Giorno del Ricordo, Roberto Menia ad Albano per non dimenticare le Foibe

0
1304
menia
Roberto Menia ad Albano per ricordare le Foibe e l’Esodo degli Italiani di Istria Fiume e Dalmazia

In occasione delle celebrazioni del Giorno del Ricordo, fissato dalla legge 92 del 2004 nel 10 Febbraio di ogni anno, al fine di non dimenticare le vittime delle Foibe e l’Esodo degli Italiani di Istria, Fiume e Dalmazia, questa testata giornalistica ha organizzato per il secondo anno un progetto di approfondimento e riflessione attorno alle complesse vicende del confine orientale d’Italia, rivolto agli studenti delle scuole superiori del territorio di Albano Laziale.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Albano Laziale e dalla Regione Lazio, realizzata in collaborazione con l’Associazione di Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata del Lazio, la Società di Studi Fiumani e l’Archivio Storico Museo di Fiume di Roma, si è svolta in due mattinate, il 21 Gennaio ed il 3 Febbraio, presso la prestigiosa sede della Sala Nobile di Palazzo Savelli in Albano.

Autorevoli i relatori che nelle due giornate hanno interloquito con i giovani presenti, a partire dall’On. Roberto Menia, promotore e primo firmatario della legge istitutiva del Giorno del Ricordo, il Dott. Marino Micich, Presidente dell’Associazione di Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata del Lazio e Direttore dell’Archivio Storico Museo di Fiume di Roma, unitamente alla testimonianza diretta del Sig. Claudio Smareglia, esule di Pola residente oggi a Roma.

Significativa la presenza del mondo scolastico che ha voluto rispondere all’appello lanciato da Meta Magazine. Circa 100 gli studenti provenienti dalle scuole aderenti: l’Istituto Leonardo Murialdo, l’Itc Antonio Gramsci, l’Istituto Superiore Sandro Pertini de La Stella e l’Istituto di Formazione Formalba. A conclusione del progetto gli studenti sono stati chiamati a produrre un elaborato sui temi trattati, il più meritevole dei quali sarà premiato ed una rappresentanza dei ragazzi parteciperà in primavera ad una visita guidata presso il quartiere giuliano-dalmata di Roma e l’Archivio Storico Museo di Fiume di Roma.

Nutrita la rappresentanza istituzionale degli enti locali che hanno voluto portare il loro contributo, dall’Assessore della Città Metropolitana di Roma Massimiliano Borelli, ai Consiglieri Comunali di Albano Laziale Luca Andreassi ed Enrica Cammarano, in rappresentanza anche del Sindaco Nicola Marini.

“L’interesse e l’attenzione che gli studenti hanno manifestato durante entrambi gli incontri – dichiara l’Editore di Meta Magazine e animatore del progetto Andrea Titti – ci rende consapevoli dell’importanza delle tematiche trattate e di quanto sia necessario, se si vuole che la memoria non sia soltanto retorica ma identità, trasmettere e far conoscere ai giovani ogni pagina della storia d’Italia, perchè tutte diventino patrimonio della nazione e non più soltanto di una fazione”.

Del “dovere morale” di ricordare ha parlato il Consigliere Comunale Luca Andreassi, mentre Borelli si è soffermato sull’importanza di conoscere il nostro passato, per “poter meglio capire ed affrontare gli accadimenti di oggi, affinchè simili tragedie vadano scongiurate.

“Raccontare agli studenti – ha commentato l’On. Roberto Menia a margine del convegno del 3 Febbraio – con la voce dei protagonisti quella triste pagina della storia italiana è un obbligo a cui non dobbiamo sottrarci”.

Print Friendly, PDF & Email