Grottaferrata, le risultanze del Consiglio comunale del 27 aprile

0
643
palazzogruttergrotta
Palazzo Grutter a Grottaferrata
grottaferrata
Palazzo Gutter a Grottaferrata

Il Consiglio comunale di Grottaferrata, con Delibera n. 14/2015, ha approvato lunedì 27 aprile scorso, all’unanimità, la modifica allo Statuto della Città che ha introdotto il principio della “fraternità”. Grazie a tale scelta, Grottaferrata, dopo Asti, è la seconda tra le Città d’Italia ad aver agito in questa direzione.

Il Sindaco Giampiero FONTANA, che ha sostenuto convintamente la proposta, si è così espresso “con l’approvazione della Delibera di Consiglio comunale n. 14/2015, Grottaferrata ritiene il valore della Fraternità quale precondizione dell’agire politico, nella consapevolezza condivisa che la diversità è una ricchezza e che ogni persona eletta è soggetto a cui riconoscere pari dignità e rispetto ed è quindi chiamata ad anteporre il bene della Comunità agli interessi di parte, sia personali, che di gruppo e di partito”.

La modifica statutaria non è frutto di un’iniziativa estemporanea, bensì di un percorso avviato dall’Amministrazione comunale sin dall’insediamento dello scorso anno, allorquando, tra l’altro, il Comune di Grottaferrata ha, per la prima volta nella sua storia, aderito alla Marcia della Pace Perugia-Assisi 2014, partecipando alla stessa con una folta delegazione guidata dal Sindaco, nonché ha deliberato l’adesione ai principi ed alle indicazioni della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (Delibera di Consiglio comunale n. 28 del 9 ottobre 2014).

La decisione, inoltre, si pone in continuità con quanto approvato dal Consiglio comunale con Delibera n. 18 del 29 aprile 2009, allorquando Grottaferrata ha aderito all’Associazione “Città per la Fraternità”, organismo teso a contribuire alla diffusione del principio di fraternità nella vita politica, specie negli Enti Locali vero motore della vita del Nostro Paese, prendendo ispirazione dal pensiero di Chiara Lubich e dalla vita del suo Movimento dei Focolari.

Il tutto, in coerenza con il motto “FARE COMUNITA’” cui il Sindaco FONTANA e la sua maggioranza hanno sin qui ispirato, come continueranno a fare, la quotidiana azione politico-amministrativa.

“Ascoltare chi non la pensa come noi, predisposti al dubbio ed al riconoscimento della buona fede – ha sostenuto il Sindaco FONTANA – è il presupposto dell’esistenza stessa della democrazia. Per questo ritengo che il principio della fraternità, ossia riconoscere dignità e buona fede all’avversario politico, sia imprescindibile laddove si voglia agire per il bene comune”.

Il Sindaco ha altresì voluto ricordare il pensiero di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari e riferimento carismatico del Movimento Politico per l’Unità, in particolare il principio per cui “la Fraternità pone al primo posto il bene della propria Comunità, della Città, della Nazione, prima del bene del partito, del gruppo, della propria persona”.

Dopo l’introduzione statutaria del principio di fraternità, l’Amministrazione comunale ha raggiunto altri importanti risultati, frutto di un lungo e certosino lavoro.

Questi i successivi punti approvati:

Regolamento comunale per la costituzione dell’Albo delle Associazioni: per l’ulteriore dialogo e la collaborazione fra l’Amministrazione comunale e le importanti realtà associative presenti a Grottaferrata – come dichiarato dal Consigliere TOCCI – nonché strumento di semplificazione burocratica (le Associazioni, una volta espletate le pratiche di iscrizione, trarranno una serie di vantaggi ed agevolazioni in termini di concessione del patrocinio comunale e dell’uso delle sedi comunali). Ogni Associazione in possesso dei requisiti minimi di trasparenza e legalità, potrà iscriversi all’Albo, per la durata di un anno con possibilità di rinnovo, indicando le sezioni/gli ambiti di attività. Il Regolamento, che istituisce inoltre la Consulta comunale delle Associazioni, organismo consultivo di governo partecipato, è stato approvato con il voto favorevole della maggioranza oltre a quello dei 3 Consiglieri del Gruppo PD. 2 i voti contrari, espressi dai Consiglieri del Gruppo “La Città al Governo”;

