Grottaferrata, il resoconto di Uno Sport per Tutti

0
1111
uno_sport_per_tutti
Immagine dello striscione del convegno Uno Sport Per Tutti
uno_sport_per_tutti
Immagine dello striscione del convegno Uno Sport per Tutti

Uno sport per tutti” è il nome della manifestazione svoltasi Venerdì 24 e Sabato 25 aprile scorsi a Grottaferrata ed in altri Comuni dei Castelli Romani, momento partecipativo organizzato a favore dei ragazzi diversamente abili in collaborazione con tantissime Associazioni cittadine, di indirizzo sportivo e sociale, alcune delle quali già impegnate in percorsi d’integrazione.

L’evento andato in scena nello scorso weekend ha rappresentato la prima tappa del percorso che intende condurre alla realizzazione del Polo Sportivo Integrato dei Castelli Romani, ossia alla messa in rete delle Associazioni e delle strutture sportive che possano offrire spunti ed opportunità per i diversamente abili di integrarsi anche attraverso lo sport.

Il progetto, ideato e voluto fortemente dall’Amministrazione comunale di Grottaferrata, in collaborazione con l’Associazione Onlus AGENDA, capofila dell’iniziativa e presieduta dall’Ing. Alberto DE ANGELIS, è stato patrocinato, oltre che dal Comune di Grottaferrata, anche dalla Regione Lazio, dal CONI – Comitato Regionale Lazio, Comitato Regionale Lazio del C. I. Paraolimpico e dai Comuni di Albano Laziale, Colonna, Frascati, Lanuvio, Rocca Priora e Velletri.

Nella giornata di Venerdì 24 aprile si è svolto il Convegno di apertura presso la Sala Convegni del Villaggio Eugenio Litta di Grottaferrata, dedicato al tema Sport e Disabilità”, al quale sono intervenute numerose Autorità regionali e locali, oltre a diversi rappresentanti dell’Associazionismo.

Il Convegno si è aperto con i saluti istituzionali del Comune di Grottaferrata, posti dal Sindaco Giampiero FONTANA, dall’Assessore allo Sport Daniela ANGHEBEN e dell’Assessore ai Servizi Sociali Francesca Maria PASSINI. Sono quindi intervenuti l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali ed allo Sport Rita VISINI, il Sindaco di Rocca di Papa Pasquale BOCCIA,il Commissario Straordinario dell’Ente Parco Regionale dei Castelli Romani Sandro CARACCI, l’Assessore ai Servizi Sociali di Frascati Matteo FILIPPONI e, infine, il Presidente Regionale del C.O.N.I. Riccardo VIOLA. La folta presenza di Rappresentanti delle istituzioni regionali e del territorio dei Castelli Romani, ha testimoniato la volontà comune di intraprendere un percorso nuovo e condiviso in tema di integrazione della disabilità attraverso lo strumento dello sport, da tutti riconosciuto quale mezzo e ambito che garantisce educazione, formazione ed aggregazione.

A seguire, gli interventi dei numerosi Relatori sul tema dello “Sport come risorsa” nel processo d’integrazione dei ragazzi speciali: il Prof. Alessandro PALAZZOTTI, Vice Presidente di Special Olympics Italia, la Dott.ssa Cinzia NIOLU del Dipartimento di Medicina dei Sistemi dell’Università di Tor Vergata, la Dott.ssa Diana DI PIETRO, Dirigente di Neuropsichiatria Infantile dell’ASL RM H, il Prof. Paolo D’ANNA, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo scolastico “G. Falcone” di Grottaferrata, la Dott.ssa Emanuela DELLERMA, Psicologa di Onlus AGENDA, il Dott. Daniele DEL CAVALLO della Società SERCO e, da ultimo, il regista, attore e scrittore Antonio LANNI.

Gli interventi dei Relatori sono stati moderati dal Dott. Carlo RAGGIO del Villaggio Litta (anch’egli tra i Relatori del Convegno) e dalla Dott.ssa Patrizia PISANO, Psicologa del Comune di Grottaferrata.

Il Convegno è proseguito con molte testimonianze sull’integrazione, l’inclusione e la partecipazione dei ragazzi diversamente abili, da parte di Operatori in Istituti Scolastici ed in altre realtà associative: la Prof.ssa Mirella CAROSI del Liceo “James Joyce” di Ariccia, accompagnata dal Gruppo dei ragazzi della Squadra di Basket integrato, la Prof.ssa Stefania DIGLIOdell’Istituto Comprensivo scolastico “San Nilo” di Grottaferrata, il Prof. Biagio BORTUNE dell’Istituto Comprensivo scolastico “G. Falcone” di Grottaferrata, la Dott.ssa Stefania CERINO del Centro Ippico Vivaro di Rocca di Papa, Angela TOMASSOdell’Associazione “La Tartaruga” Onlus di Monte Porzio Catone,Ubaldo LUCCI della Cooperativa Arcobaleno di Frascati,Stefano SORO dell’Albano Primavera Calcio a cinque, Edoardo CARUSO dell’Associazione “Old Rugby” di Frascati, Patrizia DE VELLIS di “Shall We Dance” di Grottaferrata ed Alessandro COCCO, Vice presidente della Frascati Scherma.

