Grottaferrata, torna la Fiera con la 418edizione

Da sabato 24 Marzo la 418edizione della Fiera di Grottaferrata. L'evento si terrà nella città ciptercense fino al 2 Aprile 2018

0
521
418_fiera_grotta
Al via la 418esima Fiera di Grottaferrata

#FIERA418, FRA IDENTITA’ E INNOVAZIONE: E’ L’INIZIO DI UN GRANDE CAMBIAMENTO

19 Marzo h.23:00 – Torna la nostra storica Fiera di Grottaferrata, giunta alla sua 418esima edizione, un traguardo ragguardevole che la inserisce nell’elenco delle più antiche Fiere d’Italia, di cui dobbiamo essere orgogliosi ma allo stesso tempo consapevoli che occorre lavorare molto per riportare la nostra Fiera all’importanza  del passato. Il compito che la mia Amministrazione si assume e intende portare avanti con determinazione è quello di darle una nuova veste di organizzazione e di contenuti a partire dal giorno dopo l’inaugurazione della 418esima di quest’anno per far si che la Fiera sia un fattore di sviluppo economico del nostro territorio ed attrattore di turismo. Una Fiera di mezzo quella di quest’anno, tra passato e futuro,  immersa nella grande tradizione dell’evento cardine che ella stessa è e che da oltre quattro secoli ha messoGrottaferrata nelle condizioni di rappresentare un punto d’incontro tra numerose realtà del mondo agricolo, quindi imprenditoriale, quindi culturale/enogastronomico e non da ultimo identitario e religioso. Recuperare questa tradizione con il contributo di tutti i grottaferratesi è la sfida che ci attende per il futuro. Non sarà una sfida facile, considerato il tempo perduto e tutti i nuovi competitor che nel frattempo si sono fatti avanti nel paese ed hanno acquisito importanza. Credo però che abbiamo tutte le capacità  tecniche, operative e organizzative per riportare la Fiera di Grottaferrata a livelli nazionali. Quest’anno nella sua 418esima edizione  aprendosi ulteriormente all’innovazione lanciamo due hashtag #FieradiGrottaferrata e #Fiera418 che la renderanno riconoscibile per i fruitori dei “social” su internet, quindi con una maggiore apertura ai giovani, così come al territorio circostante, in primo luogo i Castelli Romani, fino ai comuni gemellati e affratellati nella tradizione che resta più che una semplice icona, del culto di San Nilo. Abbiamo deciso, infatti, di destinare circa 2000 mq di strutture coperte di esposizione a stands istituzionali di promozione turistica/culturale/agricola per le istituzioni ed i produttori locali. Di questi 2000 mq di strutture circa 1000 sono destinate ad ospitare gli eventi del “DopoFiera”. Abbiamo in mente di trasformare la Fiera di Grottaferrata nel “capodanno” degli eventi dei Castelli Romani che idealmente si dipanano a seguire nell’anno. Il primo di tanti eventi fondamentali: penso all’Infiorata di Genzano in giugno e alla Sagra dell’Uva di Marino in ottobre così come tutti gli altri momenti di festa che seguono la traccia di chi, come noi, vuole intendere i  Castelli Romani non solo come terra di folklore e buon cibo ma come territorio ricco di identità, profonda cultura e opportunità di sviluppo economico. Questi grandi eventi, se messi a sistema unitamente alle istituzioni di livello superiore, a nostro avviso devono essere il volano di attrazione turistica-economica dell’intero distretto dei Castelli Romani. Tradizione e innovazione, dunque, un solco nel quale si innesta alla perfezione la #Fiera418. Otto giorni nei quali idealmente Grottaferrata non dormirà. Poiché crediamo che la Fiera di Grottaferrata oltre essere occasione di sviluppo economico, debba anche essere una Festa di gente, di accoglienza dei visitatori. Per la prima volta, infatti, le attività continueranno anche nelle ore serali (DopoFiera), quelle del cosiddetto primetime, alla chiusura degli stand quando avremo spettacoli, musica, teatro, presentazioni di libri; le cantine del territorio racconteranno la storia dei loro vini e cosi via. Si tratta dei semi di un grande cambiamento che prende forma da un confronto a 360 gradi tra Amministrazione, con un grazie particolare agli assessori Mirko Di Bernardo, alle Attività produttive e Luciano Vergati alla Cultura, a Veronica Pavani, presidente della commissione Cultura, al consigliere delegato alla Fiera, Massimiliano Di Giorgio che si sono adoperati insieme a tutti i consiglieri e agli uffici comunali, alle associazioni culturali del territorio, alla associazione dei commercianti, alle società che operano al servizio del nostro comune e ovviamente alle forze dell’ordine e ai servizi di soccorso a rendere possibile lo svolgimento degli eventi in tranquillità e sicurezza. Tutti contributi fondamentali alla buona riuscita nel tempo della Fiera che si sta muovendo verso nuovi orizzonti e crescerà assieme a tutti i cittadini diGrottaferrata con l’obiettivo di portare il nostro “marchio” in Italia e nel mondo. Possibilità che Grottaferrata, attraverso la sua Fiera e la sua storia, ha nelle sue radici e deve solo iniziare a trovare il coraggio e la giusta forma per darle futuro. Una “bella stagione” che comincia adesso. Che sia, dunque, una festa per tutti i grottaferratesi e per i tanti turisti ,artigiani, operatori economici che vorranno visitare, benvenuti, la nostra città. Buona Fiera a tutti”. Così dichiara il Sindaco di Grottaferrata Luciano Andreotti.

