Il Rocca Priora Calcio cerca primi punti in trasferta a Marino

0
990
Luca Amelia Rocca Priora Calcio
Luca Amelia portiere Rocca Priora Calcio
Luca Amelia Rocca Priora Calcio
Luca Amelia portiere Rocca Priora Calcio

SPORT – Il Rocca Priora cerca i primi punti in trasferta. Domenica la squadra di mister Andrea Del Grosso affronterà il derby castellano contro la Lepanto Marino, compagine che ha 10 punti in classifica contro i sei dei roccaprioresi. «E’ un altro scontro diretto – dice il portiere Luca Amelia – e dobbiamo cercare di conquistare il bottino pieno. Se firmerei per un pari? Assolutamente no, ma io darei la stessa risposta per qualsiasi tipo di avversario. Si deve andare in campo sempre per vincere, poi le situazioni della partita ti possono portare a fare altre considerazioni. Dovremo stare attenti al loro attaccante Marco Terribili, uno che in questa categoria è un lusso. Le nostre difficoltà esterne? E’ vero, fino ad oggi abbiamo sempre perso, ma in alcune occasioni come a Bellegra e con La Rustica meritavamo dei punti». Domenica scorsa il Rocca Priora non è andato oltre lo 0-0 interno col Morena. «Purtroppo è un pari che serve a poco – dice il 34enne estremo difensore -. Tra l’altro in uno scontro di gioco ho anche perso un dente (senza nemmeno uscire dal campo, ndr), ma lo sforzo non è servito. Nel secondo tempo loro sono rimasti in dieci, ma paradossalmente sono stati più pericolosi. Abbiamo fatto poco davanti, nonostante l’ingresso dell’ultimo arrivato Davide Luciani che abbiamo servito poco e male». Amelia si sbilancia proprio sull’ultimo acquisto del Rocca Priora. «Era fermo da tempo e sta recuperando la condizione – dice il portiere -, ma è uno che ci potrà dare un grosso aiuto quando sarà al 100%». Il numero uno si è alternato in porta coi suoi “colleghi” di reparto Mazzi e Longo. «Il mister ha deciso così e per noi non c’è problema perché siamo molto amici. In settimana ognuno di noi dà il massimo per conquistare la maglia da titolare». Amelia conclude parlando delle prospettive del Rocca Priora in questo campionato di Promozione. «La classifica non è bella, ma noi non smetteremo mai di lottare per conquistare la salvezza, magari senza passare per i play out. Il campionato è ancora lungo e sono tanti i punti a disposizione».

Print Friendly, PDF & Email