Il Pdci di Marino critico sulle dichiarazioni di Ugo Onorati

0
1043
aversa
Maurizio Aversa segretario Pci di Marino
Maurizio Aversa
Maurizio Aversa segretario Pdc di Marino

POLITICA – “Abbiamo letto con attenzione l’intervista rilasciata da Ugo Onorati, leader della omonima Lista civica marinese e dirigente dell’Italia dei Valori – dichiara in una nota Maurizio Aversa, segretario dei Comunisiti Italiani di Marino – ad un giornale online (Marino24Ore).

Dopo una descrizione palese della situazione politica e amministrativa con assenza esplicita di denuncia di malgoverno nei confronti della destra che ha guidato (e guida) Palazzo Colonna, l’ex candidato a sindaco del centrosinistra nella ultima consultazione elettorale, propone una analisi politica ed esplicita una formulazione di impegno.

L’analisi che propone è – continua Aversa – introiettandosi molto all’interno del Pdl e del centrodestra – che sia auspicabile che gli schieramenti storici, centrodestra e centrosinistra, appunto, siano coesi il più possibile al proprio interno. Anche perché sarebbe auspicabile che ci sia un dialogo tra le forze politiche e non una alternatività che – suppone Onorati – dividendo qui le forze farebbe mettere in campo, per le decisioni vere della città, un livello superiore, regionale, che sceglie al posto dei gruppi dirigenti locali.

Per questo, secondo Onorati, sarebbe bene che il centrodestra – in particolare –  non si divida e sostenga una determinata candidatura e con ciò descrivendone le qualità oggettive e il bene del Paese che potrebbe fare.

Infine, per gli impegni che lo riguardano (sembrerebbe parlare a nome della Lista civica e non dell’Idv che infatti non menziona mai) preannuncia che non sarà in campo una propria candidatura, e che la Lista Civica si orienterà solo in seguito e si farà guidare per il bene di Marino e non per seguire indicazioni di partito.

Da tutto ciò, noi Comunisti Italiani – aggiunge la nota di Aversa – ci permettiamo di rivolgere necessarie pubbliche domande, volte unicamente a non perdere nulla delle energie fin qui messe in campo per la presentazione della coalizione di centrosinistra, direttamente a Ugo Onorati e all’Idv. Non è – ovviamente – indifferente che Ugo Onorati svolga queste riflessioni e modalità di impegni futuri per conto di se e della Lista Civica omonima, oppure se si sottintende che comunque egli è un dirigente dell’Italia dei Valori. E’ altresì importantissimo sapere se Ugo Onorati ha condiviso queste analisi con Idv ovvero se ci sono novità e diversità di collocazione tra il suo ruolo e quella del partito. Sicuramente ci saranno persone e personalità positive anche nel centrodestra, non è che sono tutti Berlusconi, anche se molti scimmiottano, tuttavia, il dato politico che ispira una differenziazione (noi diciamo una alternatività) tra i proponimenti del centrodestra e quelli del centrosinistra, non sono in capo alle persone. Non a caso qualche settimana fa il centrodestra – includente il candidato omaggiato da Onorati, per intenderci – ha riproposto le stesse linee programmatiche sul territorio e sulla cementificazione del territorio, opposte alla visione che il centrosinistra sta condividendo di zero consumo di suolo agricolo. Per questo riteniamo – conclude il segretario del Pdci marinese – che il centrosinistra debba individuare il miglior candidato possibile per la città. Ma siamo, al contempo consapevoli, che anche il non migliore candidato del centrosinistra potrà avvalersi di un buon programma; al contrario del meglio “volto nuovo” del centro destra che vorrà propinare ancora alla città altri anni di cementificazione, desertificazione economica locale, omertà e mancanza di trasparenza. Di tutto ciò è consapevole Ugo Onorati oppure ha fatto solo dichiarazioni superficiali?”.

Print Friendly, PDF & Email