Dal 24 Marzo la 418° Fiera Nazionale di Grottaferrata
20 Marzo h.21:00 – Tradizione, cultura, artigianalità e costante innovazione: un unico filo conduttore alla 418° Fiera di Grottaferrata dal 24 marzo al 2 aprile. Sabato 24 marzo il caratteristico paesaggio medievale che si affaccia su Roma sarà lo scenario di dieci giorni pensati per gli amanti della tradizione e dei sapori di qualità. Sarà una ventata di freschezza nel cuore dei castelli romani, una destinazione turistico-culturale che funziona, fa grandi numeri ed è simbolo di grande qualità che include realtà strutturate e di valore inestimabile, riservando novità originalità e innovazioni. La manifestazione promuove un’economia a dimensione umana fatta da persone capaci di creare bellezza e bontà attraverso il proprio lavoro. Questa capacità, che è il cuore della rassegna, diventa in fiera un’esperienza che tutti possono vivere, generando un clima di positività. La 418° Fiera di Grottaferrata promossa dal Comune di Grottaferrata ed organizzata dalla Promotrade srl, è una grande vetrina per le oltre 150 aziende provenienti da tutte le regioni italiane che hanno scelto di aderire a questa manifestazione, che ormai si svolge da diversi anni nel mese di marzo, in quanto permette la promozione e la vendita di prodotti di elevata qualità. Tante di queste aziende sono riuscite ad affermarsi sul mercato locale e su mercati internazionali proprio in virtù della qualità e delle eccellenze enogastronomiche proposte. Grande novità il debutto in fiera dello “Stand della Sposa” un’area che riunisce in un unico contesto le eccellenze per gli sposi con le anteprime, le ultime idee e e tendenze del mercato. Tutta l’ Italia, da Nord a Sud, sarà fedelmente rappresentata. I visitatori potranno ammirare performance live e assistere agli spettacoli con danze e canti tradizionali, che animeranno la manifestazione ogni giorno, Un’ opportunità irripetibile per entrare in contatto con la storia del le popolazioni del mondo. È un appuntamento che permetterà a tutti di assaggiare e sperimentare, magari affidandosi al savoir faire dei produttori, formaggio, vino, miele, pasta, birra, olio, cioccolata, salumi ed altro ancora. La Fiera di Grottaferrata vuole essere la sfida dei prodotti di qualità, basata sul rapporto di fiducia tra produttori e clienti, che si crea grazie ad un contatto reale e spontaneo, per proporre con orgoglio le proprie eccellenze, frutto di un lavoro paziente e di un sapere tramandato di generazione in generazione. La fiera offrirà cultura e intrattenimento con eventi culturali, artistici, enogastronomici e musicali per tutti i target d’età. Questa edizione è caratterizzata dalla possibilità di usufruire di un’offerta formativa attraverso laboratori presso la Sala Eventi: un’esperienza sensoriale accompagnata da informatori esperti, grazie alla quale sarà possibile avere sempre più consumatori consapevoli e critici nelle scelte degli acquisti. La kermesse aprirà i battenti sabato 24 marzo alle 10:00 con ingresso gratuito per tutta la durata della manifestazione.
INFO PRATICHE LOCATION: Grottaferrata; Piazzale San Nilo COME RAGGIUNGERCI: Immettersi sul Grande Raccordo Anulare (G.R.A.) in direzione ROMA SUD (seguendo le indicazioni per le Autostrade Roma-Napoli e Roma – L’Aquila) e proseguire fino all’uscita n. 21 – Grottaferrata (adiacente centro commerciale IKEA), che si immette sulla Via Anagnina con la quale si giunge a Grottaferrata. Dalla Via Anagnina svoltare a destra per Via Roma, quindi al semaforo girare a destra per Viale San Nilo.
INGRESSO: Gratuito
INFORMAZIONI: www.fieradigrottaferrata.it
GROTTAFERRATA, AL VIA LA 418ESIMA EDIZIONE DELLA FIERA: I DIECI GIORNI PIU’ IMPORTANTI MUSICA, AMBIENTE, ENOGASTRONOMIA E SOLIDARIETA’ PER I TERREMOTATI NELLA PRIMA GIORNATA

23 Marzo h.18:30 – In apertura il saluto del sindaco con la Fanfara degli allievi Carabinieri. Alle 13 amatriciana solidale per la frazione di Saletta di Amatrice.  In serata concerto omaggio a Rossini della Corale Polifonica

Al via domani (sabato 24 marzo ndr.) alle ore 10,30 la 418esima edizione della Fiera di Grottaferrata . L’evento organizzato dalla società Promonoleggi e promossa dal Comune di Grottaferrata si aprirà con l’esibizione della Fanfara della Scuola Allievi Carabinieri di Roma diretta dal maestro Danilo Di Silvestro  che introdurrà il saluto del sindaco Luciano Andreotti e delle autorità che interverranno nella Sala Grande.

