Ghera “35 milioni persi per mascherine non consegnate”

Incentrato ancora sulle mascherine il secondo intervento, giovedì 14 maggio, di Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi  alla Regione Lazio

0
117
ghera
Fabrizio Ghera

“GHERA (FDI): “35 MILIONI PERSI PER MASCHERINE NON CONSEGNATE”

Noi non muoviamo accuse tanto per criticare, capiamo le difficoltà che ci sono state, ma non  crediamo che il contenimento dell’epidemia nel Lazio sia  merito della maggioranza, piuttosto è dovuto al provvedimento nazionale di fermo delle attività e divieto degli spostamenti. Tanto è vero che i dati della nostra Regione sono simili a quelli del Sud e delle isole. Il problema del Lazio è il doppio ruolo di Zingaretti: non può lamentarsi dei ritardi del governo sull’erogazione della CIG, essendo segretario del principale partito della coalizione. Illogico anche il comportamento dei consiglieri della sua maggioranza che muovono critiche ai provvedimenti dell’esecutivo quando avrebbero dovuto dedicarsi a sciogliere quei nodi burocratici che rallentano i tempi di accesso agli strumenti di sostegno economico per chi è in difficoltà. Sul caso mascherine nulla ha funzionato, come implicitamente ammesso anche da Zingaretti. Molti esponenti di maggioranza si sono lamentati dei ritardi e delle insufficienti distribuzioni di mascherine ai sanitari. Pur comprendendo le difficoltà del momento, non possiamo giustificare l’affidamento di una commessa da 35milioni di euro ad una società che ha 10.000 euro di capitale .Solo Fdi ha chiesto di affrontare il caso, la maggioranza non ha voluto parlarne né in Commissione Protezione Civile, né davanti al Comitato di Controllo Contabile, ma abbiamo continuato la battaglia per la trasparenza ed i fatti ci hanno dato ragione. I responsabili sono facilmente individuabili e se hanno infranto la legge dovranno essere  rimossi dall’incarico. Sul fronte economico la Regione Lazio non può essere penalizzata dal doppio incarico di Zingaretti. Mancano poche ore  al 18 Maggio, se il governo non si muove la Regione deve fare pressione su Conte affinché si decida ad emanare le indicazioni sulla riapertura alle aziende, altrimenti rischiamo che i cittadini si sentano presi in giro .Basta proclami con cifre sballate,come il provvedimento di 23ml di euro per il contributo affitti di negozi e laboratori che non è stato più varato. Noi abbiamo presentato proposte concrete, non ci è stato neanche risposto. In questa fase di sospensione  della democrazia  era indispensabile maggiore disponibilità al confronto. Troppi provvedimenti sono stati calati dall’alto senza  discussione. In questa complessa e drammatica congiuntura è stato un errore sottrarsi  dai consigli e dalle commissioni. Ci interessano battaglie nel merito delle questioni e per l’interesse dei cittadini, non per interesse di parte”  Così nel suo secondo intervento, venerdì 14 maggio, Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi  alla Regione Lazio.

Print Friendly, PDF & Email