Il 2 giugno sul nostro territorio al tempo del Coronavirus

Le iniziative, le opinioni e le riflessioni sulla Festa della Repubblica del 2 giugno 2020 al tempo dell'emergenza Coronavirus sul nostro territorio

0
144
2_giugno
2 Giugno

Le iniziative, le opinioni e le riflessioni sulla Festa della Repubblica del 2 giugno 2020 al tempo dell’emergenza Coronavirus sul nostro territorio

“FESTA REPUBBLICA, AMBROGIANI(PD): “MOMENTO SIGNIFICATIVO E AUTOREVOLE”

Martedì 2 giugno ricorre la festa della Repubblica Italiana, una giornata celebrativa dal grande valore simbolico, istituzionale e sociale. Una giornata che ci ricorda l’importanza dei valori democratici, di libertà e uguaglianza per i quali si sono battuti milioni di italiani nel corso della storia. In questa ricorrenza dunque è giusto sottolineare i principi di unione e di condivisione di un popolo che nei momenti difficili si è sempre contraddistinto per patriottismo e spirito di reazione. Principi che valgono più che mai in questa complicata fase storica, di grande emergenza, dove gli italiani – seppur tra mille difficoltà – stanno dimostrando uno spirito di sacrificio e un senso di responsabilità incredibili. Oggi come allora, dobbiamo rimanere coesi, superare insieme le criticità, perché oggi come allora l’Italia unita è più forte di tutto”. Così, in una nota, il segretario del Pd Marino, Sergio Ambrogiani.

“FESTA DELLA REPUBBLICA, BONAFONI (LISTA ZINGARETTI) “INSIEME ALL’ANPI PER OMAGGIARE LE DONNE DELLA COSTITUZIONE”

Un omaggio floreale per ognuna delle 21 donne dell’Assemblea Costituente, per le “madri” costituenti: è questa l’iniziativa lanciata dall’Anpi che, in attesa dell’evento di domani, ha programmato una maratona sui social rilanciando, ogni giorno, un articolo della Costituzione. Il 2 giugno rappresenta una data storica, nel 1946 – per la prima volta – le donne vennero chiamate responsabilmente a decidere del nostro, del loro e del destino di tutte e tutti, votando al referendum sulla scelta tra monarchia e repubblica. Un ricordo che oggi assume ancora più significato, valore e importanza, in un momento in cui le nostre vite sono state stravolte dalla pandemia scatenata dal Covid-19 e in cui ad essere escluse, già dal primo momento, sono state proprio le donne, così come i più deboli, i bambini, i migranti ed i precari. Il messaggio, lanciato dalla Presidente Chiara Nespolo, è il seguente: “Il 2 giugno saremo impegnati non solo a celebrare una data storica, ma lanceremo un messaggio forte e chiaro: per risolvere la crisi attuale è fondamentale e imprescindibile attuare pienamente la Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza”. Con loro, parteciperò a questa importante celebrazione, consegnando una rosa nel Cimitero del Verano sulla tomba di Nilde Iotti a Roma, insegnante, dirigente, prima donna in Italia eletta Presidente della Camera dei deputati. Da quel 2 giugno dobbiamo ripartire, dalle ingiustizie, dalle discriminazioni, dai diritti e dalla Costituzione, riportando alla memoria una data simbolo per il nostro Paese e per la nostra democrazia”. Così in una nota la consigliera regionale del Lazio Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti.

Festa della Repubblica: i luoghi simbolo di Albano Laziale si illuminano col Tricolore

Oggi celebriamo la Festa della Repubblica. Ci sono momenti storici che mantengono la loro forza a prescindere dalle contingenze. Il 2 giugno del 1946 è uno di questi momenti.

Pubblicato da Nicola Marini su Martedì 2 giugno 2020

 

In occasione del 74esimo Anniversario della Festa della Repubblica, ieri sera dalle ore 20.30, alcuni dei luoghi simbolo della città si sono illuminati con i colori della bandiera italiana. Il tricolore è stato proiettato sulla facciata di Palazzo Savelli ad Albano, sul Monumento ai Caduti a Cecchina e sulla facciata della scuola “A. Gramsci”, lato Piazza E. Berlinguer, a Pavona. La suggestiva illuminazione è stata curata dall’azienda De Sisti Lighting con sede in Via Cancelliera di Albano Laziale. A tale proposito si ringraziano Fabio e Sergio De Sisti che hanno messo a diposizione in maniera totalmente gratuita le attrezzature e il loro staff tecnico, composto da Marco Quintili e Davide Locatelli, e il Consigliere Comunale Matteo Santilli che ha coordinato l’organizzazione dell’iniziativa.

2 GIUGNO, LEODORI: GRAZIE A FORZE ARMATE E A TRUPPE IN CAMICE BIANCO

“Grazie alle forze armate e alle truppe in camice bianco. Unità, umanità e professionalità valori che il mondo ha ammirato e imitato”. E’ quanto scrive sulla sua Pagina Facebook il vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica.

