Grottaferrata, l’emergenza Covid domina il consiglio

Grottaferrata, Consiglio Comunale. L'emergenza Covid domina l'assemblea di martedì 12. Approvazione bilancio slitta al 16

0
306
consiglio_grotta_12_05
Consiglio Grottaferrata Covid 12 maggio

“CONSIGLIO COMUNALE, L’EMERGENZA COVID DOMINA L’ASSEMBLEA L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO SLITTA A SABATO POMERIGGIO 16 MAGGIO

I consiglieri: “Solidarietà senza polemiche”. Una maggioranza ampia e trasversale censura le prese di posizione a mezzo stampa di Massimo Garavini: “Ha leso l’onorabilità degli eletti. Il sindaco accerti i fatti e riferisca in aula”    

Il Consiglio comunale di ieri, martedì 12 maggio 2020, si è aperto con un minuto di silenzio in onore di tutte le vittime della pandemia. L’assemblea torna a riunirsi per la prima volta dopo l’inizio dell’emergenza Covid-19 nella sede storica del Consiglio Comunale a Palazzo Grutter in formazione mista. Presenti in aula, infatti, il sindaco, i capigruppo, la presidente del Consiglio, la segretaria generale e collegati da remoto, attraverso la piattaforma telematica Zoom, i restanti consiglieri. “Un modo per dare il via a un nuovo inizio che servirà a ricollegare la stagione di uscita dall’emergenza alla storia, alla tradizione e all’identità della nostra comunità” ha detto il sindaco Luciano Andreotti. A seguire la presidente del Consiglio comunale, Francesca Maria Passini ha letto l’appello che la maggioranza qualificata dell’assemblea civica ha rivolto al sindaco ai sensi dell’art. 53 del Regolamento del Consiglio comunale relativamente al Progetto SpesaSospesa, iniziativa benefica spontanea dei cittadini di Grottaferrata nata all’inizio del periodo di emergenza Covid-19. “I sottoscritti consiglieri comunali, visto il recente articolo apparso sulla stampa locale a firma del consigliere Garavini, in merito alle gravi affermazioni e illazioni contenute nello scritto, dichiarano di aver operato e di operare, nel periodo di emergenza che ha colpito Grottaferrata come l’Italia tutta, con trasparenza e con l’esclusivo obiettivo di fornire un contributo volontario di supporto al progetto dell’amministrazione denominato SpesaSospesa”. I consiglieri, ritenendo inaccettabili le accuse esplicite contenute nell’articolo, che ledono di fatto l’onorabilità dei singoli consiglieri comunali , invocano il “fatto personale” ai sensi dell’articolo 53 del Regolamento del Consiglio comunale che, al comma 1 dice: “Costituisce fatto personale l’essere attaccato sulla propria condotta o sentirsi attribuire fatti ritenuti non veri o opinioni e dichiarazioni diverse da quelle espresse”: “Il medesimo articolo 53 al comma 4  – prosegue la nota dei consiglieri comunali – prevedrebbe la costituzione di una commissione apposita composta da tre membri eletti dal Consiglio comunale ma, ritenendo inopportuno procedere con il coinvolgimento dei consiglieri stessi, chiedono al sindaco di accertare i fatti in ogni sede ritenuta opportuna e di relazionare, successivamente ai controlli, al Consiglio comunale”. I punti all’ordine del giorno relativi all’approvazione del Bilancio di Previsione – a causa di problemi tecnici che hanno portato allo slittamento di oltre due ore della seduta rispetto alla convocazione originale –  saranno discussi alla ripresa della seduta medesima che l’assemblea dei capigruppo all’unanimità ha chiesto di tornare a riunire nella giornata di sabato 16 maggio alle ore 15,30″. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Grottaferrata.

Print Friendly, PDF & Email