Il Senatore Bruno Astorre rinviato a giudizio

Il senatore Bruno Astorre rinviato a giudizio: "sono amareggiato, ma sereno" ha commentato a caldo il coordinatore regionale del Pd

0
703
astorre_lista
Bruno Astorre

“Sono stato informato dal mio legale che il Giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Velletri ha disposto il rinvio a giudizio nei miei confronti per aver conferito, nel 2010, a seguito di mia diretta richiesta e a relativa delibera dell’allora Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Lazio di cui ero membro, un incarico professionale a un libero professionista, docente alla facoltà di Economia presso l’Università di Foggia”. Lo scrive in una nota il senatore del Pd, Bruno Astorre, segretario regionale del Lazio, in merito al rinvio a giudizio deciso dal Gup di Velletri per concorso in truffa nel procedimento relativo all’incarico che aveva come oggetto una prestazione d’opera intellettuale inerente una approfondita analisi delle problematiche relative alle attività finanziarie della Pubblica amministrazione. “Mi viene contestato – spiega Astorre – di non aver utilizzato professionalità interne all’Amministrazione regionale e, quindi, di aver fatto ricorso a un professionista esterno, scelta, ritengo, perfettamente legittima tenuto conto della mia attività politica. La mia amarezza per questa vicenda – conclude Astorre – è pari alla mia serenità e soprattutto al rispetto per il percorso e l’istruttoria processuale che ritengo mi consentirà di dimostrare in modo rigoroso e inequivocabile di non aver commesso alcun reato”.

Print Friendly, PDF & Email