Halauca doppietta non basta al Rocca Priora

Il bomber Alex Halauca con la sua doppietta non fa andare il Rocca Priora oltre il pari interno contro il Fidene

0
314
halauca
Alex Halauca - Rocca Priora Calcio

Un pareggio che lascia qualche amaro in bocca. La Prima categoria del Rocca Priora esordisce in stagione con un 2-2 interno contro il Fidene nella prima giornata del triangolare di Coppa Lazio che comprende anche il Casal Bernocchi. Eppure la formazione di mister Paolo Lunardini aveva giocato trequarti di gara in maniera quasi perfetta, poi però è arrivato un inaspettato calo finale e i capitolini hanno acciuffato il pareggio. «Abbiamo avuto un black-out alla fine che ci è costato caro – dice l’attaccante classe 1988 Alex Halauca – Un peccato, perché avevamo la partita in pugno». Era stato proprio il bomber a realizzare la doppietta con cui il Rocca Priora si era portato sul doppio vantaggio, poi però nel secondo tempo ad Halauca è rimasto il rammarico di un terzo gol negatogli sulla linea da un difensore ospite. «Avevo fatto una buona azione personale, ma mi è mancata un po’ di forza nella conclusione. Credo sia normale sia per il sottoscritto che per la squadra, visto che abbiamo iniziato da un paio di settimane e non possiamo essere al massimo della condizione». Il Rocca Priora, dunque, tornerà in campo già mercoledì per la seconda giornata del triangolare: serve un risultato pieno sul campo del Casal Bernocchi per poi vedere cosa accadrà nell’ultimo match tra Fidene e Casal Bernocchi. «Il discorso per la qualificazione si è un po’ complicato, ma mercoledì scendere in campo per vincere e provare a passare il turno». La sua stagione è cominciata comunque con una pregevole doppietta: «La mia speranza è sempre quella di superare la quota dei 25 gol stagionali. Sono un attaccante e il mio compito è quello di finalizzare il lavoro della squadra». In questa stagione ha al fianco un partner di prim’ordine che già ieri ha fatto vedere cose interessanti. «Matteo Antonelli è un giocatore di categoria superiore che potrà dare un grosso aiuto sia alla squadra che al sottoscritto» conclude Halauca.

Print Friendly, PDF & Email