Gasparri annuncia “Palozzi sarà coordinatore provinciale di Forza Italia”

0
1603
forzaitalia
Manifestazione di Forza Italia con Gasparri Aracri Palozzi Armeni e Ferrarini al teatro Alba Radians di Albano Laziale
forzaitalia
Manifestazione di Forza Italia con Gasparri Aracri Palozzi Armeni e Ferrarini al teatro Alba Radians di Albano Laziale

POLITICA – La mattinata di sabato 1 febbraio, presso la sala del teatro Alba Radians di Albano Laziale, ha visto protagonista la componente interna a Forza Italia facente riferimento a Maurizio Gasparri e Francesco Aracri (presenti anch’e loro ad Albano). L’appuntamento è stata occasione per annunciare l’investitura di Adriano Palozzi, ex Sindaco di Marino, attualmente consigliere regionale di Forza Italia, alla carica di coordinatore provinciale del partito di Silvio Berlusconi. E’ stato proprio il Sen. Maurizio Gasparri ad annunciarlo al pubblico dei militanti e dei quadri vicini alla componente, provenienti dai Castelli Romani ed in prevalenza dal litorale sud della Provincia di Roma. Assente, l’annunciato nei manifesti, neo coordinatore regionale del partito di Berlusconi Claudio Fazzone, Meta Magazine ha chiesto a caldo un commento allo stesso Adriano Palozzi su quello che si profila essere il suo prossimo incarico in seno al partito azzurro: On. Palozzi, quello che ha detto dal palco Gasparri la dobbiamo considerare una notizia, un investitura o un auspicio?

“Dobbiamo ancora attendere l’ufficialità, che tuttavia dovrebbe arrivare a giorni, insieme a tutte le altre nomine a livello regionale nelle altre province. Non si può fare una nomina alla volta, occorre attendere che si raggiunga una quadratura generale. Ad ogni modo, nello specifico avendo ricevuto tutte le rassicurazioni del caso, diciamo che Gasparri ha soltanto anticipato ciò che a breve dovrebbe accadere”.

Oltre all’anticipazione di Gasparri, con l’appuntamento di Albano, la componente di Aracri e Palozzi ha presentato e lanciato il nome di colui che sarà espressione del gruppo politico all’interno della lista di Forza Italia alle prossime elezioni europee. La scelta è ricaduta sul nome di Fabio Armeni, già vice presidente ed assessore della giunta Polverini, lungamente eletto consigliere regionale. “Nel Parlamento Europeo servono competenze e capacità da mettere a disposizione dei territori e degli enti locali – hanno sostenuto dal palco Palozzi ed Aracri – Fabio Armeni è la persona giusta”. “Quest’anno, se verrò eletto celebrerò il mio personale trentesimo anno di attività politica elettiva nei vari livelli istituzionali – ha dichiarato Armeni – ciò sta a significare un attaccamento ed una conoscenza del territorio che è elemento indispensabile in Forza Italia, la quale ha avuto sempre una carenza nella strutturazione nei livelli istituzionali medi e bassi. Noi siamo europeisti – ha aggiunto Armeni – l’Europa però non può essere quella dei salotti finanziari ma quella dei popoli”.

L’intervento del vice presidente del Senato Maurizio Gasparri è stato tutto incentrato sui temi della politica nazionale ed internazionale, dalla vicenda dei Marò: “dopo il viaggio in India delle Commissioni Parlamentari Esteri e Difesa, al quale ho partecipato come componente – ha detto Gasparri – abbiamo chiesto ed ottenuto che il Presidente Napolitano si attivasse ancor più, contattando direttamente sia i nostri connazionali trattenuti in quel Paese, che le autorità internazionali al fine di fare di questa questione un tema comune a tutti, perchè – ha continuato – se non verrà rapidamente risolta, l’Italia potrebbe non partecipare più alle missioni militari internazionali”. Gasparri non ha mancato di lanciare frecce avvelenate a Monti, Casini, Fini, e tutti coloro che hanno intrapreso l’avventura terzopolista. “Gli Italiani nelle urne hanno dimostrato che noi avevamo ragione e loro torto – ha specificato Gasparri – perchè esistono i partiti progetto ed i partiti pretesto, i primi rappresentano delle posizioni politiche, mentre i secondi sono utili soltanto per accrescere il potere di interdizione e ricatto del proprio fondatore, che li ha creati appositamente per acquisire poltrone e potere personale”.

Non sono mancati neppure i riferimenti alla recente scissione di Alfano e del Nuovo Centrodestra: “credo che le recenti uscite – ha detto Palozzi dal palco – siano state per Forza Italia una grande fortuna, perchè ci siamo liberati di tanti rompiscatole che rallentavano il processo di crescita e radicamento del partito”.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il consigliere comunale e capogruppo Pdl di Albano Laziale Massimo Ferrarini che, nell’antica Albalonga è la punta di diamante dei “palozziani”. L’esponente azzurro nel suo discorso, ha fatto un solo riferimento alla politica locale, auspicando che l’amministrazione comunale di centrosinistra che governa Palazzo Savelli possa essere mandata a casa anche prima della scadenza naturale del mandato che cadrebbe nella primavera del 2015.

Tra il pubblico erano presenti tra gli altri: i candidati Sindaci di Forza Italia nei comuni di Frascati (Mirko Fiasco), Grottaferrata (Giampiero Fontana), i Sindaci attualmente in carica e in scadenza di Guidonia (Eligio Rubeis) e Fonte Nuova.

Print Friendly, PDF & Email