GLI OSPITI – Prevista la partecipazione tra gli altri del consigliere regionale, presidente del Consiglio regionale uscente Daniele Leodori. Sono stati invitati: il consigliere regionale e sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi e i sindaci dei paesi gemellati o con i quali Grottaferrata intrattiene patti di amicizia.

GLI EVENTI DEL GIORNO – Alle 12 presso la sala piccola è in programma la conferenza stampa organizzata dal Comune di Grottaferrata e dalla ditta Tekneco sui risultati della raccolta differenziata ottenuti in seguito al recente avvio del porta a porta. Alle 13 sarà invece in programma un evento particolarmente sentito e voluto dal primo cittadino Andreotti: la partenza del “Callara Tour 2018” un pranzo solidale in fiera a base di amatriciana per la raccolta fondi in favore delle popolazioni terremotate della frazione di Saletta di Amatrice. Le donazioni raccolte saranno destinate all’area ludica per bambini pensata e costruita per essere fruita da tutti, senza separazione tra giochi specifici per bambini con disabilità o realizzazione di aree loro dedicate in maniera esclusiva; quindi al Centro polivalente con funzione di assistenza sanitaria per tutti gli abitanti di Saletta e delle altre frazioni, struttura progettata in legno impermeabile e ignifugo con tecniche e materiali di ultima generazione conformi alle norme di sicurezza e igiene. Nel pomeriggio, alle ore 16 presso la Sala Piccola, sono previsti un seminario dedicato alla fotografia a cura dell’associazione culturale Il Crogiolo e alle 17 presso la Sala Grande a cura dei produttori vitivinicoli del territorio è in programma un incontro con l’azienda biologica De Sanctis e l’Agricoltura Capodarco. Concluderà la giornata inaugurale alle 19 presso la Sala Grande il Concerto in Fiera della Corale Polifonica di Grottaferrata in omaggio a Rossini nel 150esimo anniversario della morte.

LE DICHIARAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE – L’assessore alle Attività Produttive e Turismo, Mirko Di Bernardo invita la cittadinanza a partecipare agli eventi in programma e ringrazia le aziende del territorio, in  particolar modo enogastronomiche “che in questi giorni di fiera daranno vita a manifestazioni utili alla promozione dei loro prodotti e con essi dell’intero territorio di Grottferrata e dei Castelli Romani”. Di Bernardo indirizza quindi sentiti ringraziamenti alle consigliere comunali Veronica Pavani, presidente della Commissione cultura e Daniela Calfapietra per l’importante lavoro di raccordo tra amministrazione, organizzazione della Fiera e scuole del territorio, quindi Cristina Brancati del Consiglio comunale dei Giovani (assemblea che sarà anche protagonista di un evento in Fiera) e le tirocinanti della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Tor Vergata – corso di Scienze del Turismo che da qualche giorno nell’ambito del progetto di convenzione quadro tra comune di Grottaferrata e ateneo, stanno prestando il loro servizio, specificamente anche nella promozione della Fiera presso la casa comunale grottaferratese.nell’ottica ndi uno sviluppo economnico associato all’implementazione della ricerca vscientifica e dell’innovazione. Una dettagliata relazione sui cenni storici della Fiera ha curato il vicesindaco e assessore alla Cultura, Luciano Vergati per riallacciarsi in conclusione alle tematiche dell’attualità: ”La Fiera di marzo ha avuto il suo massimo splendore negli anni ’60 dello scorso secolo quando assurse al rango di Fiera nazionale specializzata in macchine agricole a basso baricentro, specifiche per le coltivazioni in sicurezza dei terreni collinari e scoscesi. In seguito città più ricche e potenti della nostra si appropriarono di quell’esclusiva e determinarono nel tempo un doloroso declassamento della nostra Fiera che ha perso la sua prerogativa di evento nazionale. Sarà compito delle amministrazioni comunali, la nostra e quelle che verranno dopo di noi, rilanciare la Fiera adeguandola ai tempi. Le idee e i progetti non mancano. Occorrono tempo, pazienza e risorse” conclude il vicesindaco assessore alla Cultura. Il sindaco Luciano Andreotti augurando buon avvio di fiera in quello che è il momento più importante dell’anno a Grottaferrata ci ha tenuto a ringraziare per la fattiva e sentita collaborazione alla realizzazione di un cartellone eventi di qualità gli assessori alla Cultura, Luciano Vergati e alle Attività Produttive, Mirko Di Bernardo, la presidente del Consiglio comunale, Francesca Maria Passini, la presidente della Commissione cultura, consigliera Veronica Pavani e il consigliere delegato alla Fiera, Massimiliano Di Giorgio oltre agli uffici comunali, alle forze di sicurezza e al personale sanitario che da domani al 2 aprile collaboreranno alla migliore riuscita dell’evento che il primo cittadino grottaferratese non ha esitato a definire il “capodanno dei grandi eventi dei Castelli Romani che si sta muovendo verso nuovi orizzonti e crescerà assieme a tutti i cittadini di Grottaferrata con l’obiettivo di portare il nostro marchio in Italia e nel mondo. Possibilità che Grottaferrata, attraverso la sua Fiera e la sua storia, ha nel profondo e deve solo iniziare a trovare il coraggio e la giusta forma per darle futuro. Una bella stagione che comincia adesso. Che sia, dunque, una festa per tutti i grottaferratesi – ha concluso il sindaco –  e per i tanti turisti ,artigiani, operatori economici che vorranno visitare, benvenuti, la nostra città”. Attesa per gli spettacoli del DopoFiera, grande novità di questa edizione a cura del Comune che proporrà una serie di momenti di spettacoli in programma dopo le 21, orario di chiusura canonico degli stand. Eventi, questi ultimi, a cura del Comune di Grottaferrata sotto la direzione artistica di Salvatore Marino.

