Gli idonei TFA sostegno chiedono certezze al MIUR

L’accesso in soprannumero degli idonei, previsto dal DM 92/2019, deve essere considerato come accesso di diritto alla formazione

0
95
giss
Idonei Tfa sostegno

Dopo un attento confronto con il MiSoS (Movimento Insegnanti di Sostegno Specializzati) il GISS Italia (Gruppo Idonei Specializzazione Sostegno Italia) chiede al MIUR garanzie per la formazione degli idonei al IV ciclo TFA sostegno. L’alto numero dei partecipanti al IV ciclo TFA sostegno sta determinando (alcune università stanno ancora espletando le prove pre-selettive), a fronte dei pochi posti disponibili, un alto numero di idonei, ovvero di docenti meritevoli e motivati che pur avendo superato tutte le difficili prove di accesso (preselettiva, scritto e orale) sono impossibilitati a partecipare al corso per la scarsità dei posti disponibili. Il DM 92/2019, che ha consentito l’accesso agli idonei dei percorsi precedenti al IV ciclo TFA sostegno, potrebbe quindi non essere più sufficiente per il V ciclo a garantire la formazione di tutti gli idonei del IV ciclo. Come ha osservato per primo il Prof. Ernesto Ciraci, presidente del MiSoS, è necessario che il MIUR preveda un accesso di diritto a tutti gli idonei del IV ciclo TFA sostegno alla formazione. L’accesso di diritto consentirebbe di accantonare i posti necessari alla formazione di tutti gli idonei nelle varie università, eliminando il rischio della discrezionalità degli atenei all’applicazione di percentuali arbitrarie in aggiunta ai posti disponibili (tipo 20% in più rispetto ai posti disponibili).
Quindi il GISS Italia ringrazia il Prof. Ciraci per la sua attenzione e afferma la necessità dell’accesso di diritto alla formazione al sostegno in tempi brevi, ritenendo che il MIUR debba ragionare e analizzare tecnicamente tre diverse possibilità:
1. Possibilità di inserire gli idonei, di diritto, immediatamente, ampliando il numero dei docenti nei vari corsi, che si stanno svolgendo o stanno per iniziare, nei diversi atenei d’Italia, fino ad assorbirli tutti;
2. Prevedere un corso di specializzazione riservato agli idonei con avvio entro la fine del 2019, per inserirli tutti di diritto in questo;
3. L’inserimento di diritto nel V ciclo TFA sostegno, quindi l’accantonamento di tutti i posti riservati agli idonei che già hanno superato le prove selettive e possono accedere direttamente al corso. Anche questo riteniamo che debba essere bandito entro la fine del 2019.
La scuola inclusiva ha bisogno di insegnanti meritevoli e motivati, gli idonei servono ad una scuola in emergenza che a settembre avrà circa 60.000 cattedre di sostegno in supplenza. Attendiamo quindi che il MIUR, guidato dal buonsenso e accogliendo le richieste di uno dei massimi esperti del sostegno come il Prof. Ernesto Ciraci, chiarisca come intenda formare TUTTI gli IDONEI del IV ciclo TFA sostegno”. lo dichiara il GISS Italia – Idonei TFA sostegno. (Gruppo Idonei Specializzazione Sostegno Italia – Idonei Tirocinio Formativo Attivo sostegno).

Print Friendly, PDF & Email