazza Mazzini

“Adesso ve la diciamo noi la verità su piazza Mazzini. La piazza-vetrina della nostra città, quella che da 9 anni ricorre negli annunci dell’amministrazione PD, che costerà alla collettività uno sproposito e della quale non vedremo (almeno in tempi brevi) il compimento”. Lo dichiarano in una nota Federica Nobilio e Roberto Cuccioletta, rispettivamente capogruppo in Consiglio Comunale e Portavoce di Fratelli d’Italia ad Albano Laziale.

“Ma facciamo un po’ di storia. Nel 2010 quando Marini e i suoi si insediarono a Palazzo Savelli trovarono un progetto esecutivo di riqualificazione e valorizzazione della piazza della precedente amministrazione e per dare un segnale di discontinuità decisero di revocare l’incarico precedentemente affidato. Peccato che questa prova muscolare costò una penale di ben 70.000 euro. Politicamente legittimo, economicamente sconsiderato. Cominciano anni di annunci e ripensamenti, di sondaggi per improbabili parcheggi sotterranei e soprattutto di nulla di fatto per i primi 5 anni. Ma nel 2015 (secondo mandato Marini) Piazza Mazzini ritorna sotto i riflettori e viene lanciato un concorso di idee per il rifacimento della piazza e assegnati al vincitore 10.000 euro di premio per una proposta giudicata “molto buona” che prevedeva da una parte sistemazione a verde, attrezzature, chioschi, alberature e tettoie in continuità con Villa Doria e dall’altra una piazza parzialmente pedonale con pavimentazione nuova, pensiline, illuminazione notturna e via dicendo. Nel 2016 l’amministrazione affida al vincitore del concorso di idee la parte esecutiva, peccato che l’incarico non preveda più nulla di tutto quel fantasmagorico progetto premiato che peraltro tanto somigliava a quello stracciato dal PD solo perché targato centrodestra. Per la modica cifra di € 96.580,30 di cui 20.000 solo di progettazione nulla più che la demolizione e ricostruzione del manufatto ad uso CO.TRA.L. e a servizio bar. Ad oggi comunque non è stata avviata nemmeno la gara per iniziare i lavori.

Morale: in 9 anni l’amministrazione a guida PD ha speso almeno 200.000 euro di soldi pubblici per annunciare ogni qualche anno l’idea di una piazza che presumibilmente a ridosso delle prossime elezioni amministrative sarà un cantiere per la sola demolizione della pensilina Cotral. Un sacco di soldi buttati, ma di vere proposte e di vere opere pubbliche per Albano neanche l’ombra”. Concludono la nota Federica Nobilio, capogruppo Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale e Roberto Cuccioletta, portavoce FdI Albano.

Print Friendly, PDF & Email