FIERA DI GROTTAFERRATA, TREDICI POSTAZIONI DI PARCHEGGIO ALTERNATIVE E TREDICI ORE DI NAVETTA GRATUITA PER RESIDENTI E VISITATORI

23 Marzo h.21:00 – Per tutta la durata della Fiera di Grottaferrata il Comune di Grottaferrata insieme a Schiaffini Travel, azienda che gestisce trasporto pubblico locale e parcheggi a pagamento nel territorio comunale, hanno individuato tredici punti di parcheggio alternativo a disposizione di residenti e visitatori. Si tratta di 1 Via J.F. Kennedy / Parco Avventura; 2 Via Montiglioni; 3 Via Anagnina / Liceo Touchek; 4 Via G. Falcone / Suore Francescane; 5 Via del Grottino / Cooperativa Capodarco; 6 Viale San Nilo / Area Mercato; 7 Via Cicerone / Pro Loco; 8 Via Roma / Istituto Falcone; 9 Viale San Bartolomeo / P.zza A. De Gasperis; 10 Via IV Novembre / P.zza dell’Artigianato; 11 Via del Fico; 12 Via degli Ulivi / Campo Sportivo; 13 Via Vecchia di Marino / Ufficio Postale. Contestualmente il Comune ha messo a disposizione un servizio bus navetta gratuito che dalle 10 del mattino alle 23 con partenza ogni 30 minuti dal campo sportivo di Frascati, passaggio per Parco Avventura (ex Bazzica), liceo touschek e arrivo in fiera. La corsa prevedrà tre passaggi al mattino e tre alla sera per via Colle S. Antonio e via del Pratone.

GROTTAFERRATA, LA FIERA APRE NEL SEGNO DELLA RISURREZIONE
IL SINDACO ANNUNCIA PER VENERDI’ SANTO LA PRIMA EDIZIONE
DELLA SACRA RAPPRESENTAZIONE NEL CORTILE DELL’ABBAZIA DI SAN NILO

24 Marzo h.21:00 – Andreotti: “Presto un vero Ente Fiera per le prossime edizioni  Il vescovo Martinelli: ”La manifestazione sia occasione di lavoro per i giovani del territorio che chiedono  di essere protagonisti attivi nell’opera produttiva”

La 418esima edizione della Fiera di Grottaferrata, apertasi nella mattinata di oggi, inaugura di fatto, coincidendovi in pieno, la Settimana Santa che condurrà alla Pasqua, che si celebrerà quest’anno  domenica 1 aprile. Per questo il sindaco Luciano Andreotti nel suo breve saluto prima del taglio del nastro ha voluto sottolineare come l’Amministrazione comunale abbia voluto con convinzione  promuovere per il prossimo venerdì santo, 30 marzo, la prima edizione della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo che si terrà nel cortile del monastero di San Nilo. “Nel giro di una settimana – ha detto il sindaco – Grottaferrata vivrà un grande evento religioso nel pieno dell’evento fieristico”. Una edizione, quella appena iniziata, dell’evento più antico e tradizionale della cittadina castellana che il sindaco ha definito  “di mezzo”, “a cavallo tra passato e futuro “ “alba di un grande cambiamento” di cui in realtà già dalla logistica e dall’organizzazione degli spazi si vedono le prime tracce. Numerosi i sindaci del territorio presenti: tra gli altri Roberto Mastrosanti di Frascati, Emanuele Pucci di Monteporzio, Emanuele Crestini di Rocca di Papa, Carlo Colizza di Marino e altri rappresentanti dei comuni castellani e di quelli gemellati nel percorso niliano, in particolare il comune salernitano di Bracisgliano, presente in fiera con uno stand e all’inaugurazione con il sindaco Antonio Rescigno. Tra gli stand istituzionali anche quello del comune calabrese di Orsomarso. “Ora tuttavia – ha annunciato il sindaco in un passaggio  del discorso – il compito che la mia amministrazione si assume, a partire già da domani, è quello di dare alla fiera una nuova veste e far sì che la fiera sia fattore di sviluppo economico e culturale attrattore di turismo e nuove iniziative commerciali.  Per rilanciare l’evento – ha detto Andreotti – occorrerà un vero cambio di passo affidando l’organizzazione dell’evento a un vero e proprio ente Fiera partecipato da più soggetti che possa programmare, individuare e sviluppare  nel quartiere fieristico di San Nilo le tematiche di una fiera vincente e d’eccellenza che guardi in primo luogo al territorio dei Castelli Romani”. Il primo cittadino ha quindi salutato i numerosi colleghi sindaci presenti e ringraziato gli amministratori e gli uffici del Comune di Grottaferrata come gli uffici, i consiglieri comunali e la presidente del Consiglio comunale, Francesca Passini che ha curato il cerimoniale della mattina inaugurale. Dopo il sindaco, è intervenuto il vescovo di Frascati, S.E. monsignor Raffaello Martinelli  che ha definito la Fiera come “un evento di unità, collaborazione perché solo attraverso l’unione delle forze, la collaborazione e il rispetto l’uno dell’altro possiamo far crescere i Castelli Romani e Grottaferrata”. Il vescovo Martinelli ha quindi sottolineato con piacere la notizia della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo, tornando a spiegare come anche un evento come la Fiera più che mai quest’anno nell’ottica pasquale possa vedere “morire gli egoismi e le divisioni per darci una mano gli uni gli altri” e vedere una resurrezione del lavoro, soprattutto di quello giovanile perché “i nostri giovani hanno diritto di sentirsi soggetti attivi nell’opera produttiva della comunità”. Il nastro è stato tagliato dalla signora Ivonne Orzilli, matriarca di una famiglia di imprenditori vitivinicoli grottaferratesi, scelta come madrina della 418esima edizione della Fiera di Grottaferrata. A pranzo  il sindaco Andreotti, assessori e consiglieri di Grottaferrata hanno dato il via al Callara Tour 2018 organizzato dalla frazione di Saletta di Amatrice, salutando la prima mattina della #Fiera418 con un gustoso gesto di solidarietà a base di maccheroni all’amatriciana a sostegno delle comunità del centro Italia colpite dal terremoto del 2016.

