Greci e Iannuzzi attaccano la giunta di Velletri sui richiedenti asilo

0
1366
giorgio_greci
Giorgio Greci capogruppo al consiglio comunale di Velletri della lista Live
giorgio_greci
Giorgio Greci capogruppo al consiglio comunale di Velletri della lista Liveentrosinistra di Velletri sui richiedenti asilo

Riceviamo e pubblichiamo integralmente gli interventi di Giorgio Greci, capogruppo della lista Live al Consiglio Comunale di Velletri, e di Riccardo Iannuzzi, esponente di Forza Italia, della lista civica Noi Per Velletri e Presidente del Circolo Forza Silvio Velletri.

 

“Come capogruppo della lista LIVE – dichiara Giorgio Greci – rispondo alle critiche che sono state mosse in seguito alla interrogazione discussa durante l’ultimo consiglio Comunale di Velletri, insieme al capogruppo fdiAN Dario Di Luzio, con la quale si chiedevano spiegazioni all’amministrazione (in maniera pacata, precisa e dettagliata e non confusa come scritto) circa l’ubicazione dell’associazione Croce Rossa all’interno del Palazzetto dello Sport con successive critiche anche pesanti da parte del PD sul mio operato: “l’opposizione spara sulla Croce Rossa”…assolutamente non vero in quanto il discorso ed il succo dell’interrogazione riguardava non tanto la funzione sociale importante dell’associazione – continua Greci – ma l’iter che ha portato ad alcune scelte politiche da parte della giunta e le motivazioni; nessuna sparatoria quindi da parte mia nei riguardi di una nobile associazione come la Croce Rossa (ne sottolineo l’importanza sia come cittadino che come professionista che svolge con passione la sua professione di specialista Cardiologo sul territorio). E’ passato quindi con l’articolo a firma PD un messaggio fuorviante  e non corretto sui fatti svolti. Con un ragionamento condiviso pertanto( visto che la decisione di sottrarre spazio allo sport all’interno del Palazzetto è stata presa non coinvolgendo le associazioni sportive o le forze politiche cittadine), lasciando maggior spazio in una struttura nata con finalità sportiva (in questo mi associo alle considerazione del delegato Coni Antonello Cipriano ed alla consulta SPORT ) ,sottolineo come in realtà si poteva ragionare su strutture molto più adeguate e recettive,dove ubicare l’associazione Croce Rossa ( in virtù proprio della sua importanza sociale) che invece cosi strutturata si trova adibita in uno spazio ristretto ricavato all’interno di una struttura modificata e nata per intenti e finalità diverse…non penso di sparare e non mi sento un cecchino nell’esprimere perplessità inerenti al fatto che come al solito questa decisione – conclude la nota – poteva riguardare tutti e portare a soluzioni magari migliori sia per lo SPORT che per la CROCE ROSSA stessa. Mi sembra che ci sia una bella differenza quindi tra questo ragionamento e “sparare”(per di più non ho il porto d’armi ).

 

In merito poi all’attivazione nella nostra città di un centro di accoglienza di secondo livello per la protezione di richiedenti asilo e rifugiati politici, ormai da pochi giorni attivo, ribadisco che sin dall’inizio è stato intrapreso un iter dubbio e confusionario e direi anche frettoloso per il progetto SPRAR a Velletri,ma dimostrazione ulteriore dell’inadeguato comportamento poco prima del Ferragosto a Velletri sono arrivati nel silenzio più assoluto i primi rifugiati e richiedenti asilo politico, senza avviso alla popolazione ed ai residenti da parte dell’amministrazione che non ha ritenuto opportuno, dinanzi ad un provvedimento cosi importante e delicato, informare non solo i componenti dell’opposizione sin dall’inizio ma soprattutto i cittadini di Velletri, i quali hanno appreso la notizia a cose fatte e solo dopo una conferenza stampa del progetto inizialmente avviato ed in seguito hanno appreso dell’arrivo in città degli ospiti a cose fatte senza neanche un preavviso.

