Il drammatico racconto della rapina alla pizzeria di Anzio

E' entrato pistola in pugno chiedendo l'incaso e quando ho cercato di calmarlo ha esploso un colpo di pistola a terra racconta il proprietario della pizzeria

0
1408
mangiapizza
Mangia Pizza - pizzeria Anzio

Iniziano a farsi più chiari i contorni di un fatto di cronaca che, nella serata di ieri, ha visto un rapinatore entrare in una pizzeria del quartiere Colonia di Anzio, esplodere all’impazzata dei colpi di pistola nel locale, prima di darsi alla fuga.

E’ il propiretario dell’esercizio commerciale, la pizzeria Mangia Pizza di Viale Marconi ad Anzio, che ha fronteggiato l’accaduto in prima persona ci racconta quei drammatici momenti.

“Erano le 21:30, 21:40 circa, stavamo facendo le pulizie del locale prima della chiusura. E’ entrato indossando mascherina e o occhiali da sole, intimandoci di dare l’incasso, pistola in pugno. Io ho cercato di calmarlo, ma lui ha sparato un colpo a terra. A quel punto ho aperto la cassa e gli ho dato i i soldi che c’erano. Pochi spiccioli perché il resto dell’incasso lo avevamo già tolto. Lui è scappato a piedi ed io ho cercato di inseguirlo. Ho fatto una sciocchezza, non so, l’adrenalina del momento, lui era armato. Ho fatto un giro con la machina su via delle Calcare e l’ho trovato li che camminava a piedi. Ho cercato di bloccarlo ma è riuscito a scappare, in una villa, c’è stato un inseguimento con la Polizia. Saltava sui tetti, si è intrufolato nella scuola, gli agenti sono entrati ma lui si è dileguato nelle campagne”.

Riuscirebbe a riconoscere il ladro? Il suo aspetto, la sua nazionalità?

“Un ragazzetto italiano, parlava con accento romano, 20 – 25 anni, vestito con pantaloncini e maglietta, nessun segno particolare”.

La Polizia ha avviato le indagini e la scientifica ha già rilevato le impronte sul bancone e sulla vetrata del negozio.

Di Andrea Titti

Print Friendly, PDF & Email