 

biciday
#biciday

FIERA DI GROTTAFERRATA,  È SUBITO BICIDAY: DOMENICA MATTINA DEDICATA ALLE DUE RUOTE

24 Marzo h.22:00 – Alle 9 passeggiata in bici.  Alle 11,30 convegno in fiera.

La seconda giornata della  418esims Fiera di Grottaferrata sarà un Bici Day animato da una mattinata di passeggiata e un interessante convegno, al rientro, alle 11,30 per fare il punto sulla “Roadmap verso Grottaferrata Comune ciclabile”, questo il titolo dell’evento.  La giornata ciclistica della #Fiera418 è organizzata dall’associazione “La Tua Grottaferrata”, l’Associazione Il Crogiolo, l’Asd 60 Bros e l’Accademia Nazionale Mountain bike insieme alla Proloco di Grottaferrata che hanno ideato la passeggiata sul sentiero  che unisce idealmente due tra le più importanti Aziende Vinicole del Territorio. Il percorso si snoda per qualche chilometro sui sentieri a nord del paese. Sotto la guida esperta di Roberto Mandolini  della Accademia Nazionale di Mountain Bike, il gruppo percorrerà il tratto di strada alle spalle dell’Azienda Agricola Capodarco e  attraverso il sentiero sterrato  raggiungerà la Cantina Vinicola di Gabriele Magno dove il produttore presenterà la sua azienda ed i suoi prodotti.  Durante il percorso sarà possibile effettuare alcuni scatti fotografici sotto la guida esperta dei fotografi dell’Associazione Culturale il Crogiolo. Il percorso sterrato è adatto a ciclisti esperti equipaggiati con mountain bike e casco. Raduno dei partecipanti alle ore 9 presso l’area dedicata al Bici Day presso la Fiera. Partenza dal piazzale adiacente il mercato coperto di Grottaferrata alle ore 9.30. Rientro entro le ore 11.30 presso il piazzale adiacente la Fiera. “Abbiamo voluto una giornata dedicata alla bicicletta – spiega Alessandro Cocco, consigliere delegato alla Smart City del Comune di Grottaferrata, perché intendiamo incentivare sempre di più l’utilizzo di questo mezzo di locomozione, nei prossimi mesi intendiamo aderire all’iniziativa della Fiab-onlus (federazione italiana amici della bicicletta) Comuni ciclabili e per fare questo occorrerà preparare la città a rispondere a tutti i requisiti richiesti”. Una sfida che Grottaferrata intende intraprendere con convinzione.

FIERA DI GROTTAFERRATA, DOMENICA RICCA E VARIEGATA: DALLA DIETA MEDITERRANEA ALLA MODA E LA RIVISTA “CASTELLI ROMANI” PRESENTA IL NUMERO MONOGRAFICO DEDICATO ALL’EVENTO

24 Marzo h.23:00 – Dalla dieta mediterranea alla moda. Sarà ricca di appuntamenti la seconda giornata della #Fiera418. Quando gli appassionati di bicicletta saranno già partiti per la loro passeggiata, alle 10 si aprirà  presso la Sala Grande a cura di Menomosyne Onlus il convegno intitolato “La dieta mediterranea come volano per i prodotti tipici locali”. In mattinata e nel pomeriggio si susseguiranno, alle 10, alle 12,30, alle 15 e alle 17 turni di visite guidate alla Catacomba ad Decimum. (Ingresso 5 Euro). Alle 17,30, prima dell’aperitivo, spazio alla rivista storica Castelli Romani che presso la Sala Piccola presenterà il numero monografico sulla Fiera di Grottaferrata con relatori: Massimo Biondi, Stefano Paolucci e Stefano Petrucci. La domenica si concluderà alle 16,30 e alle 19,30 presso la Sala Grande (solo su invito) con la sfilata di moda Grottaferrata Fashion Day a cura dell’Associazione Commercianti di Grottaferrata.

