Anche i Comunisti Italiani di Marino aderiscono allo sciopero generale di Cgil e Uil

0
719
cgil
Cgil
cgil
Cgil

Nel suo intervento al XVI Congresso della UIL, Susanna Camusso Segretario generale della Cgil, ha dichiarato : “Sui temi della legge di stabilità e del Job’s act abbiamo registrato un importante convergenza con la Uil e abbiamo convenuto di fare uno sciopero generale il 12 dicembre con manifestazioni territoriali, avendo fatto verifiche sulla data. rassegnarsi ed aspettare non è la scelta che un sindacato può fare perché significherebbe essere parte del problema, invece noi siamo la soluzione”. La Cgil, ha proseguito Camusso “trova davvero irresponsabile che il governo sostenga e teorizzi che tutti i luoghi della mediazione sociale vanno cancellati” e rivolgendosi al Premier ha proseguito: “può stare sereno, non abbiamo il rimpianto della concertazione, oggi è meno comprensibile qual è la visione e il sogno del Paese” rispetto al ’90, “ma questo non significa poter dire che non c’è un luogo dove si contratta con i sindacati. Contrattare è un termine nobile”. Infine, il Segretario Generale della Cgil ha concluso con un “arrivederci al 12 dicembre”.

“A partire dallo sciopero generale del 12 dicembre – dichiara in una nota il segretario dei Comunisti Italiani di Marino Maurizio Aversa – i comunisti e la sinistra devono investire tutte le loro energie per rafforzare un grande movimento di massa che nel Paese è vivo, consapevole e che in queste settimane ha dimostrato tenacia, voglia di farsi sentire e di lottare nelle piazze. E’ necessario, inoltre, attivare parallelamente ed impiegare tutti gli strumenti che la nostra Costituzione mette a disposizione per fermare questa controriforma: dal ricorso alla Consulta per l’eccesso di delega conferita al governo al referendum abrogativo, in modo da ridare sovranità al popolo italiano, stanco di subire passivamente.

Noi, comunisti e forze di sinistra e di centrosinistra marinesi, che abbiamo avuto – continua Aversa – l’occasione di affrontare gli stessi temi, presente la Cgil, ci siamo ripromessi di fare un invito esplicito alla mobilitazione ai cittadini, ai lavoratori, a chi un lavoro non lo ha, per rivendicare una politica economica del governo totalmente differente dalle attuali proposte. Rimettere al centro il lavoro ed i lavoratori, significa ridare fiducia ai valori che tengono insieme la cultura e le storie personali di cui sono impastate le persone che oggi vivono in Italia.

Chiediamo, quindi di affiancarci nella partecipazione all’iniziativa di lotta che si terrà a Roma.

La concentrazione è alle 9.30 di venerdì 12 dicembre – conclude la nota – a Piazza dell’Esquilino (Basilica S.Maria Maggiore, lato via Cavour); da qui sfilerà il corteo per Piazza SS Apostoli dove avrà luogo il comizio finale.

La sezione E.Berlinguer Pdci di Marino parteciperà con una propria delegazione alla manifestazione unitaria Cgil-Uil.

A titolo personale, hanno aderito: Marco Cacciatore, consigliere M5S di Marino, e Luca Perrone, presidente Comitato Civico S.Maria delle Mole”.

Print Friendly, PDF & Email