Grazie al Plus cambia volto Palazzo Colonna a Marino

0
763
Marino Palazzo Colonna
NON PUBBLICARE Marino Palazzo Colonna
Marino Palazzo Colonna
Marino Palazzo Colonna

Sono realizzati in ambito POR FESR Lazio 2007/2013, Asse V – Attività V1  gli interventi che, predisposti in correlazione con l’attuazione del Piano del Colore, vedono quale oggetto di restauro gli interni di Palazzo Colonna. I fondi europei messi a disposizione dalla Regione Lazio in contesto bandi PLUS – piano locale urbano di sviluppo – per tale finalità, vedono l’Amministrazione intervenire nell’ingresso principale del palazzo comunale di piazza della Repubblica, che verrà riqualificato grazie al restauro del grande portone di accesso. Interventi di riqualificazione e integrazione, compreso il consolidamento di porzioni di tetto, sono previsti per il cortile interno della sede municipale. L’opera che vede quale progettista l’ingegner Luigi Penna e direttore lavori l’architetto Paolo Terribili, prevede il recupero funzionale anche per l’atrio, al centro del quale verrà posta una struttura ottagonale destinata ad ospitare un punto informazioni e accoglienza per il pubblico.

Iniziato a costruire nel 1532 per volontà di Ascanio Colonna su progetti di Antonio da Sangallo il Giovane il palazzo, oggi sede municipale, fu ultimato nel 1622, regnante Filippo I Colonna. L’aspetto attuale dell’edificio è dovuto agli interventi successivi di altri progettisti tra cui Girolamo Rainaldi. Rimase di proprietà della famiglia Colonna fino al 1916, quando venne ceduto in enfiteusi perpetua al Comune di Marino. Durante la seconda guerra mondiale, venne quasi completamente distrutto dal bombardamento aereo anglo-americano del 2 febbraio 1944 e ricostruito entro il 1958.

 

Print Friendly, PDF & Email