#FIERA418, AL MATTINO PROTAGONISTE LE SCUOLE E DOMANI SERA CINZIA LEONE INAUGURA IL DOPOFIERA

26 Marzo h.22:00 – Il cartellone di eventi della Fiera entra nel vivo con una serie di iniziative per tutti i gusti e tutte le età. Lo spazio teatrale e musicale è diretto da Salvatore Marino. I ragazzi delle scuole con tre mattine di letture musicate e domani sera il via al DopoFiera, spazio dedicato al teatro e alla musica diretto da Salvatore Marino, che esordirà domani sera con una piece teatrale di Cinzia Leone.

SCUOLE PROTAGONISTE DI UNA TREGIORNI DI LETTURE MUSICATE – La mattinata di oggi, lunedì 26 marzo, è stata aperta dalla lettura musicata “Portami con te” –  che andrà in scena anche mercoledì 28 marzo presso la Sala Grande –  a cura dell’A.R.C. “Il Satiro” in collaborazione con la libreria Adeia e il Consiglio comunale dei Giovani, mentre domani, martedì 27 marzo, alle 10 presso la Sala Piccola, Chiara Finocchietti dell’Editrice Ave e dell’Associazione di volontariato Domus Unitatis, sempre destinato ai ragazzi delle scuole, vedrà in scena la lettura animata “A colpi di pedale. La straordinaria storia di Gino Bartali” e alle 11 presso la Sala Grande, a cura dell’associazione Il Crogiolo sarà proposto un reading dal titolo “Le parole degli eroi”, testi, lettere e documenti della Prima Guerra Mondiale con Massimo Reali. Sono stati coinvolti i bambini delle scuole primarie e secondarie di secondo grado degli istituti comprensivi San Nilo e Falcone e della scuola Braschi.  Già dal primo degli incontri, quello di oggi, il padiglione teatrale era gremito di bambini. L’assessore alla Scuola e alle attività produttive Mirko Di Bernardo ha aperto i lavori salutando le classi 2a 2b 2c 3e 4c 5a e 5b dell’Istituto Falcone e le classi 2a 2b 2c 2d e 2f dell’istituto San Nilo. L’assessore ha dichiarato: “In un’epoca dove la lettura e la scrittura vengono considerate come competenze acquisite, è opportuno ribadire come tali tecnologie primarie debbano essere in realtà annoverate non  come strumenti di conoscenza definitivamente acquisiti, bensì come capacità da implementare  costantemente mediante azioni educative globali e sistemiche che consentano uno sviluppo umano integrale della persona. La lettura in particolare – ha proseguito Di Bernardo – è importante perché consente non solo la conoscenza della propria interiorità, ma favorisce una crescita della identità mediata dalla relazione con l’alterità. Non esiste infatti identità senza relazione con gli altri e con la comunità. Tale relazione è originante e costitutiva. Associare musica e lettura costituisce un tentativo di ribadire l’importanza di un percorso formativo incentrato sulla individuazione dei valori umani in modo maieutico respingendo ogni forma classica di relazione docente discente che preveda l’insegnamento come mero e asettico trasferimento di informazioni. Per questo – ha concluso – il dono di un libro ad ogni classe rappresenta un segnale preciso nell’ottica di una educazione interpretata nella prospettiva dello sviluppo della responsabilità delle coscienze nella loro autonomia. Ringrazio di cuore per la realizzazione e lo svolgimento dell’iniziativa l’associazione il Satiro, le consigliere comunali Veronica Pavani, Daniela Calfapietra e Pina Pepe. Infine un ringraziamento speciale va alla libreria Adeia di Grottaferrata e al Consiglio dei giovani nella persona di Cristina Brancati”.

CINZIA LEONE DA’ IL VIA AL DOPOFIERA – Alle 21 di domani (martedì 27 marzo ndr) c’è già molta attesa per lo spettacolo teatrale di Cinzia Leone “Mamma sei sempre nei miei pensieri, spostati”, uno show sulla “mammità”, sul distacco dal cordone ombelicale, su come la mamma condiziona i nostri atteggiamenti, i nostri pensieri, e tutto il nostro essere, e viene “analizzata” comicamente l’impronta che ogni madre lascia sulla propria figlia, e che la figlia lascerà a sua volta sui propri figli. Durante lo spettacolo Cinzia viene continuamente interrotta da telefonate della madre che le sottopone problemi gastrici, intestinali…e Cinzia, condizionata dalle telefonate della madre, viene portata a  ripercorrere le origini della vita – e l’evoluzione della mamma – dal protozoico, l’era primordiale, al cenozoico, l’era attuale. Il direttore artistico del DopoFiera per conto del Comune di Grottaferrata, Salvatore Marino, spiega così  la scelta: “Mi hanno detto che nelle edizioni che si sono tenute finora non c’era questo spazio del DopoFiera, così noi abbiamo pensato di riempirlo con musica e comicità, in qualcuno degli spettacoli con entrambi gli ingredienti che sono quelli che di più catturano il pubblico, penso a Paolo Arcuri e alla Gnometto Band (in scena sabato 31 alle 21)  che ha la caratteristica di far ridere e ballare nello stesso tempo”. “Cinzia Leone è pura comicità – aggiunge Marino – una one woman show, spettacolo tipico del genere femminile quando si parla del rapporto madre-figlia e Cinzia lo sa fare molto bene perché lei viene da una grande tradizione di spettacoli legati al mondo femminile. Tutti la ricordiamo tra le primissime protagoniste  della Tv delle Ragazze assieme a Francesca Reggiani, la Guzzanti e altri. Lei si rivolge ad un pubblico anche non giovanissimo avvezzo alla frequentazione tv dagli anni 90 in su. Davvero da non perdere nella prima delle serate del DopoFiera”. “Poi ci sono spettacoli come quello di Federico Perrotta e Valentina Olla (in scena mercoledì 28 alle 21) in cui ci sono addirittura nove musicisti in scena e loro rievocano un po’ gli anni Novanta attraverso le tappe musicali che hanno colorato quel periodo, con le canzoni che di più hanno colpito, che più sono piaciute e vedranno un grande coinvolgimento del pubblico”. Giovedì 29 sempre con inizio alle 21 spazio a “Il duo del liscio” serata che vedrà la partecipazione over 65, dei tesserati dei centri anziani e di tutti gli appassionati della grande tradizione del ballo da balera. Un programma davvero per tutti i gusti che punterà a rendere in questa settimana di fiera Grottaferrata come una città che non dorme, punto sottolineato più volte dal sindaco Luciano Andreotti nelle sue presentazioni, focalizzata su identità, attività produttive, spettacolo e cultura, attrattore di nuova economia e turismo. Ovvero l’alba dell’annunciato cambiamento che inizia a mostrarsi proprio nei giorni più significativi per Grottaferrata: quelli della Fiera di marzo.

