Gli Allievi regionali della Vivace Grottaferrata adesso ci credono

0
875
pino_molinari_allenatore_allievi_regionali
Il neo mister Pino Molinari degli allievi regionali dellla Vivace Grottaferrata
pino_molinari_allenatore_allievi_regionali
Il neo mister Pino Molinari degli allievi regionali dellla Vivace Grottaferrata

A pochi metri dal traguardo. Mancano cinque turni alla fine del campionato Allievi regionali e nel gruppo C c’è una squadra che sogna l’Elite ad occhi aperti: è la Vivace Grottaferrata, da qualche settimana affidata a mister Pino Molinari dopo la separazione dall’ex tecnico Conti. «Innanzittutto voglio ringraziare anche pubblicamente la società per avermi dato questa bella opportunità – dice l’esperto allenatore -. Conoscevo molto bene questo gruppo per averlo guidato due anni fa nei Giovanissimi d’Elite, quando ci salvammo. Mancano cinque partite alla fine e proverò a tirare fuori il massimo da questi ragazzi». Dopo l’ultimo turno i biancorossi sono da soli in testa alla classifica: mentre il Cynthia perdeva sul campo dell’Eur Tre Fontane, infatti, la squadra di Molinari piegava il San Cesareo al “Comunale” col punteggio di 3-1. «Non è stata per nulla una gara semplice – spiega l’allenatore – anche perché il San Cesareo voleva riscattare la gara d’andata in cui aveva perso in extremis. Dopo un paio di ghiotte opportunità siamo andati sotto e così è finito il primo tempo: nell’intervallo ai ragazzi ho detto di essere più cattivi sotto porta e ho operato due cambi, modificando tatticamente l’assetto della squadra. Gli ingressi di Sfregola e Romei sono stati positivi, ma solo alla mezzora siamo riusciti a pareggiare con una punizione di Battistelli, poi tre minuti più tardi il nostro bomber Pompili ha siglato il suo 14esimo gol stagionale prima del contropiede finale con cui Fortunato ha completato il tabellino». Gli Allievi regionali della Vivace saranno ora ospiti del Divino Amore. «Un avversario in corsa per salvarsi e come sempre avviene in questi casi troveremo una squadra ostica da affrontare – dice Molinari -. Mi auguro che i miei ragazzi scendano in campo convinti di far risultato: hanno condotto a lungo il campionato e devono riuscire a tagliare per primi il traguardo».
La Prima categoria, intanto, pareggia non senza recriminazioni sul campo dell’Albula: un gol di Giacomo Ferri non è bastato agli uomini di mister Isoni, raggiunti dopo un netto dominio territoriale da un calcio di rigore nel finale. Domenica i biancorossi ospiteranno il Città di Pomezia per un match fondamentale in chiave salvezza.

Print Friendly, PDF & Email