Ghera e Righini su sgombero Casapound

"Casapound, Raggi discriminazione politica non risolve emergenza casa" dichiarano Fabrizio Ghera e Giancarlo Righini di Fratelli d'Italia.

0
115
righini
righini

“GHERA E RIGHINI: CASAPOUND. RAGGI DISCRIMINAZIONE POLITICA NON RISOLVE EMERGENZA CASA

Questo rigore solo contro Casapound sa tanto di discriminazione politica. Raggi pratica la prassi dei due pesi e due misure a svantaggio dell’occupazione di via Napoleone III per nascondere il nulla di fatto per l’emergenza casa. Ci aspettiamo quanto prima che il Sindaco dia il via libera anche allo sgombero dei 23 stabili occupati a Roma, elencati nella lista redatta dalla Prefettura nel luglio 2019, in molti dei quali regna l’illegalità giudiziaria, fiscale e mancano le condizioni igieniche e sanitarie basilari. Sappiamo bene che dietro questo accanimento ideologico, c’è il patetico tentativo di recuperare consensi e alleati a Sinistra, in vista di una ipotetica ricandidatura che certamente non merita. Da brava Cinque Stelle per restare sulla poltrona del potere a tutti i costi non si è fatta scrupolo di colpire famiglie italiane in condizioni disagiate, per giunta nel pieno della crisi economica peggiore dal dopoguerra ad oggi, con l’arroganza di chi non intende applicare  la massima democratica universale che la Legge è Uguale per Tutti. Una presa di posizione in contrasto con i valori istituzionali della carica di primo cittadino della Capitale”. Così in un comunicato i consiglieri regionali del Lazio di Fratelli d’Italia, Fabrizio Ghera capogruppo e Giancarlo Righini, presidente del Comitato di Controllo Contabile.

Print Friendly, PDF & Email