SMART CITY, FIAB CERTIFICA L’INIZIO DEL PERCORSO DI ADESIONE DI GROTTAFERRATA ALLA RETE DEI COMUNI CICLABILI

27 Marzo h.20:25 – L’annuncio nel corso di un convegno alla Fiera di Grottaferrata. Il delegato Cocco lancia il protocollo d’intesa a quattro tra i comuni di Frascati, Grottaferrata, Comunità Montana e Parco dei Castelli Romani

La Fiab (Federazione italiana Amici della Bicicletta) ha certificato l’avvio del percorso di adesione alla rete dei ComuniCiclabili. Il riconoscimento è avvenuto nel corso del convegno “Roadmap verso Grottaferrata comune ciclabile” tenutosi domenica mattina nel ricco cartelloni di eventi che compongono le attività della 418esima edizione della Fiera di Grottaferrata. A certificare l’importante passo una nota dell’architetto Alessandro Tursi, vicepresidente Fiab inviata al sindaco di Grottaferrata Luciano Andreotti. Nella nota i vertici Fiab ringraziavano il sindaco “per la volontà di aderire alla rete dei ComuniCiclabili, rete di comuni che si mettono in gioco per migliorare la vivibilità dei loro territori anche attraverso l’utilizzo della bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano e di promozione di un turismo sostenibile”. “Ad oggi – scriveva Tursi –  sono 69 le amministrazioni che hanno scelto di entrare nella rete, sottoponendosi al giudizio della Fiab in merito alle azioni e alle politiche messe in atto per rendere la città a misura di bicicletta. Non un premio, quindi, ma l’attestazione di una condizione che l’appartenenza alla rete servirà a migliorare, raggiungendo sempre nuovi obiettivi verso il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e dei turisti. Vi diamo, quindi, il benvenuto nel percorso per l’adesione a ComuniCiclabili – conclude la nota Fiab –  sperando che Grottaferrata faccia da apripista all’adesione di altri Comuni del Lazio, unica tra le grandi regioni, ad oggi, assente dal panorama di Comuni Ciclabili”. Al convegno hanno preso parte tra gli altri: il professor Leonardo Calò, direttore di Cardiologia al Policlinico Casilino e professore di Cardiologia dello Sport all’Università Studi di Roma Foro Italico con una interessante relazione su ciclismo e salute cardiovascolare, analizzando i benefici che apporta l’utilizzo della bicicletta e il professor Umberto Crisalli, mobility manager dell’Università Tor Vergata di Roma con una relazione dal titolo “La bicicletta come alternativa modale per gli spostamenti di breve distanza”. Il coordinatore dell’evento, il consigliere delegato alla Smart City del Comune di Grottaferrata, Alessandro Cocco ha dedicato la giornata al ricordo di Adriano Vinciguerra, artista grottaferratese prematuramente scomparso proprio in seguito a un incidente in bici. “Noi come Amministrazione intendiamo portare avanti un programma per rendere Grottaferrata comune ciclabile – ha detto Cocco – per questo ci siamo legati alla Fiab che si occupa della diffusione di questo mezzo di locomozione per rendere le città più vivibili”. In tal senso Cocco , salutando la delegata alla Smart City di Frascati, Alessi De Carli ha ricordato l’impegno del comune grottaferratese insieme a quello frascatano per la realizzazione di una pista ciclabile di 3 km, la BikeLine Grottafrascati, che unisca i due comuni. Ringraziamo Fiab per il riconoscimento dell’inizio del percorso da parte di Grottaferrata che ci sarà sicuramente utile per i prossimi mesi, entro luglio, nei quali dovremo certificare l’inizio e intervenire sulle zone di ciclabilità urbana, così come sugli alberghi che dovranno diventare bikefriendly, quindi la comunicazione e la promozione con convegni come questo. Ora siamo nella fase di firma dei protocolli d’intesa da sottoporre ai quattro stakeholder che saranno i comuni di Frascati, Grottaferrata, il Parco dei Castelli Romani e la Comunità Montana”. Damiano Pucci, presidente della Comunità Montana dei Castelli Romani, ha manifestato come il suo ente stia seguendo con estremo interesse l’iniziativa dei comuni di Grottaferrata e Frascati perché “attorno alle politiche sulla bicicletta si muove un potenziale enorme del nostro territorio. I Castelli Romani nel loro rapporto con Roma hanno la possibilità di esprimere grandi potenzialità se si concentrano su investimenti seri in favore di un turismo basato anche sulla pratica sportiva e sulla bicicletta. Una consapevolezza che sta crescendo sempre di più nelle amministrazioni comunali del territorio. Quando il consigliere Cocco è veunto a parlarmene in Comunità Montana abbiamo aderito subito con grande entusiasmo perché Grottaferrata possa diventare il motore primo di una azione virtuosa che possa allargarsi a tutto il comprensorio. Per questo  oggi è un momento importante perché attraverso politiche di maggiore sensibilizzazione sull’uso e la valorizzazione delle biciclette si può creare non solo un asset turistico ma arrivare a un effettivo miglioramento della qualità della vita. Perciò la Comunità Montana c’è e vuole essere protagonista di questo percorso”. Il sindaco Luciano Andreotti ha sottolineato come oggi Grottaferrata abbia zero piste ciclabili. “Penso a tutte le persone che ogni giorno per questo motivo rischiano la vita. Per questa ragione dobbiamo iniziare ad agire a favore di una mobilità sostenibile e in sicurezza. C’è un problema culturale oltre che di infrastrutture da superare. Dovremmo riprendere l’abitudine che avevano i nostri nonni, anche recependo norme come quelle presenti in molti centri storici d’Europa in cui è vietato l’ingresso delle auto turbodisel nei centri, liberando le strade dalle troppe automobili e favorendo, anche assieme ad altri enti come la Comunità Montana, l’incremento di politiche per una nuova mobilità sostenibile anche nelle nostre città. Il percorso è iniziato, ora sarà nostro compito portarlo avanti”. Al termine del convegno, ricompreso nella giornata definita #BiciDay alla Fiera di Grottaferrata,  il delegato alla Smart City del Comune di Grottaferrata, Alessandro Cocco ha ringraziato il sindaco Luciano Andreotti, il Presidente della Comunità Montana, Damiano Pucci, il sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti, il professor Leonardo Calò, il professor Umberto Crisalli, il vicepresidente della Fiab, architetto Alessandro Tursi, tutte le associazioni, tutte le aziende e gli Enti che ci hanno supportato nell’organizzazione: Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, Parco dei Castelli RomaniComune di FrascatiFiab onlus. Associazione Il Crogiolo, Accademia Nazionale Mountain Bike, La tua Grottaferrata, Asd 60 Bros,  Castelli Romani Triathlon, Fantic Castelli RomaniCiclotech  Bike store, Azienda vinicola Gabriele Magno e Le oche giulive, riistopub per il rinfresco finale.