2 GIUGNO, DALLA REGIONE LAZIO UN VIDEO DOCUMENTARIO PER LE SCUOLE

Questa mattina, sulla pagina http://memoria.lazio.it/i-fatti/nascita-repubblica/, è stato pubblicato il video-documentario sul 2 giugno destinato a studenti e docenti del Lazio. In questo 74esimo anniversario della nascita della Repubblica italiana, che cade in un contesto fortemente ancora condizionato dalla crisi sanitaria, l’assessorato al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio ha realizzato uno strumento didattico dedicato. A darne notizia alle scuole, tramite una lettera inviata ai dirigenti scolastici, sono stati l’assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, e il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per il Lazio, Rocco Pinneri. “Il video – si spiega nella lettera – ripercorre la storia e il significato del referendum in cui le italiane e gli italiani scelsero la Repubblica come ordinamento dello Stato, gettando le fondamenta dei valori di democrazia, solidarietà, equità e libertà. Il documentario vuole essere uno spunto di approfondimento per rimettere al centro dell’attenzione i valori fondanti della Repubblica. Il voto del 2 giugno, infatti, dimostrò la volontà di cambiare pagina, di ricostruire il nostro Paese con nuova speranza e nuove forza.  Oggi quei valori sono più che mai attuali e necessari. Ci indicano la direzione per affrontare le difficoltà e le nuove sfide del presente, rispondendo a un modello di società giusta, inclusiva, solidale, dove sono garantiti diritti e tutele, e protezione per chi ha maggior bisogno. È un grande insegnamento quello che abbiamo ereditato dal passato e sta ora alle giovani generazioni prendere il testimone della storia e rinnovare nel presente gli ideali repubblicani. Alcuni di questi sono stati dimostrati in modo esemplare, con alto spirito di altruismo e impegno per la collettività dagli operatori della sanità, a cui questo 74esimo anniversario della Repubblica è dedicato. È con questo intento vogliamo promuovere la diffusione del vide-documentario e gli approfondimenti con i docenti e gli studenti”. Così una nota congiunta dell’Assessorato al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio e dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio.

2 GIUGNO. CIACCIARELLI (LEGA):”A ROMA PER RAPPRESENTARE TUTTI GLI ITALIANI DIMENTICATI DA QUESTO GOVERNO.” 
“Il 2 giugno, in occasione, della Festa della Repubblica sono a Roma, insieme al senatore Matteo Salvini e a tutta la Lega Lazio, per una prima grande manifestazione unitaria del Centrodestra, dopo il lockdown, mirante a rappresentare tutti quegli italiani  che non si sentono rappresentati da questo governo”, ha affermato, in una nota,  il consigliere regionale della Lega Pasquale Ciacciarelli; “L’emergenza Coronavirus – prosegue l’esponente del Carroccio – “ha messo a nudo  tutta l’inadeguatezza del presidente del consiglio Giuseppe Conte e del governo giallo-rosso che ha varato   provvedimenti confusi e inadeguati per imprese, commercianti e cittadini, che sono sull’orlo dell’esasperazione! Sono stati dimenticati da PD e Cinque Stelle. Noi vogliamo essere il loro megafono, il loro faro, per ripartire, e sostenere concretamente il tessuto produttivo di questo Paese. Sarà una manifestazione ordinata, con ingressi contingentati, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale.” Lo dichiara lo stesso Ciacciarelli.
CIACCIARELLI (LEGA): “ZINGARETTI DEDICA IL 2 GIUGNO AI SANITARI, MA FA PARTE DI UN GOVERNO CHE LI HA DIMENTICATI! LA REGIONE LOMBARDIA LI HA PREMIATI. CHI CHIACCHIERA E CHI FA!” 
“Basta ipocrisie! Zingaretti dedica il 2 giugno al personale medico-sanitario, ma con quale faccia, quando il governo di cui fa parte , con il decreto “Cura Italia” e poi “Rilancio Italia”, ha fatto scomparire le mille euro per ciascun dipendente impegnato nell’emergenza sanitaria da Covid-19, tanto conclamati e promessi dal Premier Conte e dal Ministro della Salute, Speranza  e riportati nella bozza dello stesso decreto, come risultano estinti i grandi investimenti per le assunzioni stabili di infermieri, OSS ed altri operatori sanitari e sociali. Gli unici fatti sono arrivati dalla Regione Lombardia che ha stanziato 123 milioni di premi straordinari che i sanitari si ritroveranno nella busta paga di giugno. Chi chiacchiera e chi fa!”  Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

“REGIONE LAZIO: PASQUALI (SIR), “TRAPIANTI BAMBINO GESU’ MODO MIGLIORE PER CELEBRAREA 2 GIUGNO”

