Il Maestro Salvatore Accardo torna ad Ariccia e parla dei tagli alla cultura

0
802
Salvatore Accardo
Salvatore Accardo
Salvatore Accardo
Salvatore Accardo

APPUNTAMENTI – Atteso ritorno di Salvatore Accardo per il secondo appuntamento autunnale de “I Concerti dell’Accademia degli Sfaccendati” venerdì 8 novembre alle ore 21 nella splendida Sala Maestra del Palazzo Chigi di Ariccia.

Il Maestro, già ospite dei “Concerti” nelle Stagioni 2003 e 2004, ha accolto con entusiasmo l’invito di Giovanna Manci e Giacomo Fasola – direttori artistici della Stagione – anche perché, come ha sottolineato Accardo, “è di fondamentale importanza sostenere realtà musicali come quella degli Sfaccendati che da anni portano avanti, superando grandi difficoltà, un lavoro culturale encomiabile che punta al valore musicale sopra ogni cosa”.

Il concerto – che vede Accardo protagonista insieme a Francesco Fiore alla viola e Laura Manzini al pianoforte – è l’occasione per parlare anche delle gravissime difficoltà economiche e finanziarie in cui si dibatte il mondo della musica classica colpito dalla riduzione, fin quasi all’azzeramento, dei contributi degli enti locali oltre che dai tagli al FUS. Accardo coglie quindi  l’occasione per sottolineare che “tagli così indiscriminati hanno prodotto una vera e propria desolazione attorno a quelle associazioni concertistiche che, operando professionalmente sul territorio, svolgono una funzione insostituibile nella diffusione della conoscenza della cultura musicale. Tagliare fondi a queste realtà, significa anche precludere una possibilità concreta ai nuovi talenti della musica che in questi luoghi trovano linfa vitale e spazi preziosi per la loro maturazione professionale”.

Questo secondo appuntamento della Stagione dell’Accademia degli Sfaccendati diventa dunque uno spunto di riflessione sull’importanza dell’operazione culturale che ne è alla base sempre volta a dare “voce e suono” al talento oltre che spazio alla qualità. A testimoniarlo le scelte artistiche di questi anni che hanno prediletto programmi di grande originalità eseguiti da interpreti prestigiosi e con un’attenzione particolare alla ricerca di insolite tipologie e sonorità strumentali.

Anche per questo prossimo Concerto dunque gli ingredienti sono confermati con un programma quanto mai raffinato: di Mozart sarà eseguito il Duetto per violino e viola in sol maggiore che per molto tempo erroneamente portò la firma del fratello di Haydn e il Kegelstatt Trio K498 per violino, viola e pianoforte; di Franck, la splendida Sonata in la maggiore per violino e pianoforte; di Schumann, i rari Märchenbilder per viola e pianoforte.

I prossimi concerti si terranno domenica 10 novembre alle ore 19 con il duo violino e pianoforte Katia Ghigi e Michele Rossetti; domenica 24 novembre con il fisarmonicista Gianluca Campi e venerdì 13 dicembre ore 21.00 con il duo soprano e arpa composto da Giovanna Manci e Floraleda Sacchi. Il ciclo autunnale 2013 si concluderà il 21 dicembre alle ore 18.30 con il consueto Concerto di Natale, ad ingresso libero, presso la Chiesa di S.Maria di Galloro.

Print Friendly, PDF & Email