Genzano, Papalia dice no al bilancio consuntivo 2014

0
782
Fabio Papalia
Fabio Papalia Consigliere Comunale di Genzano di Roma (FdI)
Fabio Papalia
Fabio Papalia Consigliere Comunale di Genzano di Roma (FdI)

In una nota il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Fabio Papalia, motiva il voto contrario al Bilancio Consuntivo 2014 approvato durante il consiglio comunale del 30 Aprile.

“Scontato il nostro voto contrario, si tratta di un bilancio frutto di scelte politiche che abbiamo contestato per tutto il 2014. E’ un rendiconto che ha penalizzato pesantemente i cittadini di Genzano; spiccano le aliquote comunali praticamente tutte al massimo.
Imu, Tasi, Irpef e parcheggi a pagamento, tutte queste voci hanno comportato notevoli sacrifici per i genzanesi. In cambio cosa hanno ottenuto i cittadini? Strade e marciapiedi in condizioni drammatiche, illuminazione pubblica carente e mal funzionante in diverse zone del paese, verde pubblico mal gestito, differenziata da rivedere e migliorare e infine il capitolo scuole; diverse strutture necessitano interventi importanti ma il Comune non è in grado di poter sostenere e affrontare questi interventi. Doveroso un passaggio sulle tre Farmacie Comunali,
una delle tre nell’ultimo triennio risulta in costante passivo.
Occorre un intervento a riguardo per poter risolvere questa situazione che sta penalizzando di conseguenza anche il bilancio complessivo delle altre due.
Assai deludente, infine, la voce riguardante i finanziamenti europei.
L’Italia complessivamente lascia inutilizzati il 65 % dei fondi messi a disposizione dall’Europa,
a Genzano anche per il 2014, come già avvenuto negli anni precedenti, zero euro ottenuti.
Questo perche risulta completante assente una programmazione a riguardo da parte del nostro Comune. Infine va ricordato che il nuovo principio della competenza finanziaria potenziata, introdotto dal Decreto legislativo 118/2011, prevede l’obbligo di approvare con apposita delibera di giunta il riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi contestualmente alla votazione riguardante il bilancio consuntivo. Questa procedura non è stata rispettata e di conseguenza la delibera di giunta ancora non è stata trasmessa ai consiglieri. Attendiamo un riscontro da parte della giunta per poi procedere con l’eventuale segnalazione al Prefetto.
Considerando che nel giro di qualche settimana saremo chiamati a discutere e approvare il bilancio di previsione 2015, la speranza e l’auspicio che rivolgiamo all’amministrazione comunale è di rivedere, almeno, le aliquote comunali e di attivarsi per partecipare a bandi europei.”

Print Friendly, PDF & Email