Grottaferrata Calcio a 5, la ricetta di Aiuti

Asd Grottaferrata calcio a 5 (serie D), la ricetta del pivot classe 1991 Filippo Aiuti che azzarda: “Vinciamole tutte e poi vediamo”

0
183
aiuti
Aiuti

Come il suo amico Angelo Sellati, è sceso dalla serie C1 (dove giocava col Castel Fontana) per sposare l’ambizioso progetto dell’Asd Grottaferrata calcio a 5. Filippo Aiuti, pivot classe 1991, ha segnato una valanga di reti nell’ultima stagione e mezzo col club marinese, ma non ha avuto esitazioni quando s’è concretizzata la proposta del club criptense caro al presidente Manuel Masi: “Qui ho trovato una società con grandi ambizioni, d’altronde conosco bene il presidente e so che vuole fare cose importanti, d’altronde ha scelto un allenatore di primo piano come Ivano Checchi e questo è un segnale molto chiaro”. Nell’ultimo turno Aiuti ha realizzato una doppietta nello scontro diretto col Castromenio vinto per 6-3, in cui si è registrata l’ennesima tripletta proprio di Sellati e il gol di Priori: “Una partita importante, iniziata nel migliore dei modi – racconta il pivot – Siamo andati presto sul 4-0, poi ci siamo un po’ seduti e gli avversari nel giro di pochi minuti hanno accorciato fino al 4-3. A quel punto abbiamo realizzato il 5-3 e poi nella ripresa abbiamo gestito bene e l’abbiamo chiusa a una decina di minuti dalla fine”. Grazie a questa ennesima vittoria, l’Asd Grottaferrata calcio a 5 si è momentaneamente issata al terzo posto solitario, l’ultimo utile per la conquista dei play off: “Siamo a tre punti dalla Visual Technology che ha giocato una gara in più, mentre ne abbiamo 13 dalla capolista Blaugrana. E’ molto difficile pensare ad una rimonta sulla prima della classe che però nel prossimo turno sfiderà proprio la Visual Technology. Cosa mi auguro? Che vinca la seconda, così rimarrebbe accesa una speranza in considerazione del successivo scontro diretto che avremo con Blaugrana e della gara in meno che abbiamo giocato rispetto a loro. Noi, comunque, abbiamo pochi calcoli da fare: dobbiamo vincere tutte le partite che ci rimangono da qui alla fine del campionato, poi vedremo dove saremo arrivati”. La prima delle sfide che attendono i criptensi sarà quella interna con Team Nuova Florida ultimo della classe: “Noi dobbiamo solo pensare a vincere senza sottovalutare l’avversario di turno, anche perché ci sarà pure l’altro scontro diretto tra Cecchina e Castromenio che ci inseguono a tre punti di distanza” conclude Aiuti.

Print Friendly, PDF & Email