Il M5S Monte Compatri parla di “un ordinanza esemplare!” per la Discarica Selve di Pallotta

0
643
Monte Compatri
Monte Compatri
m5s_montecompatri
M5s Monte Compatri
Monte Compatri
Monte Compatri

“Esattamente dopo 233 giorni ovvero dopo 7 mesi e 23 giorni dalla nostra prima denuncia, è arrivata l’ordinanza sindacale che riguarda la discarica di Selve di Pallotta – così nella nota il Movimento 5 Stelle di Monte Compatri.

In queste oltre 33 settimane di denuncia, nelle quali abbiamo inviato lettere protocollate al Comune, alla Polizia Locale, al NOE, vari articoli ai giornali on-line, un esposto alla Questura di Frascati e per finire Istanza alla Città Metropolitana cercando di sollecitare l’amministrazione a prendere provvedimenti per affrontare la discarica di Pallotta, abbiamo ricevuto solo scherno e derisione.

La montagna ha partorito il topolino – continua l’M5s compatrese, infatti l’amministrazione, sobbarca i proprietari o conduttori dei terreni posti nella via di Selve di Pallotta, di solidarietà nell’illecito ovvero di concorrere alle sanzioni in caso di nuovi sversamenti!!

L’ordinanza in questione non definisce una bonifica e il ripristino dello status quo e la sorveglianza con telecamere del luogo ma solo dell’installazione di una sbarra.

Il Comune ha un regolamento che sancisce l’abbandono dei rifiuti con una sanzione irrisoria ben al di sotto del costo di conferimento in discarica.

Abbiamo chiesto se non fosse il caso di provvedere con un nuovo regolamento, in Commissione, per inasprire le sanzioni, ma la risposta è che ancora ci stanno lavorando!!

Noi come Gruppo M5S di Monte Compatri, – si conclude con queste parole la nota stampa -vigileremo sugli sviluppi di questa lunga storia che ha caratteri grotteschi, ma che in fin dei conti a farci le spese sono solo i cittadini e la loro salute”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email