Genzano, serie C vincente nell’andata della semifinale playoff

0
785
simone_fattori_in_battuta
Il palleggiatore della serie C della Libertas Genzano Simone Fattori
simone_fattori_in_battuta
Il palleggiatore della serie C della Libertas Genzano Simone Fattori

Non era facile tornare in campo dopo la tremenda delusione della promozione diretta sfumata all’ultima giornata, quando tutti i pronostici ed i numeri per la vittoria finale erano dalla sua parte. Non era facile soprattutto mentalmente e non è stato facile nemmeno in pratica. Ma la Libertas è stata brava e capace di superare, sia pur parzialmente, questo tabù ed ha ripreso a macinare punti e vittorie come aveva fatto nell’arco della stagione. Sabato scorso nella palestra scolastica dell’Ipia Parodi Delfino a Colleferro, Fattori e compagni hanno fatta propria la gara di andata della Semifinale dei Play Off contro i padroni di casa dell’Artena, ponendo un’ipoteca più che seria all’accesso alla Finale che si disputerà in gara unica in campo neutro. La formula del torneo metteva contro appunto l’Artena,  5^ classificata del Girone A, e la Libertas Genzano, 2^ classificata del Girone B. Il match è stato dominato dalla squadra ospite, che pur non disputando una gara senza sbavature, ha mostrato sul terreno di gioco di essere stata in grado di riprendersi e di rimettersi in carreggiata, dopo quanto accaduto una settimana precedente a Roma dove aveva fallito il match-point della promozione sia per una propria condotta di gara inadeguata che per un arbitraggio allucinante. Stavolta in un ambiente di gioco più tranquillo, con meno caldo ed in pratica in un confronto tra amici (quasi metà dei protagonisti erano nativi della stessa città ed avevano giocato per anni assieme), il risultato è stato diverso è più vicino alle reali potenzialità delle due antagoniste. Il Genzano ha vinto il match di andata ed ora aspetta fiducioso il ritorno, con possibilità più che serie di staccare il pass per la Finale. Il coach dei castellani nell’occasione ha presentato al fischio di avvio il consueto sestetto titolare, con Carlo Dominizi al centro e Simone Fattori al palleggio, in sostituzione del fratello Matteo, bloccato da problemi alla schiena. Gli ospiti hanno subito preso in mano le redini del gioco e sono stati sempre in testa, con i padroni di casa a rincorrerli a distanza non notevole, ma comunque rassicurante. Il copione si è ripetuto uguale per tutti e tre i set e la vittoria alla fine è arrisa meritatamente alla formazione che ha mostrato la maggior quadratura ed efficacia. La Libertas non ha effettuato cambi mentre il coach di casa ha fatto ruotare più volte i propri ragazzi in alcuni ruoli chiave, non riuscendo però a far mutare l’inerzia del confronto. Numerosi gli spettatori, con molti arrivati dai Castelli. Tra le file dell’Artena, un illustre ex, il centrale Alfredo Massa, per molti anni una bandiera del Genzano. Tanti i protagonisti veliterni in entrambi gli schieramenti. Nello score della Libertas, in doppia cifra Doriano Nichilò (13 punti ed autore del mani e fuori conclusivo) e Luca Marinelli, che ha raggiunto  quota 15 palloni messi a terra. Da sottolineare tra i vincitori la prova del palleggiatore Simone Fattori che si è fatto trovare pronto e sempre puntuale, concentrato e preciso nel distribuire i palloni. Sabato prossimo 23 Maggio – come detto –  alle ore 18.00  nella palestra Marchesi di Genzano è in programma la gara di ritorno. Secondo il regolamento, alla Libertas manca solamente la vittoria di un set per aggiudicarsi il doppio confronto e per proseguire il suo cammino. Ed allora piedi a terra e lavorare. I principi per arrivare lontano sono sempre gli stessi.

ARTENA VOLLEY – LIBERTAS  GENZANO        0-3

(20-25; 19-25; 19-25)

LIBERTAS GENZANO:  Nichilò 13,  Franceschetti 9,  Fratarcangeli 8,  Fattori Matteo (cap.), Marinelli Luca 15, Fattori Simone 4,  Menichelli,  Corsetti Gabriele,  Dominizi 4,  Andreassi,  Furzi, Mastrostefano (1° libero), Pasciuto (2° libero)  – 1° All.: Emili – 2° All.: Rosati

Muri vincenti: 5 – aces: 9 – battute sbagliate: 10

Arbitri: Renato Greco e Giuliano Mangosi – durata incontro: 1 ora e 14 min.

 

Print Friendly, PDF & Email