Genzano, l’Amministrazione sul consiglio dell’11 maggio

L'Amministrazione Lorenzon, che guida il Comune di Genzano, analizza provvedimenti e decisioni prese durante il consiglio dell'11 maggio

0
401
consigliogenzano3003
Consiglio Comunale di Genzano del 30 marzo 2017

CONSIGLIO COMUNALE 11 MAGGIO, LE COMUNICAZIONI DEL SINDACO

Cambio Giunta

Come sapete tutti, è in corso un cambio di passo totale della mia squadra di governo. Questi quasi due anni di mandato mi hanno convinto che è necessario aprire a nuove risorse ridistribuendo le competenze per sviluppare azioni di programmazione e progettazione finalizzate al raggiungimento di obiettivi chiari, definiti temporalmente e di interesse per la città. Ad oggi due assessori hanno presentato le dimissioni, mentre il terzo ha semplicemente rimesso il proprio mandato. La nuova Giunta verrà nominata a breve.

Depuratore Ardea

Pochi giorni fa il Dipartimento Tutela acque, suolo e risorse idriche della Città Metropolitana di Roma Capitale ci ha informato di aver autorizzato allo scarico delle acque reflue urbane provenienti dal depuratore intercomunale di Ardea nel fosso emissario del lago di Nemi: una buona notizia per cittadini, commercianti e imprese del nostro territorio. È dal 2015 che le problematiche relative all’adeguamento del depuratore hanno causato danni all’economia e all’ambiente, bloccando i nuovi allacci in fogna e l’attivazione delle nuove utenze idriche. Ricordo che l’impianto di depurazione intercomunale serve oltre al nostro Comune quelli di Albano Laziale, Ardea, Ariccia, Lanuvio e Nemi.

Case popolari

Nelle ultime settimane abbiamo assegnato 4 case popolari a famiglie aventi diritto. Un risultato importante, che viene incontro alle esigenze delle famiglie disagiate, reso possibile grazie al lavoro degli uffici preposti in collaborazione con l’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale del comune di Roma (Ater). In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo diamo risposte concrete a chi è in difficoltà, a conferma della nostra attenzione per i bisogni delle famiglie con fragilità sociali.

Stadio Abbatini

Lo scorso 17 marzo ho partecipato alla presentazione del libro ‘Il calcio nei Castelli Romani ieri, oggi e…’. L’evento, che ci ha offerto una panoramica completa del mondo del calcio nei Castelli Romani, ci ha dato la possibilità di ricordare Bruno Abbatini, per tutti Schiccherò: un allenatore, un calciatore, ma soprattutto un grande uomo, testimone della grande storia del calcio genzanese. In quell’occasione mi sono formalmente impegnato ad intitolargli il campo di calcio comunale di via Sicilia e mi sto muovendo in tal senso; quindi vi confermo che quanto prima porteremo la delibera qui in Consiglio. Sono già in contatto con il Cynthia per l’organizzazione di una piccola cerimonia ufficiale che dovrebbe tenersi in occasione dell’anniversario della nascita di Schiccherò, quindi il 30 giugno.

Manifesti Consiglio comunale

In occasione dell’odierno Consiglio comunale abbiamo, come di consueto, dato opportuna informazione ai cittadini della data dell’evento utilizzando il sito istituzionale, i canali social dell’Ente e l’affissione di 15 manifesti 70×100 sulle plance comunali. Sono stati interessati gli impianti di: via Silvestri angolo via Cadore e angolo via Buttaroni, via Belardi, piazza Dante Alighieri, corso Gramsci, via Dalla Chiesa angolo via Romana, via Terracini di fronte la chiesa, via Mattei, via Nenni, piazzale Cesaroni e via Gullo in zona Landi.

CONSIGLIO COMUNALE 11 MAGGIO, IL COMUNICATO

CONSIGLIO COMUNALE, VIA LIBERA AL RENDICONTO DI GESTIONE 2017

Approvato il rendiconto di gestione dell’esercizio 2017. Lo ha deciso il Consiglio comunale di Genzano di Roma, riunito l’11 maggio in seduta ordinaria. Nel dettaglio, il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2017 riporta un avanzo di gestione pari a 2.108.678,04 euro, al netto degli accantonamenti di legge.

Uno dei capisaldi del rendiconto approvato oggi è rappresentato dalla revisione dell’inventario comunale per valorizzare il patrimonio immobiliare sia sotto l’aspetto fisico che economico: un lavoro complesso, ma presupposto fondamentale per una gestione più efficiente. Continua così il percorso intrapreso per valorizzare il patrimonio dei beni immobili e strumentali: dalle rete stradale, alla pubblica illuminazione. L’obiettivo è di ottenere una visione unitaria ed integrata di tale patrimonio per migliorarne la gestione, ma al tempo stesso recuperare il maggior numero di proprietà, limitando al minimo la presenza di immobili inutilizzati e in situazione di degrado. Lo stato patrimoniale chiude con un aumento della propria consistenza finale attestandosi a 24.929.973,89 euro contro i 19.144.329,82 dell’anno precedente.

“Il rendiconto approvato oggi presenta una gestione contabile prudente, che ci permette il rispetto del pareggio di bilancio e, pur operando in un contesto difficile, ci porta a credere di aver fatto le cose per bene. Tra gli elementi più positivi il fatto che una parte dell’avanzo di amministrazione rimane disponibile per investimenti sul territorio – ha commentato il sindaco Daniele Lorenzon –. Con la revisione dell’inventario prosegue il percorso che abbiamo intrapreso per valorizzare il nostro patrimonio, che rappresenta uno strumento strategico da valorizzare per perseguire al meglio le finalità di erogazione dei servizi e di promozione economica, sociale e culturale della nostra collettività. Si tratta di un lavoro complesso, poiché il patrimonio immobiliare del Comune è estremamente eterogeneo e comprende diverse tipologie edilizie, e tutt’oggi è ancora sottostimato”.

Print Friendly, PDF & Email