I tre straordinari trapianti nelle ultime 48 ore sui bambini ricoverati al Bambino Gesù sono la migliore vigilia per un 2 giugno dedicato al mondo della sanità, dai ricercatori agli Oss.” Afferma Francesco Pasquali, Presidente di Sistema Impresa Roma. “La scelta delle più alte istituzioni, a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di rendere omaggio agli operatori sanitari e alle strutture d’eccellenza della nostra Regione, come l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro, è il giusto riconoscimento per la mole di sacrifici che si sono consumati durante il Covid-19. Inoltre L’omaggio allo Spallanzani è l’omaggio a tutte le donne e gli uomini che con professionalità ed abnegazione si sono messi al servizio del Paese in un momento di necessità. Occorre – conclude Pasquali – intraprendere degli investimenti importanti in grado di sostenere le imprese del settore, attraverso un’iniezione di tecnologica integrata, sviluppando quella che gli americani chiamano “TechForGood”, ovvero tecnologie per il bene.”. Dichiara Francesco Pasquali di Sir.

L’omaggio di Frascati alla Festa della Repubblica

Per la Festa della Repubblica l’Assessorato alla Cultura e l’Amministrazione comunale propongono il video, in versione integrale, del concerto “Quarantine. Recital per Frascati”. Un evento musicale di Dario Di Vietri, tenore di fama internazionale che vive nella nostra Città, accompagnato al piano dal maestro Davide Dellisanti. Il recital si è svolto il 2 maggio scorso in Piazza San Pietro a Frascati, in gemellaggio ideale e virtuale con Acquaviva delle Fonti (Ba) e il Taormina Opera Stars. “L’evento – spiegano il Sindaco Roberto Mastrosanti e l’Assessore alla Cultura Emanuela Bruni – è nato per ricordare tutti coloro che sono stati colpiti e coinvolti da Covid-19, e per sostenere lo spettacolo dal vivo ed oggi, nella ricorrenza del 2 giugno, assume un valore di speranza e volontà di ripresa per l’intera Città, e tutto il Paese. A nome dell’intera Amministrazione comunale un sincero e sentito ringraziamento a Dario Di Vietri e Davide Dellisanti e un augurio di Buona Festa della Repubblica a tutta la città”. Lo rende noto sui social l’Ufficio Stampa del Comune di Frascati.

2 giugno, Cangemi: “Spallanzani simbolo lotta Covid19, grazie a tutti medici e infermieri”

“L’Istituto Spallanzani rappresenta il simbolo della lotta al Covid19, orgoglio di Roma e del Lazio e di tutto il Paese. Sono onorato di essere qui in rappresentanza del Consiglio regionale del Lazio, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione dell’omaggio del tenore Grollo alla comunità medica e scientifica impegnata contro il coronavirus”. E’ quanto dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi, che ha partecipato al concerto nei giardini dell’Istituto Lazzaro Spallanzani dedicato agli operatori sanitari per le celebrazioni del 2 giugno. “Da questo Istituto – aggiunge – ricordiamo le vittime della pandemia e diciamo ancora una volta grazie a tutte quelle donne e uomini che hanno lavorato negli ospedali, fino allo stremo delle forze, per salvare vite e combattere l’emergenza sanitaria. Grazie per aver cura di tutti noi”. Lo dichiara Giuseppe Cangemi.

Gerardo Sacco sul 2 giugno

sacco
sacco

“Il vero volto della Repubblica: solidarietà,generosità, altruismo, spirito di comunità ed alto senso dello stato. Questi sono stati i principi  che hanno ispirato la nascita della Repubblica e questi sono stati i sentimenti che hanno caratterizzato gli ultimi tre mesi attraversati dalla peggiore crisi dal dopoguerra ad oggi. Una parentesi drammatica in cui si sono distinti i volontari, i benefattori, tante persone che hanno silenziosamente aiutato il prossimo, i medici, gli infermieri, i lavoratori che non hanno avuto il lusso di rimanere a casa e tra questi i dipendenti comunali che hanno garantito i servizi essenziali sui territori.
E si sono distinti assessori e consiglieri comunali che hanno sfidato il virus per non sottrarsi ai loro doveri. A loro tutti va il nostro ringraziamento. Quanto ai sindaci beh, forse un giorno qualcuno cercherà di spiegare con le parole lo stato d’animo di chi porta sulle spalle il peso di una comunità da assistere e tutelare in un momento così drammatico e cosa significa avere la responsabilità di assumere decisioni che riguardano la salute dei cittadini e quindi anche dei propri familiari, in tempo di pandemia. Buona festa della Repubblica a tutti” Lo scrive il sindaco di Roccasecca Gerardo Sacco.

L’omaggio del Comune di Marino per il 2 giugno

marino_tricolore
Palazzo Matteotti, sede della Protezione civile comunale e Coc

 

 

Print Friendly, PDF & Email