I lavori sono stati conclusi dall’intervento dell’Ing. Alberto DE ANGELIS, Presidente di A.GEN.D.A. Onlus.

Sabato 25 aprile, al mattino, spazio alla pratica sportiva con l’applicazione sul campo dell’integrazione tra ragazzi “speciali” e normodotati, un’attività sentita e ben riuscita svolta in sei impianti sportivi dei Castelli Romani (il campo “Comunale” ed il Palazzetto dello Sport di Grottaferrata, il campo “8 settembre” e la Palestra “Simoncelli di Frascati, il Centro Sportivo dell’Assohandicap di Marino ed il Centro Ippico del Vivaro di Rocca di Papa) dove si sono praticate numerose discipline sportive (Calcio Integrato, Basket, Volley, Danza, Atletica,Rugby Touch, Scherma, Nuoto, Canoa ed Equitazione).

Poi tutti a pranzo insieme, in piazzale San Nilo a Grottaferrata, ragazzi “speciali” e loro famiglie, con il cibo servito dai ragazzi del “Centro Provinciale di Formazione Professionale Alberghiero e Ristorazione” di Marino e dell’Istituto Professionale “Maffeo Pantaleoni” di Frascati.

Nel pomeriggio, a seguire, spazio all’intrattenimento introdotto dal saluto del Presidente DE ANGELIS, del SindacoFONTANA e degli Assessori ANGHEBEN e PASSINI, con le successive esibizioni dei Gruppi musicali “Iron Cave” e “Ladri di carrozzelle”, i quali hanno animato i presenti fino al termine dell’evento, nel tardo pomeriggio.

Una manifestazione ben riuscita, quindi, l’evento “Sport per Tutti”, grazie anche alla fattiva collaborazione tra Enti ed Associazioni (fra quest’ultime, da ricordare, oltre ad Onlus AGENDA, la Vivace Grottaferrata Calcio, la San Nilo Basket Grottaferrata, la Squadra di Basket Integrato delLiceo “Joyce” di Ariccia, la “Shall We Dance” di Grottaferrata, la Cooperativa Arcobaleno di Frascati, la “Old Rugby” Frascati, la “Frascati Scherma”, la “Volley Ball Club” Città di Frascati, l’”Accademia del Nuoto” di Marino, la “Polisportiva Castel Gandolfo”, il Circolo Ippico del Vivaro “Romagnoli” di Rocca di Papa, l’Albano Primavera Calcio a 5  e l’AssociazioneLa Fenice” di Roma, la Pro Loco di Grottaferrata e la Cinefashiongroup di Grottaferrata, della simpatica ed attiva Isa DOGLIA.

Prezioso anche il contributo degli Istituti scolastici: oltre a quelli già citati per la ristorazione e le attività sportive, l’Istituto Comprensivo “San Nilo”, l’Istituto Comprensivo “Giovanni Falcone” ed il Liceo Scientifico “B. Touschek”, tutti di Grottaferrata.

Particolare menzione al Comitato Locale Tusculum dellaCroce Rossa Italiana, che ha presidiato tutti gli impianti sportivi oltre ad essere presente in Piazzale San Nilo con un Posto Medico Avanzato, fornendo utili informazioni a tutti gli utenti. Un grazie speciale anche alla Polizia Locale ed aiCarabinieri di Grottaferrata, i quali hanno prestato servizio di controllo ed ordine pubblico nella giornata del 25 aprile.

Come ricordato dal Sindaco FONTANA “Il Programma elettorale prevedeva la costituzione di una Polisportiva per persone diversamente abili, o meglio “speciali”, ed anche per questo il Comune di Grottaferrata ha inteso approvare il Progetto “Sport per tutti”, aderendo all’Avviso pubblico regionale che contemplava contributi ai sensi della Legge regionale n. 15/2002. Un Progetto che ha previsto varie attività tra cui l’organizzazione del Convegno di apertura e lo sviluppo ed implementazione, anche in futuro, di corsi di attività educativa e formativa a carattere ludico-sportivo orientati all’integrazione tra ragazzi diversamente abili e la collettività.Sono profondamente convinto che la diversità, anche nella sua componente di disabilità, costituisce non un impedimento, bensì una “risorsa”. Per questo, specie se nelle vesti di pubblici amministratori, abbiamo voluto agire conseguentemente e coerentemente con tale convincimento, in una prospettiva culturale basata su “un sapere e un saper fare inclusivi”, che consenta a ciascuno di raggiungere il proprio successo formativo in rapporto alle proprie possibilità. Ed è proprio in tale ottica che continueremo a lavorare, come Amministrazione comunale, sollecitando la riflessione e chiedendo il contributo di tutte le componenti coinvolte ed interessate al problema offrendo, come avvenuto il 24 e 25 aprile, esempi di “buone pratiche” al riguardo.”

 

Print Friendly, PDF & Email