Il Mercato della Terra arriva anche a Monte Porzio Catone

0
746
Monte Porzio
Vista di Monte Porzio Catone

Monte Porzio
Vista di Monte Porzio Catone

In un mondo in cui tutto frettolosamente sfugge tra l’indifferenza dei presenti, c’è chi ha scelto come proprio simbolo associativo la lumaca. Si tratta del noto Slow Food fondato da Carlo Petrini nel 1986 e che oggi si ramifica in varie condotte locali dislocate in tutto il Mondo.

“Il Mercato della Terra” rappresenta una rete internazionale di mercati, di produttori e di contadini, coerente con la Filosfia Slow Food. Domenica 15 dicembre anche Monte Porzio Catone ha ospitato questo mercato realizzato dalla condotta Slow Food di Frascati e Terre Tuscolane, «la condotta di Frascati – ha spiegato Federico Archinard, referente del Mercato – esiste già dal 2003 e dal 2012 abbiamo ampliato la nostra zona di interesse proiettando i nostri sforzi anche verso le Terre Tuscolane, che comprendono Grottaferrata, Montecompatri e Monte Porzio Catone, così anche il nostro mercato è presente in modo itinerante in questi quattro comuni».

Monte Porzio Catone ospiterà il “Mercato della Terra” ogni terza domenica del mese, già domenica 15 dicembre è stato un successo «il Mercato – spiega Giovanni Sbardella, assessore al commercio – contribuisce alla vitalità del nostro centro storico, che è uno dei più belli e caratteristici dei Castelli Romani, pochi comuni possono vantare un arco monumentale come quello di Piazza Borghese quale ingresso al centro cittadino. Dobbiamo riscoprire il piacere della piazza e della condivisione, questo mercato ci offre l’opportunità di acquisire prodotti genuini e del territorio; inoltre, la presenza dei produttori consente di poter chiedere informazioni dettagliate sui prodotti e sui metodi di lavorazione».

Secondo Slow Food buono, pulito e giusto sono gli elementi a cui riferirsi per costruire un nuovo concetto di qualità alimentare e manifestano la volontà dell’Associazione di costruire le direttive comuni a cui far riferimento, indicando una via virtuosa che tutti i soggetti della filiera alimentare (da chi produce fino a chi consuma) dovrebbero seguire. «Slow Food – aggiunge il Sindaco Gori – diffonde una filosofia agroalimentare fondamentale per il benessere dell’individuo e del pianeta, a Monte Porzio Catone abbiamo accolto con entusiasmo la loro presenza, il nostro è un paese che difende l’agricoltura e l’ambiente, abbiamo tentato di sensibilizzare la diffusione della cultura vitivinicola, abbiamo rintrodotto le api nel nostro territorio, abbiamo portato la raccolta differenziata al 63%, abbiamo favorito la diffusione di energie pulite cosicché nei nostri plessi scolastici oltre al geotermico sono presenti anche il solare termico e il fotovoltaico, inoltre abbiamo anche in custodia, presso l’Associazione Nazionale di Protezione Civile MPC03, il primo prototipo di tenda solare realizzata dal Polo Solare Organico della Regione Lazio (CHOSE)».

Il comune di Monte Porzio Catone si trova quindi in linea con la Filosofia Slow Food. «il “Mercato della Terra” – conclude l’assessore Sbardella – rappresenta una grande opportunità per tutte quelle attività agricole o di artigianato legato all’enogastronomia che intendano condividere valori e regole di questa comunità, chi ritiene di avere le carte in regola può richiedere maggiori informazioni durante il mercato o tramite appuntamento in comune, la condotta Slow Food Frascati e Terre Tuscolane sta offrendo un ottimo canale di diffusione dei prodotti buoni, puliti e giusti».

Print Friendly, PDF & Email