Il Parco e la gestione del territorio

Tra i servizi che il Parco regionale dei Castelli Romani fornisce alla cittadinanza c’è il rilascio del Nulla Osta ambientale

0
160
parco
Parco Castelli

Tra i servizi che il Parco regionale dei Castelli Romani fornisce alla cittadinanza c’è il rilascio del Nulla Osta ambientale, da parte dei tecnici dell’area Tutela ambientale dell’Ente.
Nel corso del 2018 sono stati 51 i Nulla Osta ambientali rilasciati dal Parco in merito a svariate attività, a seconda della tipologia di quest’ultime può essere concesso gratuitamente o prevedere il versamento di una quota.

È necessario ottenere questo documento per richiedere l’autorizzazione comunale (obbligatoria)  per effettuare manifestazioni sportive e culturali, esercitazioni di protezione civile, feste tradizionali, ricerche scientifiche, riprese televisive o cinematografiche (solo se si montano set di produzione) con l’esclusione di riprese a mano libera senza ausilio di macchinari, campeggi scout, raccolta essenze vegetazionali, all’interno dell’area naturale protetta, dove la tutela della biodiversità è la priorità da rispettare. Proprio in questo contesto vige una legislazione dettagliata, formata in primis dalla L.R. n. 2/1984 – “Istituzione del Parco suburbano dei Castelli Romani” e s.m.i. – la legge n. 394/1991 – “Legge quadro sulle aree naturali protette” e s.m.i. – la L. R. n. 29/1997 – “Norme in materia di aree naturali protette regionali” e s.m.i., Statuto e Regolamento del Parco che contengono i principi imprescindibili al rilascio dell’atto amministrativo.
Ai fini della rapida istruttoria è importante che la richiesta di Nulla Osta ambientale pervenga al Parco, almeno 10 giorni lavorativi prima rispetto alla data di svolgimento dell’evento, come riportato nell’apposito modulo.

L’Ente cura la fase istruttoria individuando, se necessario, prescrizioni migliorative da seguire, pena l’applicazione di sanzioni per l’inosservanza delle stesse (comma 3 dell’art. 28 della L.R. 29/1997), tra le quali: il  divieto di raccogliere o danneggiare la flora spontanea e i prodotti del sottobosco; il divieto di arrecare disturbo alla fauna selvatica; il divieto di prelevare materiale di interesse geologico; il divieto di accendere fuochi nei boschi o sul manto erboso; il divieto di circolare con veicoli a motore fuori dalle sedi stradali ecc. Queste ed altre regole fondamentali per la conservazione degli habitat, sono i presupposti imprescindibili sui quali ci si basa per la concessione del Nulla Osta ambientale.
Nei casi in cui fosse proposta una richiesta di eventi chiaramente vietati dalle norme di Legge, la stessa sarà dichiarata “improcedibile”. A tale proposito si suggerisce di verificare puntualmente tali previsioni ed eventualmente formulare istanza di procedibilità prima di versare i diritti di istruttoria.

Print Friendly, PDF & Email