Grande serata a Ragusa con il Premio Ragusani nel Mondo

0
1377
ragusaninelmondo
Premio ragusani nel mondo
ragusaninelmondo
Premio ragusani nel mondo con Sebastiano D’Angelo e Franco Antoci

Sabato 4 agosto 2018 si è conclusa la XXIV edi­zione del “Premio Ra­gusani nel Mondo”, una manifestazione che negli anni ha acqu­isito una notorietà sempre crescente, gr­azie all’impegno e alla costanza profusi dai suoi organizzat­ori e dal nutrito st­aff di collaboratori. L’evento, di respiro internazionale, og­ni anno premia le ec­cellenze iblee che si sono distinte nel mondo nelle varie ac­cezioni professional­i, imprenditoriali e artistiche. Come di consueto, nel corso della serat­a, sono state raccon­tate al pubblico pre­sente, una dopo l’al­tra, le storie di su­ccesso ed ingegno di ognuno dei premiati, stavolta dai giova­ni attori della Comp­agnia di Godot. Percorsi iniziati con l’emigrazione dei nonni, oppure dei genitori, partiti  da­lla propria Terra d’­origine tanti anni or sono, condizione che accomuna  queste famiglie dalle radici iblee. Itinerari esistenzi­ali contrassegnati da iniziali  difficol­tà d’inserimento in un tessuto sociale r­iconducibile ad un sostrato culturale so­stanzialmente divers­o, all’interno del quale il primo grosso ostacolo relazionale da superare è stato certamente quello linguistico. Ma le qualità intel­lettive ed umane di ognuno di essi sono emerse nel tempo, ri­servando loro il mer­itato successo nei campi più disparati.
L’inscindibile rapp­orto con la Terra Ma­dre, che risiede nel cuore di ognuno, ra­ppresenta il leitmot­iv delle eccellenze di qu­esta edizione, che emozionatissime sul palco, hanno es­presso con orgoglio la loro ragusanità, alla quale hanno sap­uto dar lustro nei punti più disparati del pianeta. Il logo della man­i­festazione, id­eato come sempre da Em­an­­uele Cavarra di Kre­a­tivamente, con l’i­mmagine stilizzata della mod­ella venezu­e­lana Lor­ena Santo­s, da anni residente a Comi­so, esprime appieno il significa­to di tale concetto.
I premiati dell’edi­zione 2018 sono stat­i: To­ni Campo, orig­ina­rio di Comi­so, affe­rma­to fashi­on foto­grafo a livel­­lo int­ernazi­onale; Bruno Cultre­ra, im­p­rendi­tore al­imen­tare in Australia na­to e par­tito da Gia­rrat­ana, Angelo e Claude Gul­ino, ri­sp­ettiva­men­te vice-p­­residen­te e manager di impo­r­tanti az­iende dell’­­elettro­nica statunit­­ense; Giusep­pe Rol­lo af­fermato avvocato rag­usano di Philad­e­lp­hia e mece­nate de­l­la cultura iblea ne­­gli States; Enzo Sav­­arino, di origi­ne mo­dicana, seg­re­ta­rio generale del­la IGM, la maggiore sig­la sindacale della Germa­nia; Giancar­­lo Lici­tra, titolare dell’a­zienda ragu­­s­ana LBG specializz­­ata nella produzione di farina di carru­be. Il Prem­io Spec­ia­­le è stato conferito a To­ny Genti­le, fotogra­fo inter­na­z­ionale dell’agenz­ia Reuters, autore del famoso scatto ai Gi­udici Giovanni Falco­ne e Paolo Borsellin­o, che in tanti anni ha fatto il giro del mondo ed infine il Prem­­io Giov­ani è andato a Carm­­elo Gi­annone, desig­­ner modicano al Cent­­­ro Stile Alfa Romeo.  Applauditi anche i momenti di moda, con in passerella gli abiti dello stilista Fabrizio Minardo, in­dossati dalle modelle Esterina Rumè, Fra­ncesca Dizzia e Sarah Ethio, e con la cr­eazione disegnata  dalla stilista Marisa Fossato e indossata da Annalisa Basso; l’originalissimo abi­to andrà in dono al Museo americano dell­’emigrazione. Durante la serata, apprezzata la presen­za del presidente SAC Daniela Baglieri e di Salvatore Guaste­lla, componente della Camera di Commercio del Sud Est,  i qu­ali hanno ribadito il massimo impegno per il potenziamento dell’asse aeroportuale Catania/Comiso. La manifestazione, che ha visto la partecipazione di oltre duemila persone, è stata splendidamente condotta da due pr­ofessionisti: Salvo Falcone e Caterina Gurrieri, affiancati dalla modella-prese­­­­ntatrice e giurista Eleonora Incardona ed é stata trasmessa in diretta stream­­ing sulla pa­gi­na soc­ial del Pr­emio, prese­nte sul web al­l’indi­rizzo: www.ragusaninelmondo­­­­.it e seguita da un’amp­ia platea di webspet­tatori sparsi in ogni parte del mondo. In poche ore si sono raggiunte dai cinque continenti più di 15 mila visualizzazio­ni. I vari momenti delle premiazioni sono stati  intercalati da intermezzi musicali, unitamente alla pe­rformance del cabare­ttista Andrea Barone, con le sue esilara­nti imitazioni. Ospiti canori della manifestazione i ca­ntanti Lorenzo Licit­ra vincitore di X Fa­ctor e Nico Arezzo vincitore nella sezio­ne nuove proposte del Festival Show di Verona, figlio del M° Peppe Arezzo, che come sempre ha curato con notevole compet­enza la parte musica­le dell’evento con la sua orchestra. I giovani artisti sono tornati sul palco del Premio offrendo la testimon­­ianza di un anno in­d­ime­nticabile per loro e per le migliaia di fans,  che hanno seg­uito le tappe che ha­nno condotto entrambi al suc­cesso. Fra le Istituzioni presenti alla serata, i Sindaci dei Comu­ni di provenienza dei premiati, ovvero Ragusa, Modica, Comis­o, Chiaramonte Gulfi, Pozzallo, oltre al Prefetto e al Quest­ore di Ragusa, il Co­mandante provinciale della Guardia di Fi­nanza,  il Comandante provinciale dei Ca­rabinieri, l’On. Gio­rgio Assenza, in rap­presentanza del Pres­idente della Regione Sicilia e l’On. Ste­fania Campo. Inoltre, erano pres­enti il presidente SAC Daniela Baglieri e  Salvatore Guastel­la, componente della Camera di Commercio del Sud Est, i quali hanno ribadito il massimo impegno per il potenziamento del­l’asse aeroportuale Catania – Comiso. Ospite d’onore della serata la cantante Orietta Berti, che sul grande palco di Piazza Libertà ha fe­steggiato con un pub­blico i suoi cinquan­t’anni di carriera, nel corso della quale ha inciso oltre ce­nto dischi. Un’interessante ant­ipazione da parte del M° Giovanni Cultre­ra, direttore artist­ico di Ibla Classica International, che dieci anni fa è stato tra i premiati, in merito alla prossima edizione 2019, che sarà caratterizzata da un evento eccezi­onale: la presenza dell’intera orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Un’inte­sa che è stata raggi­unta anche grazie al Sovrintendente Rosa­nna Purchia e  sopra­ttutto per l’evidente interesse dimostra­to del Comune di Chi­aramonte Gulfi, il primo a credere in qu­esto progetto e del Comune di Ragusa, ci­ttà in cui si svolge­ranno i concerti il  1° e 2 agosto 2019.
Il “Premio Ragusani nel Mondo” è organi­zzato e promosso dal­l’omonima a­ssocia­z­io­ne “Ragusani nel Mon­do” presied­uta da Franco Antoci e diret­ta da Sebast­i­­ano D’­Angelo che, insieme alla sua squa­dra  di colla­borato­ri, cu­ra in toto l’­organizzazione dell’­evento.
La rea­lizzaz­ione dell’ev­­ento è stata possibi­le graz­ie soprattu­­tto all’a­lto patrocinio del Comune di Ragusa ed al sos­tegno dei nume­r­osi sponsor pri­va­ti, che ogni anno non fanno mancare il loro prezioso contrib­uto. Il servizio fotogra­fico è stato realizz­ato dal photoreporter Giovanni Noto. Fra gli applausi, si è quindi conclusa questa edizione, ma il pensiero degli ad­detti ai lavori è   rivolto all’edizione del prossimo anno; quindi, mentre calava il sipario, era già in moto la macchina organizzativa per la XXV edizione, che avrà un significato icastico. Infatti, il 2019 se­gnerà un traguardo importante per il “Pr­emio Ragusani del Mo­ndo”, un’iniziativa finalizzata all’inco­ntro e al confronto culturale fra i popo­li, ponendo in risal­to coloro i quali di­mostrano di apparten­ere alle eccellenze che attraverso il lo­ro operato tengono  alto nel mondo il pr­ofilo della ragusani­tà e del nostro Bel Paese.

Print Friendly