#FIERA418, SABATO DI PASQUA TRA SPETTACOLI, LIBRI E MUSICA

SI CHIUDE IL CARTELLONE DEGLI EVENTI ARTISTICI

ti_leggo_un_libro
Ti leggo un libro 4

30 Marzo h.22:00 – Alla 418esima edizione della Fiera di Grottaferrata si attende la Pasqua tra libri e spettacoli dal mattino alla sera di domani, sabato 31 marzo 2018, terz’ultimo giorno della storica esposizione primaverile. Si comincia presto in mattina alle 10 quando a cura della Golden Age Events in collaborazione col Comune di Grottaferrata e la Casa di Riposo Villa Romani, presso la Sala Piccola, andrà in scena lo spettacolo “Un battibecco vacanziero”. Alle 17,30, sempre presso la Sala Piccola (Spazio Eventi) torna per la sua 4^ edizione, a cura dell’associazione La Tua Grottaferrata, la rassegna “Ti leggo un libro”. Quest’anno l’iniziativa avrà quale filo conduttore il Cinema. Gli intermezzi musicali, interpretati da Elisabetta La Rosa, saranno brani che hanno caratterizzato momenti indimenticabili del grande schermo. A chiusura delle presentazioni delle opere e degli autori, sarà proiettato il corto di un giovane regista: Daniele Tullio col suo “Il silenzio di Jill”. Gli autori che presenteranno le loro opere sono: Arianna Contestabile “I racconti di Nonno Tommaso”, Simone Pietroletti “Le leggende dell’Origen”, Maurizio Lucci “Il segno del tempo”, Cristina Pozzi “2050 Guida futuristica per viaggiatori nel tempo”, Fioretta Mari e Manuela Metri “Ciao Artista!”. In serata l’ultimo evento del DopoFiera, momento di spettacoli serali diretto da Salvatore Marino. In scena presso la Sala Grande con Paolo Arcuri e la Gnometto Band, uno spettacolo che unirà musica e comicità. Chiuderà la giornata e gli eventi di spettacolo il Concerto dei Giovani “Choose the Vibe” a cura dell’associazione “Cheap sound”.

Print Friendly, PDF & Email