Come già   scritto e soprattutto discusso in aula consiliare sarebbe stato costruttivo e sicuramente più democratico portare all’attenzione del Consiglio Comunale la volontà dell’amministrazione .
Indipendentemente quindi dall’atto ed indirizzo politico e dalla sensibilità e scopo umanitario dello SPRAR ( sono stato anche accusato di poca sensibilità nei confronti di questa povera gente perseguitata nel proprio paese, di aver avuto una reazione sconclusionata come tutta l’opposizione oltre che un atteggiamento xenofobo addirittura… critiche forti che mi toccano oltre che personalmente come uomo anche come professionista medico) sottolineo che attualmente l’immigrato – chiosa Giorgio Greci – è un business importante per i finti samaritani e le cooperative che lucrano in maniera importante da questo sfruttamento: che senso ha abolire il reato di immigrazione se poi non hai comunque il permesso di soggiorno e non puoi lavorare? puoi rimanere sul territorio italiano ma per sopravvivere sei obbligato a rubare, rimanere nei centri di accoglienza, prostituirti o lavorare a nero senza diritti,che integrazione è questa? essere quindi sfruttato per la tua condizione e non mi sento assolutamente xenofobo nell’esprimere questi concetti come qualcuno vuole dipingermi e colgo anche l’occasione per capire come giustificheranno i partiti e tutti i sostenitori di centro sinistra che tanto parlano di umanitarismo, a Roma un tal Ignazio Marino sindaco sottrarre dal bilancio 3,5 milioni di euro da destinare all’assistenza scolastica di bambini portatori di handicap e potenzia di 5 milioni le cooperative che lavorano con i nomadi…per l’integrazione dei ROM. Quindi per concludere ,ancora non risultano chiare alcune procedure di esecuzione del Bando e della tempistica di esecuzione del progetto; più specificatamente l’AVCP stabilisce che l’aggiudicazione deve avvenire in base all’offerta economicamente più vantaggiosa e che quindi l’adesione al progetto non è valida sin dall’inizio,a nulla serve la novazione soggettiva che altro non è che una “escamotage” ; punto chiave non rispettato nonostante il bando emesso a 6 mesi di distanza dalla scadenza del progetto. Inoltre se si legge l’avviso pubblico del Comune si parla di ” in armonia con l’indirizzo politico orientato alla solidarietà alle vittime di persecuzione e nel rispetto della delibera n 90 dell’8-05-14 ,intende individuare il soggetto attuatore del progetto autorizzato dal ministero…”,anche questa volta si evince che il Consiglio Comunale non è sovrano in quanto non chiamato alla scelta dell’indirizzo politico citato. Ma purtroppo a parte mozioni,interrogazioni e richieste di chiarimenti in merito condotte oltre che in accordo con le opposizioni di centro-destra anche dal M5 stelle ( a dimostrazione che la regolarità non ha colore di bandiera) ,il Consiglio Comunale in barba a qualsiasi forma di democrazia e partecipazione (tanto sbandierata dall’attuale maggioranza PD ) non è stato mai chiamato in causa. Sin dall’inizio in accordo con tutte le forze dell’opposizione consiliare presenti in aula ,con partecipazione attiva anche di forze politiche non rappresentate come alcune liste civiche e casapound è stata chiara la denuncia per irregolarità palesi. E non c’è nessuna strumentalizzazione politica al riguardo.

La lista LIVE che rappresento rimane critica per l’intera vicenda e continuerà ad adoperarsi per vigilare sulla massima trasparenza possibile degli atti amministrativi ed inoltre farà squadra con tutte le forze politiche di centro-destra (sia partitiche che di movimenti civici) via via sempre più in maniera coesa e fare gioco di squadra su tanti altri problemi che attualmente emergono come il proliferare delle antenne ed il relativo piano che in fretta e solo perchè incalzati dalla volontà di comitati cittadini formatisi ha visto sempre poco prima del ferragosto una convocazione urgente dei capigruppo per decidere l’iter amministrativo da intraprendere,la questione ancora aperta riguardo la nomina del direttore della Velletri Servizi,proseguendo con il problema delle farmacie e tanti altre questioni già elencate in precedenti articoli,cercando di costruire con programmazione,passione,competenza ed entusiasmo un gruppo di persone formato non solo da politici ma tecnici ed esperti preparati che siano da supporto costante come alternativa concreta all’attuale maggioranza in Comune. Mirando ad una politica intesa come strumento da porre al servizio del cittadino”.

 

IANNUZZI ATTACCA: “A VELLETRI VANTAGGI SOLO PER GLI EXTRACOMUNITARI”.

 

 

“Come presidente del Club Forza Silvio Velletri –dirigente Forza Italia edesponente della LISTA CIVICA NOI PER VELLETRI – dichiara in una nota Riccardo Iannuzzi – chiedo spiegazioni all’amministrazione Servadio circa la condotta tenuta sulla questione Centro Accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo politico,mediante la quale in assoluto silenzio sono arrivati in città,senza preavviso o comunicati ai residenti di zona, gli extracomunitari richiedenti asilo;faccio una riflessione anche riguardo le corrette procedure e precauzioni sanitarie adottate,allerta alle forze dell’ordine ecc ecc.Tutte procedure di garanzia per la cittadinanza e per i residenti.

Sicuramente ora per questa Amministrazione queste mie considerazioni saranno apostrofate “fasciste”…ma ricordo al Sindaco e d alla sua giunta che una percentuale importante di popolazione ITALIANA non arriva a fine mese. Anche questa estate è trascorsa,come al solito a Velletri non si è vista una festa,un sostegno ai commercianti,l’unica festa è quella dell’UNITA’(a proposito mi chiedo se sia stato pagato ed in quale misura il suolo pubblico),tra qualche giorno riapriranno le scuole – continua Iannuzzi – e saranno rimaste nelle condizioni lasciate prima dell’estate( a proposito i fondi promessi dal caro Renzi?).Mi complimento con sig. Sindaco per avere asfaltato Via Colle Caldara ( casa sua)..un lavoro ben fatto…e colgo l’occasione per ricordare che ci sono anche altre strade a Velletri….scommetto che la prossima sarà via Colle Noce …casa dove risiede qualcun altro del PD. Chissà forse sbaglio.

Caro Sindaco ha ragione,i suoi 6 anni hanno dato molto ai cittadini di Velletri peccato che nessuno finora se ne sia accorto. Ora siamo tutti in attesa della TASI e di parte della TARES.

Giusto pagare caro Sindaco…desideriamo un paese migliore per i cittadini di Velletri,non solo vantaggi per gli extracomunitari – conclude la nota – vogliamo più servizi per tutti i cittadini non solo per alcuni”.

Print Friendly, PDF & Email