Il Karate ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

0
2140
karate_a_toyko_2020
Storica decisione: Il karate entra a far parte dei giochi Olimpici

karate_a_toyko_2020

“Un altro anno sportivo si è concluso e per il Toukon è arrivato il momento di spegnere 10 candeline – inizia così la nota del Toukon Velletri. E’ un ricordo ancora vivo la fondazione dell’ ASD con la vision che da sempre la caratterizza: la pratica delle arti marziali nell’ottica della formazione globale della persona, una priorità che consente l’avvio di una pratica sportiva autorevolmente riconosciuta. Questo anniversario speciale è stato arricchito con un regalo desiderato da sempre: nella riunione del 3 agosto, il Comitato Olimpico Internazionale ha approvato l’entrata del Karate nelle Olimpiadi a partire da Tokyo 2020. Un anno sportivo particolarmente soddisfacente quello vissuto dall’ASD che vede la sua atleta punta di diamante Noemi Nicosanti, categoria Juniores, reclutata nella nazionale giovanile per conquistate a Cipro il 7 febbraio scorso la medaglia d’argento al 43° Campionato Europeo juniores, cadetti e under 21.  A questo eccellente risultato per la società se ne sono affiancati altri : Leoni Francesco medaglia di bronzo al campionato italiano, Matteo Cecchetti e De Angelis Gabriele, Nicholas Bartoli che sono stati protagonisti a livello regionale e si sono ben destreggiati nelle finali nazionali, ma anche in tante gare internazionali.
Ottimi anche i risultati per le attività portate avanti nell’ambito promozionale CSEN: Matteo Capri medaglia d’oro al campionato nazionale. Preziosi ed autorevoli i risultati degli atleti dell’Handykarate che con il CSEN svolgono la loro attività agonistica: dalle gare nazionali a quelle internazionali in Croazia ed a Palma di Maiorca con i seguenti risultati: medaglia d’oro per Daniele Alfonsi, Luca Sambucci, Valerio Di Cocco e Dario Astolfi; medaglia d’argento per Federico Spallotta; medaglia di bronzo per Cellucci Mirko; quarto posto per Vanessa Antinori e Marco Spallotta – continua così la nota. Ma questo è stato anche quello delle gare FIJLKAM riservate agli atleti dell’Handykarate a cui hanno partecipato in massa gli atleti Handy del Toukon.  Un momento particolarmente significativo è stato quello legato alle partecipazioni televisive degli atleti del Toukon che Rai News 24 ed il TG3 hanno voluto dedicare loro con due servizi girati nel dojo del PalaBandinelli per dare rilievo ad una delle mission dell’associazione, in occasione di alcuni eventi nazionali. A “Tg 2 Insieme” poi, la cintura marrone Daniele Alfonsi, convocato dalla Federazione ha parlato del suo amore per il karate; mentre durante ”La vita in diretta” i nostri atleti Valerio Di Cocco, Mirko Cellucci e Daniele Alfonsi insieme alla nazionale seniores ha fatto appassionare gli spettatori. Un anno di lavoro intenso anche per gli altri settori del Toukon: è arrivata la prima cintura marrone nel corso di Ju-Jitsu, che si è arricchito in quantità e qualità. Per quanto riguarda l’aikido l’anno si è aperto ufficialmente con la presenza del Maestro giapponese Nagano Hiromici, VIII dan che ha ufficialmente riconosciuto il dojo del Toukon come luogo di formazione e pratica dell’aikido Yoshinkan per concludersi con la trasferta per partecipare all’ultimo stage tenuto dal maestro Shigi ormai 80enne. Grande soddisfazione per il corso sperimentale di motricità riservato ai piccoli atleti da 3 a 6 anni, concentratosi sulla formazione motoria di base con l’avviamento alle arti marziali. Una novità che da tempo il Toukon pensava di realizzare.  E poi i progetti con le scuole, le dimostrazioni e tutte le altre partecipazioni che hanno consentito alla scuola federale del Toukon di diffondere la pratica ed i valori legati alle arti marziali. Ciliegina sulla torta la partecipazione del Maestro Luca Nicosanti, direttore tecnico del karate che in qualità di Commissario tecnico della Nazionale Sordi Italia della FSSI riconosciuta dal CIP ha seguito gli atleti in occasione del Campionato Mondiale Deaflympics celebratosi nella calda Turchia dal 19 al 24 luglio scorso con un bottino corposo – 7 medaglie- che hanno portato l’Italia al secondo posto ad un passo dalla Turchia che ha giocato in casa . si conclude così la nota. In questa breve pausa estiva, il Toukon si prepara ad un nuovo inizio fregiato dei cerchi olimpici.”

 

Print Friendly, PDF & Email