Modifiche al Regolamento del Centro Socio-Culturale per gli Anziani: il punto, illustrato dalla Consigliera MASI, consentirà una più equa condizione generale del Centro Anziani, con una maggior rappresentatività e controllo interno, favorendo l’apertura anche nei giorni festivi e nel periodo estivo, prevedendo tariffe agevolate per le attività turistiche e ricreative a favore degli iscritti con basso reddito, nonché istituendo un collegio di garanzia e controllo. Il Sindaco FONTANA – nell’occasione – ha confermato la volontà di dotare quanto prima il Centro Anziani di una nuova sede, consona alle esigenze degli Iscritti. Le modifiche sono state approvate con 9 voti favorevoli e 5 contrari;

Modifiche al Regolamento di Polizia Cimiteriale: il Consigliere CURCIO ha illustrato le proposte che estendono il diritto alla tumulazione nel cimitero di Grottaferrata (a coloro che hanno avuto l’ultima residenza in vita presso un’abitazione la cui area insiste anche parzialmente sul territorio di Grottaferrata, nonché a persone la cui residenza sia stata spostata in casa di cura, a causa di ricovero per lunga degenza). Inoltre, la rinuncia alla concessione di un loculo già assegnato, per spostamento della salma ad altro loculo, prevederà un equo rimborso per i familiari/parenti del defunto, pari ad un trentesimo della somma originariamente versata moltiplicata per il numero degli anni mancanti alla scadenza della concessione (diversamente dalla precedente previsione, in base alla quale veniva restituito solo il 10% dell’intero costo del loculo, indipendentemente dagli anni mancanti). Introdotta inoltre la possibilità, per i concessionari aventi un reddito minimo, di rateizzare in quattro rate annuali il costo della concessione del loculo “con le modifiche introdotte si è cercato, nei limiti di quanto consentito dalla legge, di individuare ogni possibile soluzione per consentire la sepoltura a Grottaferrata di quelle persone decedute aventi un legame col territorio – ha affermato il Sindaco FONTANA– stabilendo nel contempo criteri di equità economica per chi deve sostenere spese ingenti in momenti tristi e dolorosi.”. Le modifiche sono state approvate all’unanimità;

Nuovo Regolamento Canone di occupazione degli spazi e delle aree pubbliche (COSAP): gli Assessori CONSOLI e PAOLUCCI hanno illustrato la riduzione della tassazione delle tariffe di occupazione, a conferma della volontà di rilanciare il commercio e l’economia in tutte le sue forme nel territorio grottaferratese. La decisione intende attrarre tutte quelle iniziative di tipo commerciale, turistico e culturale che potrebbero scegliere Grottaferrata quale meta di attività imprenditoriale. Fra le altre disposizioni introdotte, la concessione gratuita del suolo pubblico per gli esercizi commerciali che attuino forme di decoro e abbellimento negli spazi antistanti la propria attività. Il nuovo Regolamento è stato approvato con 9 voti favorevoli e 4 contrari;

Convenzione per la Gestione associata dei Servizi Sociali: il Sindaco FONTANA ha illustrato il punto, ricordando di aver firmato il 17 marzo scorso la Convenzione, dopo alcuni mesi di confronto con gli altri Comuni del Distretto Socio Sanitario RMH1 (Colonna, Frascati, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Rocca di Papa e Rocca Priora), improntato, nello specifico, sull’introduzione del principio di rotazione del Comune Capofila del relativo Piano di Zona. Il Sindaco, al riguardo, ha ricordato che il Comitato Istituzionale ha accolto la richiesta del Comune di Grottaferrata prevedendo, al termine del triennio 2015-2018, la verifica sulla volontà politica di introdurre detto principio e modificare il Comune Capofila, emendando eventualmente in tal senso la Convenzione. La Convenzione è stata recepita all’unanimità.

Print Friendly, PDF & Email